L'Equipaggio della motovedetta CP 401 della Guardia Costiera di Palermo, nel corso di attività di vigilanza ha contestato ad un peschereccio iscritto nei registri della marineria di Porticello la detenzione di prodotti ittici a bordo violando gli obblighi previsti dalle pertinenti norme comunitarie e nazionali in materie di registrazione e dichiarazione del pescato, compresi i dati da trasmettere attraverso il sistema di controllo dei pescherecci via satellite.Sono state elevate sanzioni per il Capo Barca del peschereccio e sequestrato il pescato. Il pesce sequestrato è stato devoluto all'istituto Padre Messina dopo il controllo di idoneità dalla competente Azienda Sanitaria locale.

09/11/2018 Palermo

L'Equipaggio della motovedetta CP 401 della Guardia Costiera di Palermo, nel corso di attività di vigilanza ha contestato ad un peschereccio iscritto nei registri della marineria di Porticello la detenzione di prodotti ittici a bordo violando gli obblighi previsti dalle pertinenti norme comunitarie e nazionali in materie di registrazione e dichiarazione del pescato, compresi i dati da trasmettere attraverso il sistema di controllo dei pescherecci via satellite.Sono state elevate sanzioni per il Capo Barca del peschereccio e sequestrato il pescato. Il pesce sequestrato è stato devoluto all'istituto Padre Messina dopo il controllo di idoneità dalla competente Azienda Sanitaria locale.

Palermo

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Roberto ISIDORI ha consegnato l’onorificenza della medaglia d’onore per lunga navigazione

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Prefetto di Palermo S.E. Dott. Giuseppe FORLANI

Immagine segnaposto

Terminate le operazioni di trasferimento sulla Nave Rubattino della Compagnia Italiana di Navigazione Tirrenia

Immagine segnaposto

Conclusa l'operazione denominata PHOENIX