​Il 3 agosto 2016 si è tenuta presso la Capitaneria di Porto di Roma – Fiumicino una conferenza stampa riguardante l'operazione "Mare Sicuro" 2016, che è iniziata il 15 giugno ed avrà termine il 17 settembre p.v. Alla conferenza stampa, presieduta dal Comandante della Capitaneria di Porto di Roma, Capitano di Vascello (CP) Fabrizio RATTO VAQUER, hanno partecipato altresì il Comandante del Circondario Marittimo di Anzio e i titolari degli uffici dipendenti di Torvajanica, Fregene ed Ostia. Le finalità e gli obiettivi che l'operazione si è prefissata e sta portando avanti, quali garantire in maniera incisiva l'ordinato svolgimento delle attività in mare ed a terra (balneazione, diporto, pesca, ecc.), sono attuati anche mediante un'azione sinergica e coordinata tra i militari della Capitaneria di Porto di Roma e le forze di polizia che operano sulla costa. Il Comandante ha messo in evidenza il grande lavoro e i risultati conseguiti dai 39 militari imbarcati sulle motovedette e dai 48 Uomini e donne del personale a terra di tutti gli uffici del Compartimento Marittimo di Roma impiegati dall'inizio dell'operazione "Mare Sicuro" 2016: 3145 controlli in materia di pesca, tutela dell'ambiente, diporto nautico, demanio e traffico marittimo per un totale di circa 18.000 km percorsi dai 13 mezzi terrestri e 1050 Miglia Marine percorse dai 14 mezzi navali, elevando 78 verbali amministrativi per infrazioni rilevate. Coordinati dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Roma, gli equipaggi delle motovedette della Guardia Costiera hanno soccorso 20 unità da diporto e salvato 78 persone, contribuendo a diminuire drasticamente, rispetto al 2015, il numero di decessi in mare: una sola persona ha infatti perso la vita quest'anno nelle acque del Compartimento Marittimo di Roma. Una novità in materia di sicurezza della stagione balneare 2016, introdotta dall'ordinanza 40/2016 della Capitaneria di Porto di Roma, è stata l'applicazione di cartelli identificativi, numerati e sequenziali, in prossimità di ogni postazione di salvataggio, per consentire, in caso di emergenza, l'immediato avvertimento e intervento dei soccorsi, da mare e da terra; da segnalare anche un significativo aumento di responsabilità da parte del personale addetto all'assistenza bagnanti. Dall'inizio dell'operazione "Mare Sicuro" 2016 è stato elevato un solo verbale amministrativo per assenza del bagnino dalla postazione di salvataggio. Nel corso dell'operazione "Mare Sicuro" 2016, il reparto di Polizia Marittima della Capitaneria di Porto di Roma, sotto il più ampio coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, ha condotto una serie di azioni finalizzate alla verifica dell'intera filiera della pesca, portando al sequestro di 46 kg di prodotti ittici e all'elevazione di oltre 10.000 euro di sanzioni amministrative, contribuendo così alla tutela della salute dei consumatori. Presenti anche 5 tra ragazzi e ragazze del Campo  Giovani della Capitaneria di Porto di Roma, iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha permesso a 36 giovani meritevoli di interfacciarsi per 6 settimane al mondo della Guardia Costiera di Roma e di partecipare a varie attività di pattugliamento a terra e in mare all'interno dell'operazione "Mare Sicuro" 2016. Si ricorda sempre che per qualsiasi emergenza è attivo h24 il numero blu 1530 raggiungibile da telefonia fissa e mobile.

http://www.fiumicino-online.it/articoli/cronaca/legalita-e-sicurezza-operazione-mare-sicuro-2016.html

http://www.canaledieci.it/vp-video/vp-video-3752-mare-sicuro-post/

03/08/2016 FIUMICINO

​Il 3 agosto 2016 si è tenuta presso la Capitaneria di Porto di Roma – Fiumicino una conferenza stampa riguardante l'operazione "Mare Sicuro" 2016, che è iniziata il 15 giugno ed avrà termine il 17 settembre p.v. Alla conferenza stampa, presieduta dal Comandante della Capitaneria di Porto di Roma, Capitano di Vascello (CP) Fabrizio RATTO VAQUER, hanno partecipato altresì il Comandante del Circondario Marittimo di Anzio e i titolari degli uffici dipendenti di Torvajanica, Fregene ed Ostia. Le finalità e gli obiettivi che l'operazione si è prefissata e sta portando avanti, quali garantire in maniera incisiva l'ordinato svolgimento delle attività in mare ed a terra (balneazione, diporto, pesca, ecc.), sono attuati anche mediante un'azione sinergica e coordinata tra i militari della Capitaneria di Porto di Roma e le forze di polizia che operano sulla costa. Il Comandante ha messo in evidenza il grande lavoro e i risultati conseguiti dai 39 militari imbarcati sulle motovedette e dai 48 Uomini e donne del personale a terra di tutti gli uffici del Compartimento Marittimo di Roma impiegati dall'inizio dell'operazione "Mare Sicuro" 2016: 3145 controlli in materia di pesca, tutela dell'ambiente, diporto nautico, demanio e traffico marittimo per un totale di circa 18.000 km percorsi dai 13 mezzi terrestri e 1050 Miglia Marine percorse dai 14 mezzi navali, elevando 78 verbali amministrativi per infrazioni rilevate. Coordinati dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Roma, gli equipaggi delle motovedette della Guardia Costiera hanno soccorso 20 unità da diporto e salvato 78 persone, contribuendo a diminuire drasticamente, rispetto al 2015, il numero di decessi in mare: una sola persona ha infatti perso la vita quest'anno nelle acque del Compartimento Marittimo di Roma. Una novità in materia di sicurezza della stagione balneare 2016, introdotta dall'ordinanza 40/2016 della Capitaneria di Porto di Roma, è stata l'applicazione di cartelli identificativi, numerati e sequenziali, in prossimità di ogni postazione di salvataggio, per consentire, in caso di emergenza, l'immediato avvertimento e intervento dei soccorsi, da mare e da terra; da segnalare anche un significativo aumento di responsabilità da parte del personale addetto all'assistenza bagnanti. Dall'inizio dell'operazione "Mare Sicuro" 2016 è stato elevato un solo verbale amministrativo per assenza del bagnino dalla postazione di salvataggio. Nel corso dell'operazione "Mare Sicuro" 2016, il reparto di Polizia Marittima della Capitaneria di Porto di Roma, sotto il più ampio coordinamento della Direzione Marittima del Lazio, ha condotto una serie di azioni finalizzate alla verifica dell'intera filiera della pesca, portando al sequestro di 46 kg di prodotti ittici e all'elevazione di oltre 10.000 euro di sanzioni amministrative, contribuendo così alla tutela della salute dei consumatori. Presenti anche 5 tra ragazzi e ragazze del Campo  Giovani della Capitaneria di Porto di Roma, iniziativa promossa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che ha permesso a 36 giovani meritevoli di interfacciarsi per 6 settimane al mondo della Guardia Costiera di Roma e di partecipare a varie attività di pattugliamento a terra e in mare all'interno dell'operazione "Mare Sicuro" 2016. Si ricorda sempre che per qualsiasi emergenza è attivo h24 il numero blu 1530 raggiungibile da telefonia fissa e mobile.

http://www.fiumicino-online.it/articoli/cronaca/legalita-e-sicurezza-operazione-mare-sicuro-2016.html

http://www.canaledieci.it/vp-video/vp-video-3752-mare-sicuro-post/

FIUMICINO

Immagine segnaposto

Controlli in materia ambientale

Immagine segnaposto

Controlli in mare presso le piattaforme petrolifere della rada di Fiumicino

Immagine segnaposto

Soccorsa una imbarcazione da diporto in procinto di affondare

Immagine segnaposto

Controlli per emergenza sanitaria Covid-19