È stata portata a termine nella mattinata odierna una mirata ed intensa operazione di contrasto all’abusivismo commerciale, volta ad assicurare il rispetto delle norme che disciplinano l’esercizio del commercio sulle aree pubbliche: gli uomini della Capitaneria di Porto di Ravenna, infatti, hanno effettuato una serie di accertamenti e controlli sulla costa ravennate, in corrispondenza dei lidi di Marina Romea e Casal Borsetti.

L'operazione, che rientra nell’ambito dell’attività estiva condotta dalla Guardia Costiera per la salvaguardia della sicurezza sul demanio marittimo globalmente intesa, sia in mare che a terra, ha portato al sequestro di circa 664 pezzi tra accessori, capi d’abbigliamento con marchi e griffes contraffatti e bigiotteria.
Rilevante, infine, il bilancio stilato al termine della delicata attività, in cui sono stati impiegati i nuclei operativi della Capitaneria di porto: dai controlli, infatti, oltre all’ingente sequestro dei prodotti summenzionati, è scaturita anche l’elevazione di due verbali nei confronti di altrettanti soggetti fermati ed identificati, per un ammontare complessivo di quasi 10.328 Euro, nonché ne è derivata l’informativa alla Procura di Ravenna dei comportamenti  riscontrati nell’ambito della contraffazione delle griffes.
L’operazione odierna si attesta quale ulteriore dimostrazione di operato della Guardia Costiera, chiamata ad operare, a tutela della legalità ed a vantaggio del cittadino,  sotto il coordinamento della Prefettura ravennate.

15/06/2015 Ravenna Eventi

È stata portata a termine nella mattinata odierna una mirata ed intensa operazione di contrasto all’abusivismo commerciale, volta ad assicurare il rispetto delle norme che disciplinano l’esercizio del commercio sulle aree pubbliche: gli uomini della Capitaneria di Porto di Ravenna, infatti, hanno effettuato una serie di accertamenti e controlli sulla costa ravennate, in corrispondenza dei lidi di Marina Romea e Casal Borsetti.

L'operazione, che rientra nell’ambito dell’attività estiva condotta dalla Guardia Costiera per la salvaguardia della sicurezza sul demanio marittimo globalmente intesa, sia in mare che a terra, ha portato al sequestro di circa 664 pezzi tra accessori, capi d’abbigliamento con marchi e griffes contraffatti e bigiotteria.
Rilevante, infine, il bilancio stilato al termine della delicata attività, in cui sono stati impiegati i nuclei operativi della Capitaneria di porto: dai controlli, infatti, oltre all’ingente sequestro dei prodotti summenzionati, è scaturita anche l’elevazione di due verbali nei confronti di altrettanti soggetti fermati ed identificati, per un ammontare complessivo di quasi 10.328 Euro, nonché ne è derivata l’informativa alla Procura di Ravenna dei comportamenti  riscontrati nell’ambito della contraffazione delle griffes.
L’operazione odierna si attesta quale ulteriore dimostrazione di operato della Guardia Costiera, chiamata ad operare, a tutela della legalità ed a vantaggio del cittadino,  sotto il coordinamento della Prefettura ravennate.

Eventi

Immagine segnaposto

Passeggero infortunato su nave da crociera, interviene la Guardia Costiera di Ravenna e il personale medico del 118.

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Cestha: rilasciata in mare la tartaruga marina “Moby Dick”

Immagine segnaposto

Il Sindaco Massimo Medri ha incontrato i militari della Guardia costiera di Cervia.

Immagine segnaposto

Accordo operativo tra la Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco dell’Emilia-Romagna

Ravenna

Immagine segnaposto

Passeggero infortunato su nave da crociera, interviene la Guardia Costiera di Ravenna e il personale medico del 118.

Immagine segnaposto

Guardia Costiera e Cestha: rilasciata in mare la tartaruga marina “Moby Dick”

Immagine segnaposto

Il Sindaco Massimo Medri ha incontrato i militari della Guardia costiera di Cervia.

Immagine segnaposto

Accordo operativo tra la Guardia Costiera e i Vigili del Fuoco dell’Emilia-Romagna