Troppi incidenti in mare a causa del maltempo. Troppe le segnalazioni di bagnanti in difficoltà in tutto il compartimento marittimo di Porto Torres nei giorni di forte maestrale.

Un litorale vasto e articolato con un estensione di oltre 374 km e caratteristiche geografiche diverse (Rena Majore, Aglientu, Platamona, Porto Torres, Stintino e Alghero), con frequentazioni più intense ed esigenze di urbanizzazioni peculiari, senza trascurare le zone scelte da un turismo selvaggio (Porto Ferro e Argentiera) dove l'attività di soccorso diventa più difficile.

Il comandante della Capitaneria di Porto Torres, Paolo Bianca ha inviato una nota a tutti i sindaci dei comuni costieri per richiamare le associazioni di volontariato che assicurano il salvataggio in mare per tenere la situazione sotto controllo.

"Ho ritenuto opportuno richiamare le associazioni più importanti del circondario al fine di assicurare la presenza in spiaggia del loro personale, anche quando sembra che non ci siano bagnanti, perché è sufficiente che ce ne sia solo uno che si avventura in acqua per richiedere l'intervento dell' assistente bagnante, il quale è responsabile della vita di quella persona".

Un richiamo severo a seguito dei troppi casi di incidenti mortali conseguenza spesso dell'incoscienza delle persone che sottovalutano la pericolosità segnalata del mare in burrasca.

01/08/2017 Porto Torres

Troppi incidenti in mare a causa del maltempo. Troppe le segnalazioni di bagnanti in difficoltà in tutto il compartimento marittimo di Porto Torres nei giorni di forte maestrale.

Un litorale vasto e articolato con un estensione di oltre 374 km e caratteristiche geografiche diverse (Rena Majore, Aglientu, Platamona, Porto Torres, Stintino e Alghero), con frequentazioni più intense ed esigenze di urbanizzazioni peculiari, senza trascurare le zone scelte da un turismo selvaggio (Porto Ferro e Argentiera) dove l'attività di soccorso diventa più difficile.

Il comandante della Capitaneria di Porto Torres, Paolo Bianca ha inviato una nota a tutti i sindaci dei comuni costieri per richiamare le associazioni di volontariato che assicurano il salvataggio in mare per tenere la situazione sotto controllo.

"Ho ritenuto opportuno richiamare le associazioni più importanti del circondario al fine di assicurare la presenza in spiaggia del loro personale, anche quando sembra che non ci siano bagnanti, perché è sufficiente che ce ne sia solo uno che si avventura in acqua per richiedere l'intervento dell' assistente bagnante, il quale è responsabile della vita di quella persona".

Un richiamo severo a seguito dei troppi casi di incidenti mortali conseguenza spesso dell'incoscienza delle persone che sottovalutano la pericolosità segnalata del mare in burrasca.

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi