Durante la settimana di Ferragosto ed in concomitanza con il previsto picco di presenze di turisti e di utenza marittima sulle isole dell'Arcipelago Toscano, le donne e gli uomini della Guardia Costiera di Portoferraio, nell'ambito dell'operazione nazionale denominata "Mare Sicuro 2022", hanno intensificato il proprio assetto operativo per garantire la massima capacità di intervento in mare e nei porti.

 

A seguito delle segnalazioni pervenute alla Sala operativa della Guardia Costiera di Portoferraio, sono stati effettuati circa 15 interventi di assistenza e soccorso su tutta l'Isola d'Elba, mentre per l'attività di sorveglianza sono stati eseguiti oltre 250 controlli sia in mare che a terra.

 

Tra gli eventi di rilievo, occorre evidenziare l'attività di ricerca della 48enne originaria di Milano, scomparsa la mattina del 14 agosto u.s. a cui, oltre all'Autorità Marittima di Portoferraio, che ha coordinato le operazioni di soccorso in mare, hanno partecipato tutte le forze dell'ordine/polizia, dei VVF, delle associazioni di volontariato presenti sul territorio elbano, la cui perfetta sinergia ha condotto al ritrovamento della donna in vita.

 

Le avverse condizioni meteomarine degli ultimi giorni hanno richiesto diversi interventi tra i quali si segnala il soccorso prestato nella giornata di ieri dalla dipendente Motovedetta CP 892 ad un'imbarcazione a vela di 10 mt in navigazione nel canale di Piombino, in prossimità dell'isolotto di Palmaiola. A causa delle raffiche di vento che superavano i 30 nodi è stato richiesto l'intervento della Guardia Costiera, in quanto tre delle cinque persone presenti a bordo, sono state colte da malore e pertanto trasbordate sulla motovedetta per il rientro in sicurezza nel porto di Portoferraio.

 

Inoltre, un gommone utilizzato come mezzo d'appoggio per una nota scuola di diving dell'Elba si è ribaltato sempre a causa delle intense raffiche di vento. Immediato l'intervento dei militari della Guardia Costiera di Marciana Marina che hanno tratto in salvo le quattro persone presenti a bordo del natante.

 

Un impegno tangibile da parte della Guardia Costiera di Portoferraio che nel corso di queste intense giornate ferragostane ha dimostrato rapida risposta per ogni esigenza in mare e sulla costa.

 

L'impegno rafforzato dei militari della Guardia Costiera di Portoferraio proseguirà fino al mese di settembre per consentire ai numerosi turisti ed a tutta l'utenza marittima che ogni giorno approda sulle isole dell'Arcipelago Toscano di trascorrere un'estate sicura.


19/08/2022 Portoferraio Eventi


Durante la settimana di Ferragosto ed in concomitanza con il previsto picco di presenze di turisti e di utenza marittima sulle isole dell'Arcipelago Toscano, le donne e gli uomini della Guardia Costiera di Portoferraio, nell'ambito dell'operazione nazionale denominata "Mare Sicuro 2022", hanno intensificato il proprio assetto operativo per garantire la massima capacità di intervento in mare e nei porti.

 

A seguito delle segnalazioni pervenute alla Sala operativa della Guardia Costiera di Portoferraio, sono stati effettuati circa 15 interventi di assistenza e soccorso su tutta l'Isola d'Elba, mentre per l'attività di sorveglianza sono stati eseguiti oltre 250 controlli sia in mare che a terra.

 

Tra gli eventi di rilievo, occorre evidenziare l'attività di ricerca della 48enne originaria di Milano, scomparsa la mattina del 14 agosto u.s. a cui, oltre all'Autorità Marittima di Portoferraio, che ha coordinato le operazioni di soccorso in mare, hanno partecipato tutte le forze dell'ordine/polizia, dei VVF, delle associazioni di volontariato presenti sul territorio elbano, la cui perfetta sinergia ha condotto al ritrovamento della donna in vita.

 

Le avverse condizioni meteomarine degli ultimi giorni hanno richiesto diversi interventi tra i quali si segnala il soccorso prestato nella giornata di ieri dalla dipendente Motovedetta CP 892 ad un'imbarcazione a vela di 10 mt in navigazione nel canale di Piombino, in prossimità dell'isolotto di Palmaiola. A causa delle raffiche di vento che superavano i 30 nodi è stato richiesto l'intervento della Guardia Costiera, in quanto tre delle cinque persone presenti a bordo, sono state colte da malore e pertanto trasbordate sulla motovedetta per il rientro in sicurezza nel porto di Portoferraio.

 

Inoltre, un gommone utilizzato come mezzo d'appoggio per una nota scuola di diving dell'Elba si è ribaltato sempre a causa delle intense raffiche di vento. Immediato l'intervento dei militari della Guardia Costiera di Marciana Marina che hanno tratto in salvo le quattro persone presenti a bordo del natante.

 

Un impegno tangibile da parte della Guardia Costiera di Portoferraio che nel corso di queste intense giornate ferragostane ha dimostrato rapida risposta per ogni esigenza in mare e sulla costa.

 

L'impegno rafforzato dei militari della Guardia Costiera di Portoferraio proseguirà fino al mese di settembre per consentire ai numerosi turisti ed a tutta l'utenza marittima che ogni giorno approda sulle isole dell'Arcipelago Toscano di trascorrere un'estate sicura.


Eventi

Immagine segnaposto

Inquinamento in mare, è una esercitazione!

Immagine segnaposto

Santa Barbara unisce tutta la collettività

Immagine segnaposto

La capitaneria e il nucleo sommozzatori rimuovono oltre tre tonnellate di rifiuti

Immagine segnaposto

CASA DELL'AGRONOMO RESTAURATA, ANCHE IL PRESIDENTE GIANI PARTECIPA ALLA CERIMONIA DI INAUGURAZIONE A PIANOSA

Portoferraio

Immagine segnaposto

Inquinamento in mare, è una esercitazione!

Immagine segnaposto

Santa Barbara unisce tutta la collettività

Immagine segnaposto

La Guardia costiera impegnata nella tutela della biodiversità