Si è conclusa in data 06 marzo 2015 l'operazione complessa denominata "PHONEIX", disposta e coordinata dalla Direzione Marittima di Palermo, sulla base delle direttive emanate dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. I nuclei ispettivi pesca della Guardia Costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela e gli uffici marittimi da esse dipendenti hanno effettuato, nel mese di Febbraio, controlli a 360 gradi sull'intera catena della filiera della pesca, con particolare riferimento alla pesca, trasporto, detenzione e commercializzazione di prodotti ittici sottomisura, tra cui la cosiddetta "neonata" ovvero il novellame di sarda allo stato giovanile.

Sono state ispezionate le imbarcazioni da pesca sia in mare che al loro rientro in porto, presso i punti di sbarco. Sono stati inoltre condotti controlli nei mercati ittici, pescherie, ambulanti su strada, mercati rionali, grande distribuzione e mezzi di trasporto. È stato posto altresì un particolare accento ai controlli nel settore della ristorazione per quanto concerne l'eventuale somministrazione di novellame di sarda.

 

Il dispositivo impiegato, sotto il coordinamento del C.V. CP) Luigi GALIOTO, Capo Reparto Operativo della Direzione Marittima di Palermo, ha comportato l'utilizzo di 112 pattuglie automontate, di 11 unità navali e di un totale di 471 militari della Guardia Costiera che hanno proceduto ad una intensa attività di verifica nell'ambito dell'intera Direzione Marittima, dando luogo alle seguenti tipologie di controllo:

 

    • n° controlli ambulanti per strada : 61
    • n° controlli presso le pescherie : 20
    • n° controlli presso i ristoranti : 76
    • n° controlli in mare : 115
    • n. controlli presso i porti e nei punti dì sbarco: 213

 

Ben 15 soggetti sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria per detenzione di prodotto ittico allo stato giovanile procedendo al sequestro di oltre 100 Kg di novellame di sarda (neonata). Da evidenziare che oltre la metà dei soggetti denunciati risultano essere titolari di ristoranti mentre i rimanenti soggetti appartengono alla categoria degli ambulanti su strada.

 

Sono stati inoltre elevati ben 59 verbali per violazione delle norme di tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici per un importo complessivo pari a 95.000 euro.

 

 

10/03/2015 Palermo

 

Si è conclusa in data 06 marzo 2015 l'operazione complessa denominata "PHONEIX", disposta e coordinata dalla Direzione Marittima di Palermo, sulla base delle direttive emanate dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto. I nuclei ispettivi pesca della Guardia Costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela e gli uffici marittimi da esse dipendenti hanno effettuato, nel mese di Febbraio, controlli a 360 gradi sull'intera catena della filiera della pesca, con particolare riferimento alla pesca, trasporto, detenzione e commercializzazione di prodotti ittici sottomisura, tra cui la cosiddetta "neonata" ovvero il novellame di sarda allo stato giovanile.

Sono state ispezionate le imbarcazioni da pesca sia in mare che al loro rientro in porto, presso i punti di sbarco. Sono stati inoltre condotti controlli nei mercati ittici, pescherie, ambulanti su strada, mercati rionali, grande distribuzione e mezzi di trasporto. È stato posto altresì un particolare accento ai controlli nel settore della ristorazione per quanto concerne l'eventuale somministrazione di novellame di sarda.

 

Il dispositivo impiegato, sotto il coordinamento del C.V. CP) Luigi GALIOTO, Capo Reparto Operativo della Direzione Marittima di Palermo, ha comportato l'utilizzo di 112 pattuglie automontate, di 11 unità navali e di un totale di 471 militari della Guardia Costiera che hanno proceduto ad una intensa attività di verifica nell'ambito dell'intera Direzione Marittima, dando luogo alle seguenti tipologie di controllo:

 

    • n° controlli ambulanti per strada : 61
    • n° controlli presso le pescherie : 20
    • n° controlli presso i ristoranti : 76
    • n° controlli in mare : 115
    • n. controlli presso i porti e nei punti dì sbarco: 213

 

Ben 15 soggetti sono stati deferiti all'Autorità Giudiziaria per detenzione di prodotto ittico allo stato giovanile procedendo al sequestro di oltre 100 Kg di novellame di sarda (neonata). Da evidenziare che oltre la metà dei soggetti denunciati risultano essere titolari di ristoranti mentre i rimanenti soggetti appartengono alla categoria degli ambulanti su strada.

 

Sono stati inoltre elevati ben 59 verbali per violazione delle norme di tracciabilità ed etichettatura dei prodotti ittici per un importo complessivo pari a 95.000 euro.

 

 

Palermo

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Roberto ISIDORI ha consegnato l’onorificenza della medaglia d’onore per lunga navigazione

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Prefetto di Palermo S.E. Dott. Giuseppe FORLANI

Immagine segnaposto

Terminate le operazioni di trasferimento sulla Nave Rubattino della Compagnia Italiana di Navigazione Tirrenia

Immagine segnaposto

Conclusa l'operazione denominata PHOENIX