1) FASE PUBBLICITARIA AI SENSI DELL'ART. 18 REG. COD. NAV.

Oggetto: Procedimento di Autorizzazione Unica per la realizzazione ed esercizio della centrale eolica offshore "Rimini" (330 MW) e opere connesse, ai sensi dell'art. 12 del d.lgs 387/2003 e ss.mm.ii. - Istanza per l'ottenimento della concessione demaniale delle aree demaniali marittime e degli specchi acquei interessati dalla realizzazione dell'impianto

Richiedente: Energia Wind 2020 S.r.l., con sede legale in Via Aldo Moro n° 28 – 25043 Breno (BS) – C.F. e P.IVA 03466270984 - e -mail: info@energia2020.eu – PEC: energiawind2020@pec.it

È stata presentata al competente Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti da parte della Società ENERGIA Wind 2020 s.r.l. in data 30 marzo 2020 domanda per concessione trentennale di uno specchio acqueo all'interno di area marina di km² 114 sita nel Mare Adriatico, nel tratto di mare di competenza della Capitaneria di porto di Rimini, antistante i Comuni di Rimini, Riccione, Misano Adriatico e Cattolica, ad una distanza dalla costa tra 5,4 (10 km. ca) e 12 miglia nautiche, per la realizzazione ed esercizio della centrale eolica offshore "Rimini" (330 mw) e opere connesse.

Opere principali previste:

  • n° 59 aerogeneratori di cui n° 58 di potenza nominale unitaria pari a 5,6 MVA e n° 1 di potenza nominale unitaria pari a 5,2 MVA, per una capacità complessiva di 330 MVA, installati su monopiloni cilindrici di 4,8 m di diametro, infissi per 35 metri al di sotto del fondale;
  • una rete elettrica a tensione nominale pari a 30 kV costituita da circa 20 km di cavi elettrici tripolari in rame sottomarini con sezioni variabili da 95 a 500 mm², che collegano gli aerogeneratori in serie raggruppandoli in 2 sezioni principali rispettivamente di 151,2 MVA e di 178,8 MVA, suddivise in sei sotto gruppi ciascuna, ognuna delle quali afferenti a una stazione elettrica marina di trasformazione 30/150 kV;
  • n° 2 piattaforme marine in acciaio, di forma circolare (circa 40 metri di diametro) e sostenute da quattro piloni simmetrici di 2,8 m di diametro, che ospitano le due stazioni di trasformazione elettrica 30/150 kV, ciascuna attrezzata con 2 trasformatori da 80/100 MVA, apparecchiature, quadri di controllo e manufatti di servizio;
  • n° 2 condotte elettriche sottomarine composte da 1 terna di cavi in AT 150 kV (una per ogni stazione di trasformazione marina) con sezione pari a 1000/1200 mm² in rame o da 1600 mm² in alluminio, isolati in XPLE; lungo lo stesso percorso sono previsti i cavi della fibra ottica; le due condotte, lunghe circa 8 km ciascuna, in uscita dalle rispettive stazioni marine di trasformazione si riuniscono in un'unica condotta che raggiunge la linea di battigia con un percorso di circa 9,75 km, attraversa l'arenile per circa 160 m e raggiunge un pozzetto in cui avviene la giunzione tra la condotta sottomarina e quella terrestre; il punto di approdo è previsto in località Bellariva di Rimini, e l'attraversamento di circa 160 m. di arenile è ipotizzato a sud est del nuovo circolo velico di Bellariva tra il bagno 98 e 99;
  • n° 2 giunti cavi terra-mare e n° 2 vasche, attigue al lungomare Giuseppe di Vittorio; i giunti sono costituiti da un vano interrato ispezionabile, realizzato con pareti di cls armato e soletta carrabile, riempito in resina di poliuretano, delle dimensioni di circa 4 m x 1,5 x 2 m.

La domanda predetta è stata depositata, a disposizione del pubblico, presso l'Ufficio Demanio della Capitaneria di Porto di Rimini per il periodo di 30 (trenta) giorni consecutivi, con principio il 04.06.2020 e terminato il 04.07.2020.

 

2) FASE ISTRUTTORIA (ARTT. 5 - 40 REG. COD. NAV.)

Clicca qui per visionare la nota di avvio del procedimento amministrativo

Clicca qui per visionare la presentazione del progetto in sintesi

Clicca qui per visionare l'istanza di autorizzazione unica e relativi allegati

Clicca qui per visionare l'istanza di concessione demaniale

Clicca qui per visionare l'elenco completo degli elaborati di progetto

Clicca qui per scaricare le osservazioni pervenute nell'ambito del periodo pubblicitario

Clicca qui per visualizzare le richieste di integrazioni pervenute

ELABORATI DI PROGETTO​ ​ ​
​SEZIONE​OGGETTO​DOCUMENTAZIONE
​00​RELAZIONIClicca qui​
​01INQUADRAMENTO TERRITORIALE

​Clicca qui​ per la prima parte

​Clicca qui​ per la seconda parte

​02​ANALISI DEI LIVELLI DI TUTELA

Clicca qui​ per la prima parte

​Clicca qui​ per la seconda parte

​03PARTICOLARI COSTRUTTIVI​​Clicca qui​
​04OPERE DI CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA​​Clicca qui​
​05CONCESSIONE DEMANIALE​​Clicca qui​
​06​DOCUMENTI ITER DI CONNESSIONE ALLA RETE ELETTRICA​​Clicca qui​

 

 RISCONTRO ALLE RICHIESTE D'INTEGRAZIONE PRESENTATE e INTEGRAZIONE VOLONTARIA.

Clicca qui per visualizzare il riscontro alle richieste di integrazione e integrazione volontaria pervenuto

**************************************************************************************************************************************************************************************

Note: per leggere un file firmato digitalmente, è necessario:

  • installare un software di lettura-verifica-apposizione firma digitale.
    Qualora ne foste sprovvisti suggeriamo di installare il programma DIKE , sviluppato e distribuito gratuitamente da Infocamere
dike 

Per informazioni e download del prodotto consultare il sito

https://www.firma.infocert.it

Una volta installato è semplicissimo. Basta aprire direttamente dal software il file firmato, richiamandolo dalla cartella di archiviazione in cui lo avete collocato, e vi verrà data informazione circa il nominativo del firmatario e la validità di firma digitale, nonchè la possibilità di visualizzare il documento nel formato file ad esso corrispondente.

oppure

in alternativa è possibile verificare on line i files ricevuti seguendo una semplice procedura guidata che consente la lettura senza dover scaricare alcun programma software, collegandosi all'indirizzo:

https://www.firma.infocert.it/utenti/verifica.php