Intervento provvidenziale, stamattina, della Motovedetta della Guardia Costiera di Ortona e del personale del servizio 118 di Chieti, che a seguito di segnalazione giunta da una Nave ferma in rada, hanno prestato soccorso ad un marittimo colto da malore.

Erano appena le 10:00 quando il Comandante della nave Micoperi 30, una nave ferma in rada a circa 1,5 miglia dal porto, ha contattato la sala operativa della Capitaneria di Porto di Ortona per comunicare di avere a bordo un marittimo con dolori al lato sinistro del corpo, in particolare spalla e braccio. Data la natura della segnalazione, è stata immediatamente inviata in zona la dipendente motovedetta CP 885, con a bordo personale medico del servizio 118 che, verificate le condizioni dell'uomo, ha ritenuto di dover far ricorso all'uso di defibrillatore prima di procedere con il trasbordo sulla motovedetta.

In attesa dell'arrivo dei soccorsi il comando di bordo della nave è stato messo in contatto, tramite la sala operativa della Guardia Costiera, con il C.I.R.M., un servizio internazionale di assistenza sanitaria radio/telefonica ai naviganti.

 L'infortunato, un cinquantottenne di origini rumene, una volta in porto, è stato successivamente accompagnato all'ospedale civile di Chieti per gli accertamenti del caso. 


04/03/2019 Ortona Eventi

Intervento provvidenziale, stamattina, della Motovedetta della Guardia Costiera di Ortona e del personale del servizio 118 di Chieti, che a seguito di segnalazione giunta da una Nave ferma in rada, hanno prestato soccorso ad un marittimo colto da malore.

Erano appena le 10:00 quando il Comandante della nave Micoperi 30, una nave ferma in rada a circa 1,5 miglia dal porto, ha contattato la sala operativa della Capitaneria di Porto di Ortona per comunicare di avere a bordo un marittimo con dolori al lato sinistro del corpo, in particolare spalla e braccio. Data la natura della segnalazione, è stata immediatamente inviata in zona la dipendente motovedetta CP 885, con a bordo personale medico del servizio 118 che, verificate le condizioni dell'uomo, ha ritenuto di dover far ricorso all'uso di defibrillatore prima di procedere con il trasbordo sulla motovedetta.

In attesa dell'arrivo dei soccorsi il comando di bordo della nave è stato messo in contatto, tramite la sala operativa della Guardia Costiera, con il C.I.R.M., un servizio internazionale di assistenza sanitaria radio/telefonica ai naviganti.

 L'infortunato, un cinquantottenne di origini rumene, una volta in porto, è stato successivamente accompagnato all'ospedale civile di Chieti per gli accertamenti del caso. 


Eventi

Immagine segnaposto

Operazione Mare Sicuro 2022 la Guardia Costiera di Ortona per un’estate in sicurezza

Immagine segnaposto

Il Direttore Marittimo in visita alla Capitaneria di Porto di Ortona

Immagine segnaposto

Stagione balneare al via Capitaneria di Porto al lavoro per la sicurezza e la legalità

Immagine segnaposto

Continuano i controlli ispettivi a bordo della Motonave NS SABINA da parte della Capitaneria di porto di Ortona.

Ortona

Immagine segnaposto

Operazione Mare Sicuro 2022 la Guardia Costiera di Ortona per un’estate in sicurezza

Immagine segnaposto

Il Direttore Marittimo in visita alla Capitaneria di Porto di Ortona

Immagine segnaposto

Stagione balneare al via Capitaneria di Porto al lavoro per la sicurezza e la legalità

Immagine segnaposto

Continuano i controlli ispettivi a bordo della Motonave NS SABINA da parte della Capitaneria di porto di Ortona.