​Durante l'evento fieristico sulla nautica da diporto "Sottocosta" che si terrà nei giorni 1, 2 e 3 maggio presso il porto Turistico "Marina di Pescara", tra i vari stand espositivi, i visitatori troveranno quello allestito dalla Direzione Marittima e dal 3° Nucleo Aereo Guardia Costiera di Pescara.

Obbiettivo della partecipazione della Guardia Costiera all'evento è di informare tutti i visitatori sul corretto e sicuro approccio al mare, evidenziando le principali attività istituzionali del Corpo.

Il personale militare presente fornirà ai visitatori interessati informazioni riguardanti il rilascio delle patenti nautiche, le dotazioni di sicurezza obbligatorie, le modalità di iscrizione nei registri delle imbarcazioni da diporto, la tassa di stazionamento, il rilascio dei certificati di sicurezza.

Con l'occasione saranno messi in mostra alcuni dei mezzi che, solitamente, vengono impiegati per la salvaguardia della vita umana in mare, il cui personale di bordo sarà a disposizione per fornire spiegazioni sulle modalità di svolgimento del proprio lavoro in mare.

In particolare sarà possibile salire a bordo e visitare le motovedette della Guardia Costiera, classe 700, classe 800, dislocate a Pescara, che vengono normalmente impiegate per le attività di Soccorso, Polizia Marittima e Vigilanza.   

Oltre alle motovedette sarà possibile visitare un laboratorio mobile ambientale (LAM) messo a disposizione dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, utilizzato per specifiche attività attinenti la protezione dell'ambiente marino e la tutela della balneazione e dei corsi d'acqua.

Il Laboratorio mobile nasce da un programma articolato del Ministero dell'Ambiente e della tutela del territorio e del mare, finalizzato ad acquisire dati importanti per la sicurezza ambientale; infatti può operare su tutto il territorio nazionale consentendo l'accertamento sul posto ed in tempo reale di violazioni che possano causare danni o situazioni di pericolo per l'ambiente marino e costiero.

Nella giornata di domenica, conclusiva dell'evento, presso lo stand, oltre ai militari della Guardia Costiera, i visitatori potranno fare la conoscenza con degli "ospiti importanti", ovvero sei tartarughe marine, recuperate e riabilitate dallo staff medico veterinario del Dr. Olivieri Vincenzo del Centro Studi Cetacei Onlus, punto di riferimento per il primo soccorso delle tartarughe marine recuperate in mare o spiaggiate. Intorno alle ore 17:00 le tartarughe saranno rilasciate in mare dalla Motovedette della Guardia Costiera, che in questa, come in altre occasioni, riceve le segnalazioni finalizzate alla restituzione delle tartarughe al loro habitat naturale.