​VALLEDORIA - Un’importante operazione di polizia marittima a tutela della libera fruizione del demanio e dell’ambiente marino è stata portata a termine dalla Guardia Costiera di Porto Torres ed ha condotto al sequestro di una costruzione totalmente abusiva realizzata interamente sul demanio marittimo lungo il litorale di Valledoria, nonché di alcuni tubi per lo scarico illecito in spiaggia. La “villetta” abusiva è risultata realizzata con tutti i confort, quali recinzione perimetrale e scala in legno per l’accesso privato alla spiaggia.

Nel corso dell’operazione, i militari della Capitaneria di porto turritana hanno rinvenuto nei pressi della costruzione abusiva anche una serie di condutture non autorizzate per lo scarico in spiaggia, che non sono sfuggite agli occhi esperti dei militari nonostante fossero state occultate ad arte nella vegetazione per renderle invisibili ai controlli. All’attività hanno preso parte due pattuglie da terra ed un’unità navale specializzata nella navigazione veloce in zone di basso fondale per monitorare lo specchio acqueo antistante il luogo degli abusi.

I militari hanno quindi provveduto al sequestro d’iniziativa del manufatto abusivo, che dovrà essere convalidato dall’Autorità giudiziaria, ipotizzando i reati di abusiva occupazione di demanio marittimo e di violazioni in materia di tutela paesaggistica e ambientale. Il comandante della Capitaneria di porto turritana, Emilio Del Santo ha sottolineato come l’operazione portata a termine dalla Guardia Costiera di Porto Torres sia il frutto dell’attività di polizia marittima svolta, in collaborazione con l’Agenzia del Demanio, attraverso l’analisi dei documenti cartografici realizzati con foto aree presenti nel Sistema informativo del demanio marittimo cui ha accesso la Capitaneria di Porto, ma anche con l’impiego delle nuove tecnologie derivanti dall’impiego dei droni, capaci di realizzare immagini ad altissima risoluzione che permettono di avere una panoramica completa dall’alto della costa.

18/05/2018 Porto Torres

​VALLEDORIA - Un’importante operazione di polizia marittima a tutela della libera fruizione del demanio e dell’ambiente marino è stata portata a termine dalla Guardia Costiera di Porto Torres ed ha condotto al sequestro di una costruzione totalmente abusiva realizzata interamente sul demanio marittimo lungo il litorale di Valledoria, nonché di alcuni tubi per lo scarico illecito in spiaggia. La “villetta” abusiva è risultata realizzata con tutti i confort, quali recinzione perimetrale e scala in legno per l’accesso privato alla spiaggia.

Nel corso dell’operazione, i militari della Capitaneria di porto turritana hanno rinvenuto nei pressi della costruzione abusiva anche una serie di condutture non autorizzate per lo scarico in spiaggia, che non sono sfuggite agli occhi esperti dei militari nonostante fossero state occultate ad arte nella vegetazione per renderle invisibili ai controlli. All’attività hanno preso parte due pattuglie da terra ed un’unità navale specializzata nella navigazione veloce in zone di basso fondale per monitorare lo specchio acqueo antistante il luogo degli abusi.

I militari hanno quindi provveduto al sequestro d’iniziativa del manufatto abusivo, che dovrà essere convalidato dall’Autorità giudiziaria, ipotizzando i reati di abusiva occupazione di demanio marittimo e di violazioni in materia di tutela paesaggistica e ambientale. Il comandante della Capitaneria di porto turritana, Emilio Del Santo ha sottolineato come l’operazione portata a termine dalla Guardia Costiera di Porto Torres sia il frutto dell’attività di polizia marittima svolta, in collaborazione con l’Agenzia del Demanio, attraverso l’analisi dei documenti cartografici realizzati con foto aree presenti nel Sistema informativo del demanio marittimo cui ha accesso la Capitaneria di Porto, ma anche con l’impiego delle nuove tecnologie derivanti dall’impiego dei droni, capaci di realizzare immagini ad altissima risoluzione che permettono di avere una panoramica completa dall’alto della costa.

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi