La Guardia Costiera, grazie alla collaborazione iniziata dal 2019 con enti ed associazioni all'uopo preposte, svolge ormai un ruolo fondamentale nel monitoraggio e nella conservazione degli habitat marini e costieri legati alla riproduzione del piccolo limicolo. L'intensificazione dell'azione di controllo dei Comandi dislocati sull'intero territorio dell'Abruzzo e del Molise, ha permesso nel tempo di collaborare intervenendo anche sulla base di segnalazioni dei volontari e dei cittadini che contribuiscono proattivamente alla salvaguardia di una specie che ormai necessita di una particolare attenzione. La sua presenza, infatti, è indice di un buono stato di salute dell'intero ecosistema costiero e di una spiaggia correttamente tutelata e conservata. È necessario che la nostra attività di monitoraggio e controllo continui in maniera incessante e che i cittadini siano correttamente edotti sull'importanza di godere delle risorse costiere nel rispetto dell'ecosistema marino.

Totale nidiPositiviNidi Negativi% di schiusa nidi
201544212348%
201650292158%
201753173632%
201829161356%
201943222151%
MEDIA43,821

 

In chiusura è stato rivolto un appello per la ricerca di nuovi volontari: chi è interessato a ricevere le informazioni sul "Salvafratino Abruzzo"può scrivere a teramo@wwf.it.

SCHEDA

Il Fratino (denominazione scientifica Charadrius alexandrinus; nome comune abruzzese "curri curri") è un piccolo trampoliere che nidifica sulle spiagge da fine febbraio a fine luglio. I suoi nidi sono fossette scavate nella sabbia dove depone di solito 3 uova fortemente mimetiche covate a turno da entrambi i genitori per circa 28 giorni. I piccoli (pulli) appena nati lasciano il nido e conducono vita autonoma sorvegliati dai genitori sino all'involo: dal momento della schiusa a quello di piena autonomia dei giovani fratini trascorrono circa 40 giorni. La specie è considerata a rischio di estinzione ("Endangered") nella lista rossa dell'IUCN, l'Unione mondiale per la conservazione della natura ed inserita nell'Allegato II della Direttiva Uccelli (Direttiva 79/409/CEE) dell'Unione Europa, dove sono elencate le specie a maggior rischio.


25/11/2019 Pescara Eventi

La Guardia Costiera, grazie alla collaborazione iniziata dal 2019 con enti ed associazioni all'uopo preposte, svolge ormai un ruolo fondamentale nel monitoraggio e nella conservazione degli habitat marini e costieri legati alla riproduzione del piccolo limicolo. L'intensificazione dell'azione di controllo dei Comandi dislocati sull'intero territorio dell'Abruzzo e del Molise, ha permesso nel tempo di collaborare intervenendo anche sulla base di segnalazioni dei volontari e dei cittadini che contribuiscono proattivamente alla salvaguardia di una specie che ormai necessita di una particolare attenzione. La sua presenza, infatti, è indice di un buono stato di salute dell'intero ecosistema costiero e di una spiaggia correttamente tutelata e conservata. È necessario che la nostra attività di monitoraggio e controllo continui in maniera incessante e che i cittadini siano correttamente edotti sull'importanza di godere delle risorse costiere nel rispetto dell'ecosistema marino.

Totale nidiPositiviNidi Negativi% di schiusa nidi
201544212348%
201650292158%
201753173632%
201829161356%
201943222151%
MEDIA43,821

 

In chiusura è stato rivolto un appello per la ricerca di nuovi volontari: chi è interessato a ricevere le informazioni sul "Salvafratino Abruzzo"può scrivere a teramo@wwf.it.

SCHEDA

Il Fratino (denominazione scientifica Charadrius alexandrinus; nome comune abruzzese "curri curri") è un piccolo trampoliere che nidifica sulle spiagge da fine febbraio a fine luglio. I suoi nidi sono fossette scavate nella sabbia dove depone di solito 3 uova fortemente mimetiche covate a turno da entrambi i genitori per circa 28 giorni. I piccoli (pulli) appena nati lasciano il nido e conducono vita autonoma sorvegliati dai genitori sino all'involo: dal momento della schiusa a quello di piena autonomia dei giovani fratini trascorrono circa 40 giorni. La specie è considerata a rischio di estinzione ("Endangered") nella lista rossa dell'IUCN, l'Unione mondiale per la conservazione della natura ed inserita nell'Allegato II della Direttiva Uccelli (Direttiva 79/409/CEE) dell'Unione Europa, dove sono elencate le specie a maggior rischio.


Eventi

Immagine segnaposto

A CAVALLO IN SPIAGGIA LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA SANZIONA CONDOTTA ILLECITA

Immagine segnaposto

LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA A TUTELA DELLA FILIERA DELLA PESCA

Immagine segnaposto

11 APRILE LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA CELEBRA LA GIORNATA DEL MARE

Immagine segnaposto

DEFIBRILLATORI INSTALLATI NELLA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA E NELLE SEDI DEGLI UFFICI DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO

Pescara

Immagine segnaposto

A CAVALLO IN SPIAGGIA LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA SANZIONA CONDOTTA ILLECITA

Immagine segnaposto

LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA A TUTELA DELLA FILIERA DELLA PESCA

Immagine segnaposto

11 APRILE LA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA CELEBRA LA GIORNATA DEL MARE

Immagine segnaposto

DEFIBRILLATORI INSTALLATI NELLA CAPITANERIA DI PORTO DI PESCARA E NELLE SEDI DEGLI UFFICI DEL COMPARTIMENTO MARITTIMO