​​Mistero, si tratta di una piccola imbarcazione: a bordo crostacei del Portogallo.

PORTO TORRES. Un relitto di piccola imbarcazione, con a bordo crostacei Percebes molto pregiati che vivono sulle coste di Galizia, Portogallo e Marocco, è stato avvistato ieri mattina da un motopesca in navigazione sulle acque del golfo dell’Asinara.

I pescatori, intorno alle 9.30, hanno cercato di capire se a bordo del natante ci fosse qualche persona e nel frattempo segnalato il potenziale pericolo alla guardia costiera. I militari della Capitaneria, appena allertati, sono arrivati sul posto insieme al Nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco del distaccamento di Porto Torres, trovando però solo dei molluschi a bordo del relitto alla deriva. Il piccolo natante mostrava i segni del tempo e l’ipotesi più probabile è che si sia sganciato da chi sa quale cima e quale porto visto che non risultava alcuna scritta sulla barca.

Alla stessa Capitaneria di porto non risultava alcuna denuncia di scomparsa di imbarcazione, meno che mai riconducibile allo scafo rinvenuto in mare, e l’unico fatto curioso era rappresentato dalla presenza dei crostacei che si trovavano a proprio agio dentro quel relitto abbandonato.

La barca è stata poi recuperata e trainata nel vicino porto di Stintino, dalla guardia costiera e dai vigili del fuoco che hanno operato in perfetta sinergia, quindi adagiata su uno scivolo in attesa della sua distruzione e del conseguente smaltimento in discarica una volta concluse le indagini per cercare di stabilire la provenienza dell’imbarcazione.

L’intervento da parte dei militari della Capitaneria e dei vigili è stato comunque importante in materia di sicurezza della navigazione, per evitare la possibile collisione da parte di altri piccoli natanti che col bel tempo si trovano in gran numero a navigare per il golfo dell’Asinara.

Resta comunque un certo mistero la presenza di questo relitto che navigava senza meta con le aragoste a bordo, e dal suo recupero non si può ottenere neanche il 30 per cento del valore del mezzo - come previsto - visto che si tratta di un relitto destinato ad essere distrutto. Nei prossimi giorni sarà data esecuzione allo smaltimento del relitto. (g.m.)

​LA NUOVA SARDEGNA sabato 18 aprile 2015.

20/04/2015 Porto Torres

​​Mistero, si tratta di una piccola imbarcazione: a bordo crostacei del Portogallo.

PORTO TORRES. Un relitto di piccola imbarcazione, con a bordo crostacei Percebes molto pregiati che vivono sulle coste di Galizia, Portogallo e Marocco, è stato avvistato ieri mattina da un motopesca in navigazione sulle acque del golfo dell’Asinara.

I pescatori, intorno alle 9.30, hanno cercato di capire se a bordo del natante ci fosse qualche persona e nel frattempo segnalato il potenziale pericolo alla guardia costiera. I militari della Capitaneria, appena allertati, sono arrivati sul posto insieme al Nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco del distaccamento di Porto Torres, trovando però solo dei molluschi a bordo del relitto alla deriva. Il piccolo natante mostrava i segni del tempo e l’ipotesi più probabile è che si sia sganciato da chi sa quale cima e quale porto visto che non risultava alcuna scritta sulla barca.

Alla stessa Capitaneria di porto non risultava alcuna denuncia di scomparsa di imbarcazione, meno che mai riconducibile allo scafo rinvenuto in mare, e l’unico fatto curioso era rappresentato dalla presenza dei crostacei che si trovavano a proprio agio dentro quel relitto abbandonato.

La barca è stata poi recuperata e trainata nel vicino porto di Stintino, dalla guardia costiera e dai vigili del fuoco che hanno operato in perfetta sinergia, quindi adagiata su uno scivolo in attesa della sua distruzione e del conseguente smaltimento in discarica una volta concluse le indagini per cercare di stabilire la provenienza dell’imbarcazione.

L’intervento da parte dei militari della Capitaneria e dei vigili è stato comunque importante in materia di sicurezza della navigazione, per evitare la possibile collisione da parte di altri piccoli natanti che col bel tempo si trovano in gran numero a navigare per il golfo dell’Asinara.

Resta comunque un certo mistero la presenza di questo relitto che navigava senza meta con le aragoste a bordo, e dal suo recupero non si può ottenere neanche il 30 per cento del valore del mezzo - come previsto - visto che si tratta di un relitto destinato ad essere distrutto. Nei prossimi giorni sarà data esecuzione allo smaltimento del relitto. (g.m.)

​LA NUOVA SARDEGNA sabato 18 aprile 2015.

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi