PORTO TORRES - Lo scenario è il porto industriale di Porto Torres dove le fiamme divampate nella prua della motocisterna Lipari ormeggiata nella banchina del pontile liquidi dello stabilimento Versalis hanno provocato un ferito grave. Si tratta di un'esercitazione antincendio che si è svolta oggi proprio nella banchina dove la nave proveniente da Priolo era approdata. Un'esercitazione rientrante nel programma delle esercitazioni semestrali della Capitaneria di Porto.

Lo scenario ha previsto un “May Day” lanciato sul canale 16 dal Comandante della motocisterna, il quale richiedeva un intervento urgente a causa di un incendio a bordo nella zona prodiera della nave con un ferito grave. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di porto turritana che ha fatto intervenire, nell’immediatezza, oltre alla motonave CP 810 e proprio personale a terra, anche i Vigili del Fuoco, il servizio 118 nonché carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato. Nel corso dell’esercitazione un marittimo, con ustioni in varie parti del corpo, una volta sbarcato dalla nave, è stato preso in consegna dal personale medico del 118 che dopo aver prestato le prime cure ha proceduto al trasferimento in auto-ambulanza presso l’ospedale S.S. Annunziata di Sassari.

Scopo della predetta esercitazione è stato quello di verificare i tempi di approntamento dei mezzi di soccorso nonché il rispetto delle procedure previste dalla monografia antincendio del porto di Porto Torres con particolare riferimento al funzionamento dell’impianto presente sulla banchina del Terminal Versalis. Alla suddetta esercitazione hanno partecipato tutti i sevizi tecnico-nautici del porto di Porto Torres (piloti, rimorchiatori, ormeggiatori/barcaioli) e la Società Sarda Antinquinamento.

Il Comandante del porto di Porto Torres, Emilio Del Santo, si è detto molto soddisfatto dei risultati dell’odierna esercitazione che, proprio per testare al meglio la prontezza operativa di tutta l’organizzazione antincendio portuale, si è svolta simulando uno scenario molto verosimile. «Proprio in tale ottica - ha precisato il Comandante Del Santo, - bisogna trarre spunto dai risultati delle esercitazioni in genere anche per perfezionare le attività che i vari soggetti interessati svolgono in sinergia tra loro, al fine di fronteggiare al meglio eventuali emergenze reali». ​

17/05/2018 Porto Torres

PORTO TORRES - Lo scenario è il porto industriale di Porto Torres dove le fiamme divampate nella prua della motocisterna Lipari ormeggiata nella banchina del pontile liquidi dello stabilimento Versalis hanno provocato un ferito grave. Si tratta di un'esercitazione antincendio che si è svolta oggi proprio nella banchina dove la nave proveniente da Priolo era approdata. Un'esercitazione rientrante nel programma delle esercitazioni semestrali della Capitaneria di Porto.

Lo scenario ha previsto un “May Day” lanciato sul canale 16 dal Comandante della motocisterna, il quale richiedeva un intervento urgente a causa di un incendio a bordo nella zona prodiera della nave con un ferito grave. Le operazioni di soccorso sono state coordinate dalla sala operativa della Capitaneria di porto turritana che ha fatto intervenire, nell’immediatezza, oltre alla motonave CP 810 e proprio personale a terra, anche i Vigili del Fuoco, il servizio 118 nonché carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia di Stato. Nel corso dell’esercitazione un marittimo, con ustioni in varie parti del corpo, una volta sbarcato dalla nave, è stato preso in consegna dal personale medico del 118 che dopo aver prestato le prime cure ha proceduto al trasferimento in auto-ambulanza presso l’ospedale S.S. Annunziata di Sassari.

Scopo della predetta esercitazione è stato quello di verificare i tempi di approntamento dei mezzi di soccorso nonché il rispetto delle procedure previste dalla monografia antincendio del porto di Porto Torres con particolare riferimento al funzionamento dell’impianto presente sulla banchina del Terminal Versalis. Alla suddetta esercitazione hanno partecipato tutti i sevizi tecnico-nautici del porto di Porto Torres (piloti, rimorchiatori, ormeggiatori/barcaioli) e la Società Sarda Antinquinamento.

Il Comandante del porto di Porto Torres, Emilio Del Santo, si è detto molto soddisfatto dei risultati dell’odierna esercitazione che, proprio per testare al meglio la prontezza operativa di tutta l’organizzazione antincendio portuale, si è svolta simulando uno scenario molto verosimile. «Proprio in tale ottica - ha precisato il Comandante Del Santo, - bisogna trarre spunto dai risultati delle esercitazioni in genere anche per perfezionare le attività che i vari soggetti interessati svolgono in sinergia tra loro, al fine di fronteggiare al meglio eventuali emergenze reali». ​

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi