​Operazione di salvataggio in mare con grande spiegamento di forze in operazione congiunta della Guardia Costiera e del Nucleo Elicotteri dei Vigili del Fuoco di Alghero-Fertilia, in località spiaggia di Scivu,  della Marina di Arbus, dove due bagnanti e il bagnino della spiaggia, intervenuto in soccorso dei primi trovatisi in grande difficoltà mentre facevano il bagno fra le onde del mare agitatissimo, sono riusciti a mettersi in salvo su uno scoglio della punta Pischeredda dopo essere stati trascinati dalla corrente. Vani sono stati i tentativi della motovedetta della Guardia Costiera CP 893, che a causa delle pessime condizioni metereologiche non si è potuta avvicinare più di tanto allo scoglio per imbarcare i tre "naufraghi", è stato decisivo l'intervento dell'elicottero dei Vigili del Fuoco decollato dalla base di Alghero-Fertilia. Il fortissimo vento di maestrale ha reso difficilissime le operazioni di soccorso ma alla fine i tre sono stati issati a bordo per mezzo di un verricello. Un'operazione con un alto grado di rischio che si è per fortuna conclusa felicemente. I tre naufraghi sono stati riportati a terra, uno è stato riportato in ospedale per gli accertamenti e le cure del caso.

28/07/2015 Oristano

​Operazione di salvataggio in mare con grande spiegamento di forze in operazione congiunta della Guardia Costiera e del Nucleo Elicotteri dei Vigili del Fuoco di Alghero-Fertilia, in località spiaggia di Scivu,  della Marina di Arbus, dove due bagnanti e il bagnino della spiaggia, intervenuto in soccorso dei primi trovatisi in grande difficoltà mentre facevano il bagno fra le onde del mare agitatissimo, sono riusciti a mettersi in salvo su uno scoglio della punta Pischeredda dopo essere stati trascinati dalla corrente. Vani sono stati i tentativi della motovedetta della Guardia Costiera CP 893, che a causa delle pessime condizioni metereologiche non si è potuta avvicinare più di tanto allo scoglio per imbarcare i tre "naufraghi", è stato decisivo l'intervento dell'elicottero dei Vigili del Fuoco decollato dalla base di Alghero-Fertilia. Il fortissimo vento di maestrale ha reso difficilissime le operazioni di soccorso ma alla fine i tre sono stati issati a bordo per mezzo di un verricello. Un'operazione con un alto grado di rischio che si è per fortuna conclusa felicemente. I tre naufraghi sono stati riportati a terra, uno è stato riportato in ospedale per gli accertamenti e le cure del caso.

Oristano

Immagine segnaposto

Ricerca e soccorso motopesca in difficoltà all'isola di Maldiventre

Immagine segnaposto

Il Comandante Marittimo Nord di La Spezia visita gli Uffici dipendenti della Direzione Marittima di Cagliari

Immagine segnaposto

Recupero e Salvataggio di due bagnanti con attrezzatura SUP e il genitore in difficoltà

Immagine segnaposto

Area Marina Protetta – La Guardia Costiera trova 57 nasse nei fondali antistanti le rovine di Tharros