Sono stati svolti in questi giorni una serie di controlli mirati in campo ambientale da parte dei militari del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Ortona unitamente al personale specializzato del Laboratorio Ambientale Mobile (L.A.M.) del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

L'attività è stata svolta, in particolare, lungo alcune aste fluviali, risalendo dalla foce verso l'entroterra, dove è stata riscontrata la presenza di diversi scarichi presumibilmente illegali che sono stati sottoposti a campionamento ed analisi. I campioni prelevati saranno analizzati, oltre che dal personale specializzato della Guardia Costiera appositamente intervenuto, anche dal laboratorio ARTA Abruzzo di Pescara, in modo tale da consolidare la collaborazione tra le due istituzioni preposte alla tutela dell'ambiente.

Gli accertamenti rientrano in una più ampia attività investigativa avviata da tempo dalla Capitaneria di Porto di Ortona per risalire alle cause dei ricorrenti fenomeni di colorazioni alterate delle acque di alcuni torrenti, verifiche che hanno già portato all'elevazione di diverse sanzioni e denunce per scarichi irregolari.

A indirizzare tali controlli verso i punti più critici hanno contribuito, spesso, anche diverse segnalazioni da parte di cittadini attenti, spesso utili a ottenere indicazioni tempestive di sversamenti in atto.

La tutela dell'ambiente resta una priorità assoluta per la Guardia Costiera, in particolare in prossimità dell'avvio della stagione balneare, allorquando diventa fondamentale che la qualità delle acque marine siano tenute costantemente sotto controllo. 

Prezioso si è rivelato per l'occasione il contributo fornito dal Laboratorio Ambientale Mobile della Guardia Costiera, reparti specializzati e molto versatili che consentono di poter essere impiegati in tempi brevi e sono equipaggiati con dotazioni tecniche che permettono al personale del Corpo di effettuare attività di campionamento sia da terra che da mare, in prossimità di scarichi di acque reflue urbane, presso impianti di depurazione. 


19/05/2021 Ortona

Sono stati svolti in questi giorni una serie di controlli mirati in campo ambientale da parte dei militari del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale della Guardia Costiera di Ortona unitamente al personale specializzato del Laboratorio Ambientale Mobile (L.A.M.) del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di Porto.

L'attività è stata svolta, in particolare, lungo alcune aste fluviali, risalendo dalla foce verso l'entroterra, dove è stata riscontrata la presenza di diversi scarichi presumibilmente illegali che sono stati sottoposti a campionamento ed analisi. I campioni prelevati saranno analizzati, oltre che dal personale specializzato della Guardia Costiera appositamente intervenuto, anche dal laboratorio ARTA Abruzzo di Pescara, in modo tale da consolidare la collaborazione tra le due istituzioni preposte alla tutela dell'ambiente.

Gli accertamenti rientrano in una più ampia attività investigativa avviata da tempo dalla Capitaneria di Porto di Ortona per risalire alle cause dei ricorrenti fenomeni di colorazioni alterate delle acque di alcuni torrenti, verifiche che hanno già portato all'elevazione di diverse sanzioni e denunce per scarichi irregolari.

A indirizzare tali controlli verso i punti più critici hanno contribuito, spesso, anche diverse segnalazioni da parte di cittadini attenti, spesso utili a ottenere indicazioni tempestive di sversamenti in atto.

La tutela dell'ambiente resta una priorità assoluta per la Guardia Costiera, in particolare in prossimità dell'avvio della stagione balneare, allorquando diventa fondamentale che la qualità delle acque marine siano tenute costantemente sotto controllo. 

Prezioso si è rivelato per l'occasione il contributo fornito dal Laboratorio Ambientale Mobile della Guardia Costiera, reparti specializzati e molto versatili che consentono di poter essere impiegati in tempi brevi e sono equipaggiati con dotazioni tecniche che permettono al personale del Corpo di effettuare attività di campionamento sia da terra che da mare, in prossimità di scarichi di acque reflue urbane, presso impianti di depurazione. 


Ortona

Immagine segnaposto

Operazione Mare Sicuro 2022 la Guardia Costiera di Ortona per un’estate in sicurezza

Immagine segnaposto

Il Direttore Marittimo in visita alla Capitaneria di Porto di Ortona

Immagine segnaposto

Stagione balneare al via Capitaneria di Porto al lavoro per la sicurezza e la legalità

Immagine segnaposto

Continuano i controlli ispettivi a bordo della Motonave NS SABINA da parte della Capitaneria di porto di Ortona.