ESERCITAZIONE "POLLEX 2015"

 

Si è svolta nella mattinata di Lunedì 14 Dicembre 2015, nelle acque del Golfo di Palermo, l'esercitazione complessa in materia di antinquinamento ed antincendio denominata "POLLEX 2015".

L'esercitazione, svolta per la prima volta a Palermo, ha visto la partecipazione attiva di una Nave Traghetto messa a disposizione dalla Società Grandi Navi Veloci che, a circa 4 miglia a largo del Porto di Palermo, ha simulato a causa di un'avaria al separatore delle acque di sentina lo sversamento in mare di circa 250 litri di sostanze oleose.

La Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Palermo ha quindi immediatamente assunto il coordinamento delle operazioni attivando tutte le procedure del Piano Locale Antinquinamento del Compartimento Marittimo di Palermo.

Sono stati coinvolti mezzi specializzati antinquinamento del Ministero dell'Ambiente – Società Castalia, i rimorchiatori portuali, i Vigili del Fuoco, le altre Forze di Polizia, l'Autorità Portuale ed un Team di esperti composto da figure con capacità tecnico-nautiche di supporto al Comandante della Nave.

Nel corso dell'esercitazione sono state dispiegate in mare oltre 300 metri di panne galleggianti assorbenti e di contenimento oltre che l'impiego dello Skimmer in dotazione al mezzo disinquinante per il recupero meccanico delle sostanze oleose.

Sono state effettuate simulazioni di spostamento della chiazza oleosa in direzione della costa lungo il litorale di Via Messina Marine, attivando per gli interventi di competenza la locale Prefettura ed il Comune di Palermo.

L'esercitazione ha altresì' comportato ulteriori test connessi alla verifica delle procedure di emergenza di bordo ed attività SAR connesse ad evacuazione medica di un marittimo con sintomi di intossicazione da sostanze oleose.

Al termine della prima fase la nave ha fatto ingresso nel porto di Palermo ove sono continuate, di concerto con l'Autorità Portuale e la società concessionaria del servizio antinquinamento in porto, le operazioni di contenimento dello sversamento mediante il dispiegamento di panne galleggianti lungo l'intero perimetro della nave.

E' stata, inoltre, svolta un'esercitazione nell'esercitazione, simulando un principio di incendio in sala macchina con conseguente attivazione delle procedure di emergenza connesse alla monografia antincendio del porto di Palermo.

All'esercitazione hanno preso parte anche i mezzi ed il personale medico e paramedico del servizio 118 mediante l'invio nel Porto di Palermo di n. 2 Ambulanze per simulare i soccorsi di due marittimi, uno colto da intossicazione e l'altro ustionato con successivo trasporto nelle strutture sanitarie più vicine ed idonee.

La complessa attività esercitativa, durata oltre tre ore e che ha visto la partecipazione di oltre 150 persone, ha consentito di testare la prontezza operativa in tema di antinquinamento ed antincendio delle risorse locali del Compartimento di Palermo, nonché, grazie anche alla collaborazione offerta dalla società GNV, la capacità di risposta nell'interfaccia terra-nave in casi di emergenza ecologica, ambientale ed antincendio.-

14/12/2015 Palermo

ESERCITAZIONE "POLLEX 2015"

 

Si è svolta nella mattinata di Lunedì 14 Dicembre 2015, nelle acque del Golfo di Palermo, l'esercitazione complessa in materia di antinquinamento ed antincendio denominata "POLLEX 2015".

L'esercitazione, svolta per la prima volta a Palermo, ha visto la partecipazione attiva di una Nave Traghetto messa a disposizione dalla Società Grandi Navi Veloci che, a circa 4 miglia a largo del Porto di Palermo, ha simulato a causa di un'avaria al separatore delle acque di sentina lo sversamento in mare di circa 250 litri di sostanze oleose.

La Sala Operativa della Capitaneria di Porto di Palermo ha quindi immediatamente assunto il coordinamento delle operazioni attivando tutte le procedure del Piano Locale Antinquinamento del Compartimento Marittimo di Palermo.

Sono stati coinvolti mezzi specializzati antinquinamento del Ministero dell'Ambiente – Società Castalia, i rimorchiatori portuali, i Vigili del Fuoco, le altre Forze di Polizia, l'Autorità Portuale ed un Team di esperti composto da figure con capacità tecnico-nautiche di supporto al Comandante della Nave.

Nel corso dell'esercitazione sono state dispiegate in mare oltre 300 metri di panne galleggianti assorbenti e di contenimento oltre che l'impiego dello Skimmer in dotazione al mezzo disinquinante per il recupero meccanico delle sostanze oleose.

Sono state effettuate simulazioni di spostamento della chiazza oleosa in direzione della costa lungo il litorale di Via Messina Marine, attivando per gli interventi di competenza la locale Prefettura ed il Comune di Palermo.

L'esercitazione ha altresì' comportato ulteriori test connessi alla verifica delle procedure di emergenza di bordo ed attività SAR connesse ad evacuazione medica di un marittimo con sintomi di intossicazione da sostanze oleose.

Al termine della prima fase la nave ha fatto ingresso nel porto di Palermo ove sono continuate, di concerto con l'Autorità Portuale e la società concessionaria del servizio antinquinamento in porto, le operazioni di contenimento dello sversamento mediante il dispiegamento di panne galleggianti lungo l'intero perimetro della nave.

E' stata, inoltre, svolta un'esercitazione nell'esercitazione, simulando un principio di incendio in sala macchina con conseguente attivazione delle procedure di emergenza connesse alla monografia antincendio del porto di Palermo.

All'esercitazione hanno preso parte anche i mezzi ed il personale medico e paramedico del servizio 118 mediante l'invio nel Porto di Palermo di n. 2 Ambulanze per simulare i soccorsi di due marittimi, uno colto da intossicazione e l'altro ustionato con successivo trasporto nelle strutture sanitarie più vicine ed idonee.

La complessa attività esercitativa, durata oltre tre ore e che ha visto la partecipazione di oltre 150 persone, ha consentito di testare la prontezza operativa in tema di antinquinamento ed antincendio delle risorse locali del Compartimento di Palermo, nonché, grazie anche alla collaborazione offerta dalla società GNV, la capacità di risposta nell'interfaccia terra-nave in casi di emergenza ecologica, ambientale ed antincendio.-

Palermo

Immagine segnaposto

Il Contrammiraglio Roberto ISIDORI ha consegnato l’onorificenza della medaglia d’onore per lunga navigazione

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Sicilia Occidentale del Prefetto di Palermo S.E. Dott. Giuseppe FORLANI

Immagine segnaposto

Terminate le operazioni di trasferimento sulla Nave Rubattino della Compagnia Italiana di Navigazione Tirrenia

Immagine segnaposto

Conclusa l'operazione denominata PHOENIX