Si è conclusa questa mattina un'intensa attività sull'intera filiera della pesca condotta dai militari del Centro Controllo Area Pesca di Palermo coadiuvati da personale della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo. Sono state elevate sanzioni per un totale di 11.000 euro a titolari di depositi per violazione in materia di tracciabilità, commercializzazione e detenzione di prodotto ittico scaduto, al Comandante di un peschereccio di Mazara per irregolare registrazione delle catture. Il prodotto ittico è stata sequestrato circa 3900 kg di cui 1000 kg avviato alla distruzione perché dichiarato non idoneo al consumo alimentare, la restante parte rimane in attesa degli esiti della prevista visita veterinaria del dipartimento di Prevenzione dell'ASP di Trapani al fine di stabilire la successiva destinazione.

17/04/2018 Palermo

Si è conclusa questa mattina un'intensa attività sull'intera filiera della pesca condotta dai militari del Centro Controllo Area Pesca di Palermo coadiuvati da personale della Capitaneria di Porto di Mazara del Vallo. Sono state elevate sanzioni per un totale di 11.000 euro a titolari di depositi per violazione in materia di tracciabilità, commercializzazione e detenzione di prodotto ittico scaduto, al Comandante di un peschereccio di Mazara per irregolare registrazione delle catture. Il prodotto ittico è stata sequestrato circa 3900 kg di cui 1000 kg avviato alla distruzione perché dichiarato non idoneo al consumo alimentare, la restante parte rimane in attesa degli esiti della prevista visita veterinaria del dipartimento di Prevenzione dell'ASP di Trapani al fine di stabilire la successiva destinazione.

Palermo

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Roberto ISIDORI ha consegnato l’onorificenza della medaglia d’onore per lunga navigazione

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Prefetto di Palermo S.E. Dott. Giuseppe FORLANI

Immagine segnaposto

Terminate le operazioni di trasferimento sulla Nave Rubattino della Compagnia Italiana di Navigazione Tirrenia

Immagine segnaposto

Conclusa l'operazione denominata PHOENIX