L'esercitazione ha riguardato operazioni di ricerca e soccorso in mare di un'unità da diporto incendiatasi

Il mattino del giorno 28 novembre scorso si è svolta un’importante esercitazione di ricerca e soccorso in mare, coordinata dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna che ha coinvolto mezzi navali ed aerei della Guardia Costera, dei Vigili del Fuoco e della Polizia di Stato, impegnati nel soccorso di un'unità da diporto incendiatasi al largo della costa ravennate ed alla ricerca, individuazione e successivo trasporto a terra di due diportisti traumatizzati.

Lo scenario è stato realizzato con l’utilizzo di fumogeni a bordo di una piccola unità navale della Guardia Costiera a circa 10 miglia dalla costa, e dal rilascio in mare, in due punti diversi, di due manichini simulanti i naufraghi. Il dispositivo navale attivato ha visto impegnate due unità della Guardia Costiera, di cui una progettata ed appositamente costruita per le operazioni di soccorso, un'unità dei Vigili del Fuoco specificatamente attrezzata per lo spegnimento degli incendi in mare, ed una motovedetta della polizia di stato, che hanno operato sotto la direzione ed il coordinamento della sala operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna.

Lo scenario addestrativo ha visto successivamente l’impiego di un elicottero dei Vigili del Fuoco per l’individuazione di un disperso che è stato, grazie all’efficace coordinamento delle risorse navali ed aeree, ritrovato e recuperato in breve tempo. L’evento ha potuto confermare la piena sinergia delle istituzioni che partecipano alle operazioni di ricerca e soccorso in mare, sotto il coordinamento della guardia costiera, che si è concretizzato anche nella verifica funzionale degli specifici protocolli sottoscritti tra la Guardia Costiera ed il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Continua quindi incessante l’azione di addestramento del personale delle istituzioni che in prima linea ed in concorso con la Guardia Costiera, assicurano la funzione del soccorso in mare, a tutela dei naviganti e dei diportisti.


  • "Prove tecniche di soccorso in mare per la Capitaneria di Porto." Ravenna notizie pubblicata il 29 Novembre 2017 <http://www.ravennanotizie.it/articoli/2017/11/29/prove-tecniche-di-soccorso-in-mare-per-la-capitaneria-di-porto.html> 1 Dicembre 2017 .


01/12/2017 Ravenna

L'esercitazione ha riguardato operazioni di ricerca e soccorso in mare di un'unità da diporto incendiatasi

Il mattino del giorno 28 novembre scorso si è svolta un’importante esercitazione di ricerca e soccorso in mare, coordinata dalla sala operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna che ha coinvolto mezzi navali ed aerei della Guardia Costera, dei Vigili del Fuoco e della Polizia di Stato, impegnati nel soccorso di un'unità da diporto incendiatasi al largo della costa ravennate ed alla ricerca, individuazione e successivo trasporto a terra di due diportisti traumatizzati.

Lo scenario è stato realizzato con l’utilizzo di fumogeni a bordo di una piccola unità navale della Guardia Costiera a circa 10 miglia dalla costa, e dal rilascio in mare, in due punti diversi, di due manichini simulanti i naufraghi. Il dispositivo navale attivato ha visto impegnate due unità della Guardia Costiera, di cui una progettata ed appositamente costruita per le operazioni di soccorso, un'unità dei Vigili del Fuoco specificatamente attrezzata per lo spegnimento degli incendi in mare, ed una motovedetta della polizia di stato, che hanno operato sotto la direzione ed il coordinamento della sala operativa della Capitaneria di Porto di Ravenna.

Lo scenario addestrativo ha visto successivamente l’impiego di un elicottero dei Vigili del Fuoco per l’individuazione di un disperso che è stato, grazie all’efficace coordinamento delle risorse navali ed aeree, ritrovato e recuperato in breve tempo. L’evento ha potuto confermare la piena sinergia delle istituzioni che partecipano alle operazioni di ricerca e soccorso in mare, sotto il coordinamento della guardia costiera, che si è concretizzato anche nella verifica funzionale degli specifici protocolli sottoscritti tra la Guardia Costiera ed il corpo nazionale dei Vigili del Fuoco.

Continua quindi incessante l’azione di addestramento del personale delle istituzioni che in prima linea ed in concorso con la Guardia Costiera, assicurano la funzione del soccorso in mare, a tutela dei naviganti e dei diportisti.


  • "Prove tecniche di soccorso in mare per la Capitaneria di Porto." Ravenna notizie pubblicata il 29 Novembre 2017 <http://www.ravennanotizie.it/articoli/2017/11/29/prove-tecniche-di-soccorso-in-mare-per-la-capitaneria-di-porto.html> 1 Dicembre 2017 .


Ravenna

Immagine segnaposto

Passeggero infortunato su nave da crociera, interviene la Guardia Costiera di Ravenna e il personale medico del 118.

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Cestha: rilasciata in mare la tartaruga marina “Moby Dick”

Immagine segnaposto

Il Sindaco Massimo Medri ha incontrato i militari della Guardia costiera di Cervia.

Immagine segnaposto

Accordo operativo tra la Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco dell’Emilia-Romagna