Nella giornata odierna il personale della Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino, su delega della Procura di Civitavecchia, ha posto sotto sequestro preventivo una banchina in legno situata lungo la riva del Tevere, in un'area di suolo pubblico facente parte del demanio marittimo. L'area, di circa 1500 mq abusivamente occupata, si trova in prossimità di un noto cantiere nautico, in località Capo due rami del Comune di Fiumicino. Questo tipo di operazione rientra in una più vasta attività, quella del controllo di un'area marittima demaniale e golenale dove vengono periodicamente rilevate opere abusive che, oltre a costituire fattispecie di reato, hanno un impatto negativo sull'ecosistema e sull'ambiente.

03/04/2014 FIUMICINO

Nella giornata odierna il personale della Capitaneria di Porto di Roma Fiumicino, su delega della Procura di Civitavecchia, ha posto sotto sequestro preventivo una banchina in legno situata lungo la riva del Tevere, in un'area di suolo pubblico facente parte del demanio marittimo. L'area, di circa 1500 mq abusivamente occupata, si trova in prossimità di un noto cantiere nautico, in località Capo due rami del Comune di Fiumicino. Questo tipo di operazione rientra in una più vasta attività, quella del controllo di un'area marittima demaniale e golenale dove vengono periodicamente rilevate opere abusive che, oltre a costituire fattispecie di reato, hanno un impatto negativo sull'ecosistema e sull'ambiente.

FIUMICINO

Immagine segnaposto

Controlli in materia ambientale

Immagine segnaposto

Controlli in mare presso le piattaforme petrolifere della rada di Fiumicino

Immagine segnaposto

Soccorsa una imbarcazione da diporto in procinto di affondare

Immagine segnaposto

Controlli per emergenza sanitaria Covid-19