Nel corso della mattinata odierna si è svolta, nelle acque antistanti il porto canale di Fiumicino un'esercitazione marittima complessa antinquinamento ed antincendio denominata "POLLEX ". L'attività addestrativa, organizzata e coordinata dalla Capitaneria di Porto di Roma e che ha visto il coinvolgimento di tutte le forze di polizia presenti sul territorio, di tutti gli operatori portuali, dei Vigili del Fuoco, dell'Aeronautica Militare, dell'ARES 118 e della Croce Rossa Italiana – Comitato di Fiumicino, ha previsto come scenario il contenimento e la bonifica di un inquinamento causato dallo sversamento accidentale di gasolio JET1, per la rottura delle manichette di movimentazione del carico verificatosi a seguito di un principio di incendio a bordo di una nave cisterna, ormeggiata alla piattaforma "R2", localizzata nella rada di Fiumicino a  circa 2,7 miglia nautiche dall'imboccatura del porto canale. Scopo dell'addestramento è stato quello di testare la prontezza operativa di uomini e mezzi e la capacità di coordinamento della Capitaneria di Porto di Roma – dando così attuazione al Piano Operativo di pronto intervento contro gli inquinamenti marini – e si inserisce nell'ambito della programmazione annuale del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto. Il buon esito dell'esercitazione ha consentito di appurare l'ottimo livello di cooperazione e sinergia raggiunto tra i diversi soggetti istituzionali e privati a vario titolo coinvolti nelle procedure di pronto intervento per la risposta alle ipotesi di inquinamento ambientale ed incendio a bordo di unità navali.

24/05/2018 Fiumicino

Nel corso della mattinata odierna si è svolta, nelle acque antistanti il porto canale di Fiumicino un'esercitazione marittima complessa antinquinamento ed antincendio denominata "POLLEX ". L'attività addestrativa, organizzata e coordinata dalla Capitaneria di Porto di Roma e che ha visto il coinvolgimento di tutte le forze di polizia presenti sul territorio, di tutti gli operatori portuali, dei Vigili del Fuoco, dell'Aeronautica Militare, dell'ARES 118 e della Croce Rossa Italiana – Comitato di Fiumicino, ha previsto come scenario il contenimento e la bonifica di un inquinamento causato dallo sversamento accidentale di gasolio JET1, per la rottura delle manichette di movimentazione del carico verificatosi a seguito di un principio di incendio a bordo di una nave cisterna, ormeggiata alla piattaforma "R2", localizzata nella rada di Fiumicino a  circa 2,7 miglia nautiche dall'imboccatura del porto canale. Scopo dell'addestramento è stato quello di testare la prontezza operativa di uomini e mezzi e la capacità di coordinamento della Capitaneria di Porto di Roma – dando così attuazione al Piano Operativo di pronto intervento contro gli inquinamenti marini – e si inserisce nell'ambito della programmazione annuale del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto. Il buon esito dell'esercitazione ha consentito di appurare l'ottimo livello di cooperazione e sinergia raggiunto tra i diversi soggetti istituzionali e privati a vario titolo coinvolti nelle procedure di pronto intervento per la risposta alle ipotesi di inquinamento ambientale ed incendio a bordo di unità navali.

Fiumicino

Immagine segnaposto

Controlli in materia ambientale

Immagine segnaposto

Controlli in mare presso le piattaforme petrolifere della rada di Fiumicino

Immagine segnaposto

Soccorsa una imbarcazione da diporto in procinto di affondare

Immagine segnaposto

Controlli per emergenza sanitaria Covid-19