FONTE: RavennaToday

Si è tenuto martedì, nella sede della Direzione Marittima di Ravenna, un tavolo tecnico presieduto dal Comandante Capitano di Vascello Pietro Ruberto, al quale hanno preso parte tutti i principali soggetti istituzionali che, ciascuno per il proprio ruolo e competenza, operano sulle spiagge del litorale ravennate e cervese. Scopo dell'incontro è stato quello di esaminare i contenuti dell'Ordinanza Balneare, nonché mettere a punto l'attività di coordinamento di tutti i soggetti che concorrono al complesso sistema del soccorso in mare. Erano presenti i vertici della Polizia municipale di Ravenna e Cervia oltre al responsabile del 118 di Ravenna, nonché i rappresentanti delle cooperative spiagge e delle organizzazioni del salvamento.

Il Comandante Ruberto, nel focalizzare i compiti istituzionali della Guardia Costiera in materia di sicurezza e soccorso in mare, ha inoltre lodato la sinergia operante tra le varie Istituzioni interessate, punto di forza di questo territorio che dovrebbe essere presa a modello, per la sua efficienza, in tutte le altre realtà. Sono stati inoltre illustrati e puntualizzati alcuni elementi salienti dell'Ordinanza in argomento afferenti la sicurezza della navigazione e la salvaguardia della vita umana in mare, in previsione del consistente afflusso di bagnanti che prossimamente si riverseranno sulle spiagge romagnole. Inoltre, nel corso della riunione sono state fornite informazioni sulle attività di preparazione dei militari della Guardia Costiera che quest'estate vigileranno sulla sicurezza dei bagnanti e dei diportisti. In particolare, gli stessi si stanno preparando affinando le tecniche di primo soccorso anche attraverso corsi mirati all'uso del defibrillatore automatico. Pertanto, già dallo scorso mese di aprile, grazie alla collaborazione del personale sanitario del "Romagna soccorso" afferente all'Unità Operativa Complessa emergenza territoriale-Ravenna-centrale operativa 118-area vasta Romagna, sono stati formati e aggiornati i brevetti di ben 58 militari che presteranno servizio sia sulle spiagge, in pattuglie di vigilanza, che sulle unità navali del Corpo.

Le attività formative e addestrative rientrano nella fasi preparative della consueta operazione estiva denominata "Mare sicuro" che vede ogni estate gli uomini e le donne della Guardia Costiera impegnati sul territorio per garantire la regolarità delle attività balneari e diportistiche. Per le emergenze in mare è disponibile il numero gratuito 1530 che mette l'utente in contatto con la sala operativa della Capitaneria di porto più vicina.

16/05/2018 Ravenna Eventi

FONTE: RavennaToday

Si è tenuto martedì, nella sede della Direzione Marittima di Ravenna, un tavolo tecnico presieduto dal Comandante Capitano di Vascello Pietro Ruberto, al quale hanno preso parte tutti i principali soggetti istituzionali che, ciascuno per il proprio ruolo e competenza, operano sulle spiagge del litorale ravennate e cervese. Scopo dell'incontro è stato quello di esaminare i contenuti dell'Ordinanza Balneare, nonché mettere a punto l'attività di coordinamento di tutti i soggetti che concorrono al complesso sistema del soccorso in mare. Erano presenti i vertici della Polizia municipale di Ravenna e Cervia oltre al responsabile del 118 di Ravenna, nonché i rappresentanti delle cooperative spiagge e delle organizzazioni del salvamento.

Il Comandante Ruberto, nel focalizzare i compiti istituzionali della Guardia Costiera in materia di sicurezza e soccorso in mare, ha inoltre lodato la sinergia operante tra le varie Istituzioni interessate, punto di forza di questo territorio che dovrebbe essere presa a modello, per la sua efficienza, in tutte le altre realtà. Sono stati inoltre illustrati e puntualizzati alcuni elementi salienti dell'Ordinanza in argomento afferenti la sicurezza della navigazione e la salvaguardia della vita umana in mare, in previsione del consistente afflusso di bagnanti che prossimamente si riverseranno sulle spiagge romagnole. Inoltre, nel corso della riunione sono state fornite informazioni sulle attività di preparazione dei militari della Guardia Costiera che quest'estate vigileranno sulla sicurezza dei bagnanti e dei diportisti. In particolare, gli stessi si stanno preparando affinando le tecniche di primo soccorso anche attraverso corsi mirati all'uso del defibrillatore automatico. Pertanto, già dallo scorso mese di aprile, grazie alla collaborazione del personale sanitario del "Romagna soccorso" afferente all'Unità Operativa Complessa emergenza territoriale-Ravenna-centrale operativa 118-area vasta Romagna, sono stati formati e aggiornati i brevetti di ben 58 militari che presteranno servizio sia sulle spiagge, in pattuglie di vigilanza, che sulle unità navali del Corpo.

Le attività formative e addestrative rientrano nella fasi preparative della consueta operazione estiva denominata "Mare sicuro" che vede ogni estate gli uomini e le donne della Guardia Costiera impegnati sul territorio per garantire la regolarità delle attività balneari e diportistiche. Per le emergenze in mare è disponibile il numero gratuito 1530 che mette l'utente in contatto con la sala operativa della Capitaneria di porto più vicina.

Eventi

Immagine segnaposto

Passeggero infortunato su nave da crociera, interviene la Guardia Costiera di Ravenna e il personale medico del 118.

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Cestha: rilasciata in mare la tartaruga marina “Moby Dick”

Immagine segnaposto

Il Sindaco Massimo Medri ha incontrato i militari della Guardia costiera di Cervia.

Immagine segnaposto

Accordo operativo tra la Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco dell’Emilia-Romagna

Ravenna

Immagine segnaposto

Passeggero infortunato su nave da crociera, interviene la Guardia Costiera di Ravenna e il personale medico del 118.

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Cestha: rilasciata in mare la tartaruga marina “Moby Dick”

Immagine segnaposto

Il Sindaco Massimo Medri ha incontrato i militari della Guardia costiera di Cervia.

Immagine segnaposto

Accordo operativo tra la Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco dell’Emilia-Romagna