GUARDIA COSTIERA DI PALERMO: OPERAZIONE COMPLESSA "TALLONE D'ACHILLE" – CONTROLLI DEI PRODOTTI ITTICI A 360° A TUTELA DEL CONSUMATORE

 

Si è conclusa, in data 10 gennaio 2016, l'operazione complessa di controllo della filiera della pesca denominata "TALLONE D'ACHILLE", disposta su scala nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e coordinata a livello regionale dalla Direzione Marittima di Palermo.

L'operazione, iniziata il 10 dicembre 2015, ha visto impegnati i nuclei ispettivi pesca della Guardia Costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela e gli uffici marittimi dipendenti, che hanno effettuato controlli a 360 gradi sulla cosiddetta filiera della pesca con l'obiettivo primario di prevenire situazioni di pregiudizio per i consumatori durante le festività natalizie e, nel contempo, garantire gli operatori del settore ittico, privilegiando, quindi, il controllo di tutti i punti vendita interessati dalla somministrazione di prodotti ittici al consumatore.

Nel dettaglio, per contrastare le frodi alimentari e permettere la rintracciabilità oltre che assicurare la qualità, la provenienza e la freschezza del prodotto ittico, i controlli degli uomini e donne della Guardia Costiera si sono concentrati sui ristoranti, locali tipici, osterie, trattorie, punti di ristoro turistici, locali etnici e sushi, hotel con ristorazione, supermercati, discount, grande distribuzione, pescherie, mercati rionali, punti vendita surgelati, grossisti e piattaforme logistiche nonché sul fenomeno degli ambulanti di pesce su strada, anche al fine di tutelare gli operatori commerciali della pesca che lavorano nell'alveo della legalità.

Il dispositivo impiegato, ha comportato l'utilizzo di 120 pattuglie automontate, di 36 unità navali e di un totale di 477 militari della Guardia Costiera che hanno proceduto ad una intensa attività di verifica nell'ambito dell'intera Direzione Marittima, dando luogo alle seguenti tipologie di controllo:

 

    • n° controlli ambulanti per strada : 22
    • n° controlli presso le pescherie : 58
    • n° controlli presso i ristoranti : 51
    • n° controlli in mare : 71
    • n. controlli presso i porti e nei punti dì sbarco: 104
    • n. controlli nei supermercati e grande distribuzione: 30
    • n. controlli nei grossisti e mercati ittici: 24

       

      Da segnalare, nell'ambito di tali controlli, alcuni casi particolari di rilievo:

       
  • sono stati rinvenuti, all'interno di un grossista di prodotto ittico, circa 1700 barattoli in vetro con all'interno prodotto ittico non tracciabile, presumibilmente tonno rosso, per un peso complessivo di circa 340 kg. Il predetto prodotto, privo di etichettatura, indicazioni sulla data di scadenza ed informazioni sulla tracciabilità, era pronto per essere distribuito per la vendita al dettaglio; lo stesso è stato sottoposto a sequestro ed avviato alla distruzione in quanto giudicato non idoneo al consumo alimentare umano da parte del competente servizio veterinario.

     
  • Nella medesima azienda sono stati altresì rinvenuti 320 kg di prodotto ittico scaduto, mischiato con prodotto ittico in corso di validità. Il suddetto prodotto, riconducibile a ventresca di tonno rosso e bottarga di tonno rosso, risultava scaduto nel 2013 e 2014 ed è stato posto sotto sequestro per successiva distruzione.

 

  • Presso una azienda di prodotti ittici congelati sono stati rinvenuti n. 13 bancali di gambero rosa congelato, per un peso complessivo di 4100 kg, senza alcuna informazione inerente la provenienza e la tracciabilità del prodotto. La merce è stata posta sotto sequestro e successivamente avviata alla distruzione.

 

  • All'interno di n. 2 mercati rionali di Palermo sono stati denunciati all'A.G. n. 3 soggetti intenti nella vendita al consumatore di oltre 10 kg di novellame di sarda, la cui pesca, detenzione e commercializzazione è vietata e costituisce reato penale.

     
  • Presso il tratto di mare di Marina di Palma di Montechiaro sono state sottoposte a sequestro oltre 380 trappole per polpo in pvc di natura illegale, per una lunghezza in metri lineari di circa 2700 metri.
     

    In sintesi, i dati dell'operazione possono così riassumersi:

     

    durata operazione: 30 giorni;

    numero di controlli: 360

    illeciti amministrativi contestati: n 50 per un valore complessivo pari ad euro 73.000

    sequestri: n. 20  per un totale di kg 7100 di prodotti ittici sequestrati;

    notizie di reato: n. 6 soggetti denunciati all'Autorità Giudiziaria per vendita di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione, commercio di prodotto ittico sottomisura e frode in commercio
11/01/2016 Palermo

 

GUARDIA COSTIERA DI PALERMO: OPERAZIONE COMPLESSA "TALLONE D'ACHILLE" – CONTROLLI DEI PRODOTTI ITTICI A 360° A TUTELA DEL CONSUMATORE

 

Si è conclusa, in data 10 gennaio 2016, l'operazione complessa di controllo della filiera della pesca denominata "TALLONE D'ACHILLE", disposta su scala nazionale dal Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto e coordinata a livello regionale dalla Direzione Marittima di Palermo.

L'operazione, iniziata il 10 dicembre 2015, ha visto impegnati i nuclei ispettivi pesca della Guardia Costiera di Palermo, Trapani, Mazara del Vallo, Porto Empedocle e Gela e gli uffici marittimi dipendenti, che hanno effettuato controlli a 360 gradi sulla cosiddetta filiera della pesca con l'obiettivo primario di prevenire situazioni di pregiudizio per i consumatori durante le festività natalizie e, nel contempo, garantire gli operatori del settore ittico, privilegiando, quindi, il controllo di tutti i punti vendita interessati dalla somministrazione di prodotti ittici al consumatore.

Nel dettaglio, per contrastare le frodi alimentari e permettere la rintracciabilità oltre che assicurare la qualità, la provenienza e la freschezza del prodotto ittico, i controlli degli uomini e donne della Guardia Costiera si sono concentrati sui ristoranti, locali tipici, osterie, trattorie, punti di ristoro turistici, locali etnici e sushi, hotel con ristorazione, supermercati, discount, grande distribuzione, pescherie, mercati rionali, punti vendita surgelati, grossisti e piattaforme logistiche nonché sul fenomeno degli ambulanti di pesce su strada, anche al fine di tutelare gli operatori commerciali della pesca che lavorano nell'alveo della legalità.

Il dispositivo impiegato, ha comportato l'utilizzo di 120 pattuglie automontate, di 36 unità navali e di un totale di 477 militari della Guardia Costiera che hanno proceduto ad una intensa attività di verifica nell'ambito dell'intera Direzione Marittima, dando luogo alle seguenti tipologie di controllo:

 

    • n° controlli ambulanti per strada : 22
    • n° controlli presso le pescherie : 58
    • n° controlli presso i ristoranti : 51
    • n° controlli in mare : 71
    • n. controlli presso i porti e nei punti dì sbarco: 104
    • n. controlli nei supermercati e grande distribuzione: 30
    • n. controlli nei grossisti e mercati ittici: 24

       

      Da segnalare, nell'ambito di tali controlli, alcuni casi particolari di rilievo:

       
  • sono stati rinvenuti, all'interno di un grossista di prodotto ittico, circa 1700 barattoli in vetro con all'interno prodotto ittico non tracciabile, presumibilmente tonno rosso, per un peso complessivo di circa 340 kg. Il predetto prodotto, privo di etichettatura, indicazioni sulla data di scadenza ed informazioni sulla tracciabilità, era pronto per essere distribuito per la vendita al dettaglio; lo stesso è stato sottoposto a sequestro ed avviato alla distruzione in quanto giudicato non idoneo al consumo alimentare umano da parte del competente servizio veterinario.

     
  • Nella medesima azienda sono stati altresì rinvenuti 320 kg di prodotto ittico scaduto, mischiato con prodotto ittico in corso di validità. Il suddetto prodotto, riconducibile a ventresca di tonno rosso e bottarga di tonno rosso, risultava scaduto nel 2013 e 2014 ed è stato posto sotto sequestro per successiva distruzione.

 

  • Presso una azienda di prodotti ittici congelati sono stati rinvenuti n. 13 bancali di gambero rosa congelato, per un peso complessivo di 4100 kg, senza alcuna informazione inerente la provenienza e la tracciabilità del prodotto. La merce è stata posta sotto sequestro e successivamente avviata alla distruzione.

 

  • All'interno di n. 2 mercati rionali di Palermo sono stati denunciati all'A.G. n. 3 soggetti intenti nella vendita al consumatore di oltre 10 kg di novellame di sarda, la cui pesca, detenzione e commercializzazione è vietata e costituisce reato penale.

     
  • Presso il tratto di mare di Marina di Palma di Montechiaro sono state sottoposte a sequestro oltre 380 trappole per polpo in pvc di natura illegale, per una lunghezza in metri lineari di circa 2700 metri.
     

    In sintesi, i dati dell'operazione possono così riassumersi:

     

    durata operazione: 30 giorni;

    numero di controlli: 360

    illeciti amministrativi contestati: n 50 per un valore complessivo pari ad euro 73.000

    sequestri: n. 20  per un totale di kg 7100 di prodotti ittici sequestrati;

    notizie di reato: n. 6 soggetti denunciati all'Autorità Giudiziaria per vendita di prodotto ittico in cattivo stato di conservazione, commercio di prodotto ittico sottomisura e frode in commercio

Palermo

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Roberto ISIDORI ha consegnato l’onorificenza della medaglia d’onore per lunga navigazione

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Prefetto di Palermo S.E. Dott. Giuseppe FORLANI

Immagine segnaposto

Terminate le operazioni di trasferimento sulla Nave Rubattino della Compagnia Italiana di Navigazione Tirrenia

Immagine segnaposto

Conclusa l'operazione denominata PHOENIX