​CASTELSARDO - Gavitelli abusivi sequestrati nel porto di Castelsardo. Un’ operazione della polizia marittima di Porto Torres finalizzata al contrasto dell'occupazione abusiva di specchi acquei, portata a termine questa mattina dalla Guardia Costiera, ha condotto al sequestro di diversi gavitelli posizionati abusivamente in un area interna al porto di Castelsardo, nonché di materiale vario ed attrezzature (cime e corpi morti) per la realizzazione degli stessi.

L'operazione, coordinata dal Comando della Capitaneria di porto turritana, ha visto impiegati uomini ed un mezzo nautico veloce della stessa Autorità marittima, nonché il personale dell'Ufficio locale marittimo di Castelsardo. Tale azione rientra nell'ambito della quotidiana attività d'istituto della Guardia Costiera, finalizzata a garantire la sicura, libera e regolare fruizione delle aree portuali da parte degli aventi diritto.

Con il sequestro odierno, infatti, si è impedito, in previsione dell'ormai imminente inizio della stagione estiva, che i gavitelli abusivi potessero essere impiegati per attività illecite, in spregio alle norme sulla tutela dei beni demaniali marittimi e sulla sicurezza della navigazione. Il materiale rinvenuto è stato immediatamente messo sotto sequestro penale, ed è stata data subito informazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari con una denuncia contro ignoti per abusiva occupazione di specchio acqueo, anche se sono tuttora in corso ulteriori indagini per identificare gli autori del reato.

L'attività di vigilanza della Guardia Costiera, sia in mare che nelle aree portuali, continuerà regolarmente al fine di prevenire ulteriori abusi demaniali e, in genere, violazioni alle leggi marittime.

31/05/2016 Porto Torres

​CASTELSARDO - Gavitelli abusivi sequestrati nel porto di Castelsardo. Un’ operazione della polizia marittima di Porto Torres finalizzata al contrasto dell'occupazione abusiva di specchi acquei, portata a termine questa mattina dalla Guardia Costiera, ha condotto al sequestro di diversi gavitelli posizionati abusivamente in un area interna al porto di Castelsardo, nonché di materiale vario ed attrezzature (cime e corpi morti) per la realizzazione degli stessi.

L'operazione, coordinata dal Comando della Capitaneria di porto turritana, ha visto impiegati uomini ed un mezzo nautico veloce della stessa Autorità marittima, nonché il personale dell'Ufficio locale marittimo di Castelsardo. Tale azione rientra nell'ambito della quotidiana attività d'istituto della Guardia Costiera, finalizzata a garantire la sicura, libera e regolare fruizione delle aree portuali da parte degli aventi diritto.

Con il sequestro odierno, infatti, si è impedito, in previsione dell'ormai imminente inizio della stagione estiva, che i gavitelli abusivi potessero essere impiegati per attività illecite, in spregio alle norme sulla tutela dei beni demaniali marittimi e sulla sicurezza della navigazione. Il materiale rinvenuto è stato immediatamente messo sotto sequestro penale, ed è stata data subito informazione alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Sassari con una denuncia contro ignoti per abusiva occupazione di specchio acqueo, anche se sono tuttora in corso ulteriori indagini per identificare gli autori del reato.

L'attività di vigilanza della Guardia Costiera, sia in mare che nelle aree portuali, continuerà regolarmente al fine di prevenire ulteriori abusi demaniali e, in genere, violazioni alle leggi marittime.

Porto Torres

Immagine segnaposto

Attività marittime e Portuali - Siglato un accordo per la Sicurezza - Capitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoroCapitaneria e Spresal insieme per prevenire gli incidenti sul lavoro

Immagine segnaposto

Incendio su una barca a vela, diportisti salvati.

Immagine segnaposto

Pesca irregolare a porto Torres, sequestrata una rete vietata di 200 metri

Immagine segnaposto

Porto Torres Capitaneria: sanzioni per 35mila euro in due mesi