​Nel corso di attività di controllo della filiera del pescato, personale della Guardia Costiera di Palermo, ha svolto controllo presso due ristoranti siti in via libertà (PA) elevando in entrambi i locali sanzione amministrativa di euro 3000.00 in totale per mancanza di tracciabilità del pescato detenuto all'interno delle cucine; quest'ultimo è stato posto sotto sequestro (in tolate 6.5 kg di pescato varie specie) in quanto il medico veterinario dell'ASP di Palermo ha giudicato il pescato non adatto al consumo alimentare umano.

08/03/2018 Palermo

​Nel corso di attività di controllo della filiera del pescato, personale della Guardia Costiera di Palermo, ha svolto controllo presso due ristoranti siti in via libertà (PA) elevando in entrambi i locali sanzione amministrativa di euro 3000.00 in totale per mancanza di tracciabilità del pescato detenuto all'interno delle cucine; quest'ultimo è stato posto sotto sequestro (in tolate 6.5 kg di pescato varie specie) in quanto il medico veterinario dell'ASP di Palermo ha giudicato il pescato non adatto al consumo alimentare umano.

Palermo

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Roberto ISIDORI ha consegnato l’onorificenza della medaglia d’onore per lunga navigazione

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Prefetto di Palermo S.E. Dott. Giuseppe FORLANI

Immagine segnaposto

Terminate le operazioni di trasferimento sulla Nave Rubattino della Compagnia Italiana di Navigazione Tirrenia

Immagine segnaposto

Conclusa l'operazione denominata PHOENIX