Effettuata evacuazione medica di un passeggero che si trovava a bordo di una nave da crociera, che era appena uscita dal porto diretta in Croazia.

La sala operativa della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ravenna, cui era giunta la chiamata di soccorso da parte della nave da crociera, ha disposto in coordinamento con il CIRM – Centro Internazionale Radio-medico l'uscita immediata della motovedetta CP 328, che nel frattempo aveva preso a bordo il personale medico del 118.

Raggiunta in pochi minuti la nave da crociera, a circa un miglio nautico fuori dell'imboccatura del porto, il paziente è stato stabilizzato e trasbordato sulla motovedetta con l'assistenza dei sanitari, ed in breve condotto a terra, presso la darsena a Marina di Ravenna.

Sbarcato in sicurezza, è stato affidato alle cure del 118 e condotto in ambulanza in ospedale per gli accertamenti e le cure del caso.

La collaborazione con il personale del Servizio 118, con la possibilità di imbarcare personale medico a bordo delle motovedette della Guardia Costiera, è prevista da un apposito protocollo operativo stipulato tra la Direzione marittima dell'Emilia-Romagna ed il Servizio 118, che viene attivato ogni volta in cui sia necessario trasbordare un paziente da una nave in navigazione per portare soccorso ed abbreviare i tempi d'intervento. 


07/08/2022 Ravenna Eventi

Effettuata evacuazione medica di un passeggero che si trovava a bordo di una nave da crociera, che era appena uscita dal porto diretta in Croazia.

La sala operativa della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Ravenna, cui era giunta la chiamata di soccorso da parte della nave da crociera, ha disposto in coordinamento con il CIRM – Centro Internazionale Radio-medico l'uscita immediata della motovedetta CP 328, che nel frattempo aveva preso a bordo il personale medico del 118.

Raggiunta in pochi minuti la nave da crociera, a circa un miglio nautico fuori dell'imboccatura del porto, il paziente è stato stabilizzato e trasbordato sulla motovedetta con l'assistenza dei sanitari, ed in breve condotto a terra, presso la darsena a Marina di Ravenna.

Sbarcato in sicurezza, è stato affidato alle cure del 118 e condotto in ambulanza in ospedale per gli accertamenti e le cure del caso.

La collaborazione con il personale del Servizio 118, con la possibilità di imbarcare personale medico a bordo delle motovedette della Guardia Costiera, è prevista da un apposito protocollo operativo stipulato tra la Direzione marittima dell'Emilia-Romagna ed il Servizio 118, che viene attivato ogni volta in cui sia necessario trasbordare un paziente da una nave in navigazione per portare soccorso ed abbreviare i tempi d'intervento. 


Eventi

Immagine segnaposto

Esercitazione di ricerca e soccorso in mare e antinquinamento “Airsubsarex”, coordinata dalla Direzione Marittima

Immagine segnaposto

Pesca non consentita in porto: sanzione amministrativa da 1000 a 3000 euro e sequestro dell’attrezzatura a carico del contravventore.

Immagine segnaposto

Porto di Ravenna: Nave da passeggeri rompe i cavi di ormeggio a causa del forte maltempo: tempestivo intervento della Capitaneria di porto – Guardia Costiera e dei Servizi tecnico-nautici.

Immagine segnaposto

Porto di Ravenna: istituzione di uno schema di separazione del traffico navale e di aree regolamentate di ancoraggio nella zona di mare antistante l’imboccatura del porto di Ravenna

Ravenna

Immagine segnaposto

Esercitazione di ricerca e soccorso in mare e antinquinamento “Airsubsarex”, coordinata dalla Direzione Marittima

Immagine segnaposto

Pesca non consentita in porto: sanzione amministrativa da 1000 a 3000 euro e sequestro dell’attrezzatura a carico del contravventore.

Immagine segnaposto

Porto di Ravenna: Nave da passeggeri rompe i cavi di ormeggio a causa del forte maltempo: tempestivo intervento della Capitaneria di porto – Guardia Costiera e dei Servizi tecnico-nautici.

Immagine segnaposto

Porto di Ravenna: istituzione di uno schema di separazione del traffico navale e di aree regolamentate di ancoraggio nella zona di mare antistante l’imboccatura del porto di Ravenna