Un’operazione di soccorso è stata portata a termine nella mattinata di oggi dalla Guardia Costiera di Porto Torres, ed ha consentito il trasbordo in sicurezza per evacuazione medica di un passeggero di nazionalità bulgara di anni 60, in preda ad un principio di infarto a bordo della nave “CRUISE BARCELONA”, con 954 passeggeri a bordo e 128 membri d’equipaggio.  

La situazione è stata monitorata dalla sala operativa della Capitaneria di Porto turritana già dalle prime ore di stamane, quando la nave della Società Grimaldi era in navigazione per Barcellona, con contatti diretti con la stessa unità e la Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma. L’operazione di soccorso è iniziata alle ore 08.40 di oggi, quando la nave ha comunica l’emergenza medica alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Porto Torres. Il C.I.R.M. (Centro Internazionale Radio Medico), dopo aver sentito via radio il medico di bordo per una prima diagnosi, ha disposto l’evacuazione medica per l’immediato ricovero presso una struttura ospedaliera. 

La Guardia Costiera di Porto Torres, pertanto, ha dirottato la nave al centro del Golfo dell’Asinara, al fine di poter effettuare il trasbordo del malcapitato in acque tranquille a mezzo della M/V CP 810, inviata incontro alla nave. Alle ore 09:50 circa, la M/V CP 810, unità navale specializzata nella ricerca e soccorso, ha intercettato l’unità nel golfo dell’Asinara a circa 10 miglia da Porto Torres ed effettuato il trasbordo del passeggero bisognevole di cure mediche. Il Comandante della “CRUISE BARCELONA” ha espresso via radio parole di apprezzamento per il comportamento dell’equipaggio della motovedetta intervenuta, in quanto tali operazioni richiedono grande perizia marinaresca. 

Le operazioni di soccorso si sono concluse alle ore 10.40 circa, quando il passeggero bulgaro, sbarcato presso la banchina della Capitaneria di porto, è stato trasportato con ambulanza del servizio 118, prontamente intervenuto, presso il nosocomio sassarese per le cure del caso, mentre il traghetto “CRUISE BARCELONA” è stato autorizzato a proseguire la navigazione verso il porto di Barcellona.  

Il Comandante della Capitaneria di Porto di Porto Torres, Capitano di Fregata (CP) Emilio DEL SANTO, ha evidenziato che la procedura di evacuazione medica via mare vede periodicamente impegnate le motovedette della Guardia Costiera in un’attività, comunque effettuata previa diagnosi del personale del Centro Internazionale Radio Medico, dove la tempistica è fondamentale per assicurare in tempi rapidi il malcapitato alle cure mediche necessarie.
25/09/2019 Porto Torres

Un’operazione di soccorso è stata portata a termine nella mattinata di oggi dalla Guardia Costiera di Porto Torres, ed ha consentito il trasbordo in sicurezza per evacuazione medica di un passeggero di nazionalità bulgara di anni 60, in preda ad un principio di infarto a bordo della nave “CRUISE BARCELONA”, con 954 passeggeri a bordo e 128 membri d’equipaggio.  

La situazione è stata monitorata dalla sala operativa della Capitaneria di Porto turritana già dalle prime ore di stamane, quando la nave della Società Grimaldi era in navigazione per Barcellona, con contatti diretti con la stessa unità e la Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma. L’operazione di soccorso è iniziata alle ore 08.40 di oggi, quando la nave ha comunica l’emergenza medica alla sala operativa della Capitaneria di Porto di Porto Torres. Il C.I.R.M. (Centro Internazionale Radio Medico), dopo aver sentito via radio il medico di bordo per una prima diagnosi, ha disposto l’evacuazione medica per l’immediato ricovero presso una struttura ospedaliera. 

La Guardia Costiera di Porto Torres, pertanto, ha dirottato la nave al centro del Golfo dell’Asinara, al fine di poter effettuare il trasbordo del malcapitato in acque tranquille a mezzo della M/V CP 810, inviata incontro alla nave. Alle ore 09:50 circa, la M/V CP 810, unità navale specializzata nella ricerca e soccorso, ha intercettato l’unità nel golfo dell’Asinara a circa 10 miglia da Porto Torres ed effettuato il trasbordo del passeggero bisognevole di cure mediche. Il Comandante della “CRUISE BARCELONA” ha espresso via radio parole di apprezzamento per il comportamento dell’equipaggio della motovedetta intervenuta, in quanto tali operazioni richiedono grande perizia marinaresca. 

Le operazioni di soccorso si sono concluse alle ore 10.40 circa, quando il passeggero bulgaro, sbarcato presso la banchina della Capitaneria di porto, è stato trasportato con ambulanza del servizio 118, prontamente intervenuto, presso il nosocomio sassarese per le cure del caso, mentre il traghetto “CRUISE BARCELONA” è stato autorizzato a proseguire la navigazione verso il porto di Barcellona.  

Il Comandante della Capitaneria di Porto di Porto Torres, Capitano di Fregata (CP) Emilio DEL SANTO, ha evidenziato che la procedura di evacuazione medica via mare vede periodicamente impegnate le motovedette della Guardia Costiera in un’attività, comunque effettuata previa diagnosi del personale del Centro Internazionale Radio Medico, dove la tempistica è fondamentale per assicurare in tempi rapidi il malcapitato alle cure mediche necessarie.

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi