STINTINO - Nelle prime ore del mattino di oggi la Guardia Costiera di Porto Torres ha portato a termine un'operazione di assistenza e soccorso, che ha portato al salvataggio di sei diportisti di nazionalità italiana su un'imbarcazione da diporto vela/motore di 16 metri, battente bandiera Gibilterra, incagliata con la deriva nelle acque antistanti l'ingresso del porto di Stintino. L'operazione S.A.R. ha avuto inizio intorno alle ore 4.30 circa di oggi, quando la Sala Operativa della Capitaneria di porto turritana è stata allertata tramite numero blu di emergenza 1530 dagli occupanti di un'imbarcazione da diporto che hanno richiesto immediato intervento perché l'unità si era incagliata nelle acque fuori dal porto di Stintino. 

Immediatamente la Sala operativa della Guardia Costiera ha invitato il personale di bordo ad indossare i giubbotti di salvataggio e a mantenere la calma e, assunto il coordinamento dell'operazione S.A.R., ha inviato sul punto la dipendente Motovedetta Cp 810, unità ognitempo specializzata nell'attività di ricerca e soccorso. Il Comandante dell'imbarcazione da diporto ha comunque subito rassicurato la Sala operativa circa le buone condizioni di salute delle persone a bordo. 

Intercettata l'unità, questa è stata disincagliata da una mezzo specializzato fatto intervenire dal porto di Stintino, per poi proseguire in sicurezza la navigazione verso il porto di Porto Torres, unico sorgitore dove sono presenti cantieri navali capaci di operare su unità di tali dimensioni, assistita continuamente dalla motovedetta della Guardia Costiera dove era stato trasbordato parte dell'equipaggio dell'unità da diporto per favorirne le condizioni di galleggiabilità. L'unità assistita dagli uomini della Guardia Costiera ha fatto ingresso nel porto di Porto Torres intorno alle ore 08.00 odierne, per essere ormeggiata in sicurezza presso un locale cantiere navale per gli accertamenti tecnici e le relative riparazioni. 

Dopo l'ingresso in porto, accertate le buone condizioni dell'equipaggio, si è proceduto a porre in essere le formalità di rito previste dal Codice della Navigazione e dalle leggi sul diporto nel caso di incidenti che possano pregiudicare la sicurezza della navigazione. L'attività posta in essere si inserisce nel più ampio ambito dell'attività Sar del Corpo, che nella sola giornata di ieri ha visto impegnati gli uomini e le donne della Guardia Costiera in 11 operazioni di soccorso, che hanno consentito di trarre in salvo un totale di 21 persone.

06/08/2015 Porto Torres

STINTINO - Nelle prime ore del mattino di oggi la Guardia Costiera di Porto Torres ha portato a termine un'operazione di assistenza e soccorso, che ha portato al salvataggio di sei diportisti di nazionalità italiana su un'imbarcazione da diporto vela/motore di 16 metri, battente bandiera Gibilterra, incagliata con la deriva nelle acque antistanti l'ingresso del porto di Stintino. L'operazione S.A.R. ha avuto inizio intorno alle ore 4.30 circa di oggi, quando la Sala Operativa della Capitaneria di porto turritana è stata allertata tramite numero blu di emergenza 1530 dagli occupanti di un'imbarcazione da diporto che hanno richiesto immediato intervento perché l'unità si era incagliata nelle acque fuori dal porto di Stintino. 

Immediatamente la Sala operativa della Guardia Costiera ha invitato il personale di bordo ad indossare i giubbotti di salvataggio e a mantenere la calma e, assunto il coordinamento dell'operazione S.A.R., ha inviato sul punto la dipendente Motovedetta Cp 810, unità ognitempo specializzata nell'attività di ricerca e soccorso. Il Comandante dell'imbarcazione da diporto ha comunque subito rassicurato la Sala operativa circa le buone condizioni di salute delle persone a bordo. 

Intercettata l'unità, questa è stata disincagliata da una mezzo specializzato fatto intervenire dal porto di Stintino, per poi proseguire in sicurezza la navigazione verso il porto di Porto Torres, unico sorgitore dove sono presenti cantieri navali capaci di operare su unità di tali dimensioni, assistita continuamente dalla motovedetta della Guardia Costiera dove era stato trasbordato parte dell'equipaggio dell'unità da diporto per favorirne le condizioni di galleggiabilità. L'unità assistita dagli uomini della Guardia Costiera ha fatto ingresso nel porto di Porto Torres intorno alle ore 08.00 odierne, per essere ormeggiata in sicurezza presso un locale cantiere navale per gli accertamenti tecnici e le relative riparazioni. 

Dopo l'ingresso in porto, accertate le buone condizioni dell'equipaggio, si è proceduto a porre in essere le formalità di rito previste dal Codice della Navigazione e dalle leggi sul diporto nel caso di incidenti che possano pregiudicare la sicurezza della navigazione. L'attività posta in essere si inserisce nel più ampio ambito dell'attività Sar del Corpo, che nella sola giornata di ieri ha visto impegnati gli uomini e le donne della Guardia Costiera in 11 operazioni di soccorso, che hanno consentito di trarre in salvo un totale di 21 persone.

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi