Nella giornata odierna, con il coordinamento della Procura di Palermo, è stato sottoposto a sequestro preventivo un opificio ricadente nel Comune di Partinico; trattasi precisamente di un area di circa 500 mq utilizzata per deposito di rifiuti provenienti dalla lavorazione delle olive senza che l'impresa produttrice fosse in possesso delle autorizzazioni previste e una condotta ricadente all'interno dello stesso stabilimento che sfocia nel vicino torrente e nella quale convogliano acque di vegetazione provenienti dalla vasca di accumulo. L'attività è stata svolta dalla Guardia Costiera di Terrasini unitamente alla Polizia Municipale del Comune di Partinico,Trappeto,Terrasini nonchè congiuntamente ai tecnici dell'ARPA .

25/11/2017 Terrasini

Nella giornata odierna, con il coordinamento della Procura di Palermo, è stato sottoposto a sequestro preventivo un opificio ricadente nel Comune di Partinico; trattasi precisamente di un area di circa 500 mq utilizzata per deposito di rifiuti provenienti dalla lavorazione delle olive senza che l'impresa produttrice fosse in possesso delle autorizzazioni previste e una condotta ricadente all'interno dello stesso stabilimento che sfocia nel vicino torrente e nella quale convogliano acque di vegetazione provenienti dalla vasca di accumulo. L'attività è stata svolta dalla Guardia Costiera di Terrasini unitamente alla Polizia Municipale del Comune di Partinico,Trappeto,Terrasini nonchè congiuntamente ai tecnici dell'ARPA .

Terrasini

Immagine segnaposto

Contrasto pesca illegale Terrasini

Immagine segnaposto

Visita Istituzionale del Contrammiraglio Roberto Isidori all'Ufficio Circondariale Marittimo di Terrasini

Immagine segnaposto

Controllo della filiera del pescato

Immagine segnaposto

Guardia Costiera di Terrasini, esercitazione antincendio