In occasione del Jova Beach Party che si terrà a Montesilvano il prossimo 7 settembre, la Capitaneria di Porto di Pescara ha emanato un ordinanza per regolamentare la fruizione dello specchio acqueo antistante l'area è il primo evento musicale nel suo genere, sia per quanto riguarda la balneazione che per il transito e l'avvicinamento delle unità navali.

Pur restando in vigore tutte le previsioni e prescrizioni contenute nell'ordinanza di sicurezza balneare, considerato il notevole afflusso nella zona, si è ritenuto opportuno attuare delle modifiche che potessero aumentare la sicurezza in mare.

Tra le novità più rilevanti si segnala che è stata ampliata l'area interdetta al transito ed alla sosta delle barche, fatta esclusione dei mezzi di servizio e soccorso delle Forze di Polizia e della Guardia Costiera, ed adibiti al salvamento, che passa da 300 a 500 metri dalla spiaggia. Questa zona di mare, tecnicamente chiamata "cornice di sicurezza temporaneamente interdetta ai pubblici usi del mare", denominata Area B, sarà ben delimitata da boe galleggianti luminose di colore rosso, poste a 50 (cinquanta) metri l'una dall'altra.

Altra particolarità riguarda l'area sottocosta, ovvero i primi 60 metri dalla battigia che, come si vede nella planimetria, viene divisa in due, per la presenza di barriere di scogli in mare radicate alla battigia. Data la pericolosità degli scogli stessi ed al fine di evitare che gli stessi possano arrecare problematiche all'incolumità dei partecipanti la zona circostante, per una lunghezza di circa 200 metri, denominata AREA "A1" (area temporaneamente interdetta alla balneazione), è stata vietata completamente alla balneazione. Il perimetro sarà opportunamente materializzato ed individuato con la collocazione di una fila di boe galleggianti di colore rosso.

I restanti 200 metri lineari, verso Sud, ovvero l'AREA "A", area temporaneamente destinata alla balneazione

esclusivamente per i partecipanti alla manifestazione, saranno lasciati alla libera balneazione improrogabilmente fino alla ore 19. L'intero perimetro della stessa area, per tutti i lati ricadenti in mare, sarà materializzato ed individuato mediante l'apposizione di una linea continua di boe galleggianti di colore giallo.

                Su entrambi i lati perpendicolari alla battigia dell'area e rispettivamente sul lato Nord e sul lato Sud, saranno realizzati due corridoi di lancio, di adeguata larghezza, perpendicolari alla linea di costa. Detti corridoi saranno materializzati ed individuati dall'esistente linea individuante i lati corti delle aree "A" ed "A1" e, sui lati esterni degli stessi, da una ulteriore fila di boe di colore arancione ancorate sul fondale, posizionate almeno fino al limite di distanza di mt. 100 (cento) dalla battigia. Tali corridoi di lancio saranno dedicati esclusivamente al transito dei mezzi

nautici impiegati nei soccorsi.

                Sulla spiaggia e nella zona di balneazione saranno sempre presenti, durante tutta la manifestazione 25 bagnini di salvataggio che vigileranno sulla sicurezza dei bagnanti. Verranno anche apposti cartelli monitori per segnalare i divieti.

                Essendo la Guardia Costiera partner ufficiale del tour, si ricorda che è disponibile l'app per smartphone  del Jova Beach Party nella quale ci saranno pagine dedicate in cui leggere informazioni utili, sia generali che specifiche dell'evento di Montesilvano ed inoltre il personale della Guardia Costiera sarà presente con uno stand, condiviso con il WWF,  all'interno dell'area concerto per fornire informazione  sulle attività di comunicazione in tema ambientale del Corpo.

05/09/2019 Pescara Eventi

In occasione del Jova Beach Party che si terrà a Montesilvano il prossimo 7 settembre, la Capitaneria di Porto di Pescara ha emanato un ordinanza per regolamentare la fruizione dello specchio acqueo antistante l'area è il primo evento musicale nel suo genere, sia per quanto riguarda la balneazione che per il transito e l'avvicinamento delle unità navali.

Pur restando in vigore tutte le previsioni e prescrizioni contenute nell'ordinanza di sicurezza balneare, considerato il notevole afflusso nella zona, si è ritenuto opportuno attuare delle modifiche che potessero aumentare la sicurezza in mare.

Tra le novità più rilevanti si segnala che è stata ampliata l'area interdetta al transito ed alla sosta delle barche, fatta esclusione dei mezzi di servizio e soccorso delle Forze di Polizia e della Guardia Costiera, ed adibiti al salvamento, che passa da 300 a 500 metri dalla spiaggia. Questa zona di mare, tecnicamente chiamata "cornice di sicurezza temporaneamente interdetta ai pubblici usi del mare", denominata Area B, sarà ben delimitata da boe galleggianti luminose di colore rosso, poste a 50 (cinquanta) metri l'una dall'altra.

Altra particolarità riguarda l'area sottocosta, ovvero i primi 60 metri dalla battigia che, come si vede nella planimetria, viene divisa in due, per la presenza di barriere di scogli in mare radicate alla battigia. Data la pericolosità degli scogli stessi ed al fine di evitare che gli stessi possano arrecare problematiche all'incolumità dei partecipanti la zona circostante, per una lunghezza di circa 200 metri, denominata AREA "A1" (area temporaneamente interdetta alla balneazione), è stata vietata completamente alla balneazione. Il perimetro sarà opportunamente materializzato ed individuato con la collocazione di una fila di boe galleggianti di colore rosso.

I restanti 200 metri lineari, verso Sud, ovvero l'AREA "A", area temporaneamente destinata alla balneazione

esclusivamente per i partecipanti alla manifestazione, saranno lasciati alla libera balneazione improrogabilmente fino alla ore 19. L'intero perimetro della stessa area, per tutti i lati ricadenti in mare, sarà materializzato ed individuato mediante l'apposizione di una linea continua di boe galleggianti di colore giallo.

                Su entrambi i lati perpendicolari alla battigia dell'area e rispettivamente sul lato Nord e sul lato Sud, saranno realizzati due corridoi di lancio, di adeguata larghezza, perpendicolari alla linea di costa. Detti corridoi saranno materializzati ed individuati dall'esistente linea individuante i lati corti delle aree "A" ed "A1" e, sui lati esterni degli stessi, da una ulteriore fila di boe di colore arancione ancorate sul fondale, posizionate almeno fino al limite di distanza di mt. 100 (cento) dalla battigia. Tali corridoi di lancio saranno dedicati esclusivamente al transito dei mezzi

nautici impiegati nei soccorsi.

                Sulla spiaggia e nella zona di balneazione saranno sempre presenti, durante tutta la manifestazione 25 bagnini di salvataggio che vigileranno sulla sicurezza dei bagnanti. Verranno anche apposti cartelli monitori per segnalare i divieti.

                Essendo la Guardia Costiera partner ufficiale del tour, si ricorda che è disponibile l'app per smartphone  del Jova Beach Party nella quale ci saranno pagine dedicate in cui leggere informazioni utili, sia generali che specifiche dell'evento di Montesilvano ed inoltre il personale della Guardia Costiera sarà presente con uno stand, condiviso con il WWF,  all'interno dell'area concerto per fornire informazione  sulle attività di comunicazione in tema ambientale del Corpo.

Eventi

Immagine segnaposto

A CAVALLO IN SPIAGGIA LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA SANZIONA CONDOTTA ILLECITA

Immagine segnaposto

LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA A TUTELA DELLA FILIERA DELLA PESCA

Immagine segnaposto

11 APRILE LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA CELEBRA LA GIORNATA DEL MARE

Immagine segnaposto

DEFIBRILLATORI INSTALLATI NELLA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA E NELLE SEDI DEGLI UFFICI DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO

Pescara

Immagine segnaposto

A CAVALLO IN SPIAGGIA LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA SANZIONA CONDOTTA ILLECITA

Immagine segnaposto

LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA A TUTELA DELLA FILIERA DELLA PESCA

Immagine segnaposto

11 APRILE LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA CELEBRA LA GIORNATA DEL MARE

Immagine segnaposto

DEFIBRILLATORI INSTALLATI NELLA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA E NELLE SEDI DEGLI UFFICI DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO