​Continua l'attività di controllo e pattugliamento in mare da parte del personale della Capitaneria di porto di Roma per garantire la sicurezza e la tutela dell'ambiente marino costiero. In particolare nella giornata di ieri i militari della guardia costiera hanno rimosso e sequestrato una rete da posta della lunghezza di circa 4000 metri che era stata abusivamente posizionata all'interno del delicato ecosistema dell'area marina protetta delle secche di Tor Paterno. L'operazione di recupero della rete è durata diverse ore con l'impegno di due unità navali della Capitaneria di porto e ha permesso di scongiurare un serio pericolo per i subacquei in immersione, essendo stata calata su percorsi naturalistici.

 

21/06/2018 Fiumicino

​Continua l'attività di controllo e pattugliamento in mare da parte del personale della Capitaneria di porto di Roma per garantire la sicurezza e la tutela dell'ambiente marino costiero. In particolare nella giornata di ieri i militari della guardia costiera hanno rimosso e sequestrato una rete da posta della lunghezza di circa 4000 metri che era stata abusivamente posizionata all'interno del delicato ecosistema dell'area marina protetta delle secche di Tor Paterno. L'operazione di recupero della rete è durata diverse ore con l'impegno di due unità navali della Capitaneria di porto e ha permesso di scongiurare un serio pericolo per i subacquei in immersione, essendo stata calata su percorsi naturalistici.

 

Fiumicino

Immagine segnaposto

Controlli in materia ambientale

Immagine segnaposto

Controlli in mare presso le piattaforme petrolifere della rada di Fiumicino

Immagine segnaposto

Soccorsa una imbarcazione da diporto in procinto di affondare

Immagine segnaposto

Controlli per emergenza sanitaria Covid-19