Nella giornata odierna, nel piazzale bandiera del Comando della Capitaneria di porto di Oristano, alla presenza del Direttore Marittimo di Cagliari, Capitano di Vascello Mario Valente, si è svolta la cerimonia del passaggio di consegne del Comando della Capitaneria di porto di Oristano, la cui giurisdizione ricomprende i Comuni costieri che vanno da Arbus a Bosa.

Al Capitano di Fregata Antonio Frigo, destinato ad assumere altro importante incarico presso la città di Venezia, è subentrato il Capitano di Fregata Matteo Gragnani, proveniente dall'Accademia Navale di Livorno, dove ha svolto l'incarico di docente di Diritto marittimo amministrativo e Diritto della navigazione.

Si conclude, così, il mandato del Comandante Frigo a Oristano, caratterizzato da circa due anni di intenso lavoro, nei quali le donne e gli uomini della Capitaneria e del dipendente Ufficio Circondariale Marittimo di Bosa hanno garantito, lungo i 215 km di litorale di giurisdizione, la sicurezza della vita umana in mare, della navigazione e quella portuale, la tutela ambientale e della filiera della pesca e garantito alle comunità locali i servizi connessi ai compiti d'istituto.

La cerimonia, svolta nel rispetto delle misure imposte dall'emergenza sanitaria ancora in corso, ha visto, pertanto, la partecipazione di una ridotta aliquota di personale militare e civile della sede.

Il Direttore Marittimo di Cagliari – Capitano di Vascello Mario Valente nel suo discorso conclusivo della cerimonia ha espresso il proprio compiacimento per l'operato e gli obiettivi raggiunti dalla Capitaneria di porto di Oristano: "In questi due anni il Comandante Frigo ha accolto e sostenuto, con slancio, tutte le iniziative volte ad accrescere la rilevanza strategica del porto di Oristano comprendendo le esigenze e le aspettative del territorio, svolgendo il proprio servizio a tutela degli interessi primari dello stato e coinvolgendo le diverse realtà impegnate per lo sviluppo sostenibile dell'economia marittima nel rispetto dei parametri di sicurezza portuale".   

Proseguendo nel suo discorso il Direttore Marittimo si è congratulato con tutto il personale per l'impegno profuso non solo nell'espletamento dei tradizionali compiti di istituto, ma anche per il ruolo svolto dall'Autorità marittima nella gestione, per gli aspetti di competenza, dell'emergenza sanitaria legata al Covid 19, elogiando i militari della Guardia Costiera Oristanese per lo sforzo sostenuto e per aver garantito, ininterrottamente, un presidio di buona amministrazione e legalità al servizio del territorio e delle sue comunità.

Il Comandante Frigo ed il Capitano di Fregata Matteo Gragnani, nuovo Capo del Compartimento marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Oristano, hanno sottolineato il concetto di continuità nel perseguimento degli obiettivi, quale base necessaria per immaginare un futuro di sostenibili innovazioni.   

28/08/2020 Oristano

Nella giornata odierna, nel piazzale bandiera del Comando della Capitaneria di porto di Oristano, alla presenza del Direttore Marittimo di Cagliari, Capitano di Vascello Mario Valente, si è svolta la cerimonia del passaggio di consegne del Comando della Capitaneria di porto di Oristano, la cui giurisdizione ricomprende i Comuni costieri che vanno da Arbus a Bosa.

Al Capitano di Fregata Antonio Frigo, destinato ad assumere altro importante incarico presso la città di Venezia, è subentrato il Capitano di Fregata Matteo Gragnani, proveniente dall'Accademia Navale di Livorno, dove ha svolto l'incarico di docente di Diritto marittimo amministrativo e Diritto della navigazione.

Si conclude, così, il mandato del Comandante Frigo a Oristano, caratterizzato da circa due anni di intenso lavoro, nei quali le donne e gli uomini della Capitaneria e del dipendente Ufficio Circondariale Marittimo di Bosa hanno garantito, lungo i 215 km di litorale di giurisdizione, la sicurezza della vita umana in mare, della navigazione e quella portuale, la tutela ambientale e della filiera della pesca e garantito alle comunità locali i servizi connessi ai compiti d'istituto.

La cerimonia, svolta nel rispetto delle misure imposte dall'emergenza sanitaria ancora in corso, ha visto, pertanto, la partecipazione di una ridotta aliquota di personale militare e civile della sede.

Il Direttore Marittimo di Cagliari – Capitano di Vascello Mario Valente nel suo discorso conclusivo della cerimonia ha espresso il proprio compiacimento per l'operato e gli obiettivi raggiunti dalla Capitaneria di porto di Oristano: "In questi due anni il Comandante Frigo ha accolto e sostenuto, con slancio, tutte le iniziative volte ad accrescere la rilevanza strategica del porto di Oristano comprendendo le esigenze e le aspettative del territorio, svolgendo il proprio servizio a tutela degli interessi primari dello stato e coinvolgendo le diverse realtà impegnate per lo sviluppo sostenibile dell'economia marittima nel rispetto dei parametri di sicurezza portuale".   

Proseguendo nel suo discorso il Direttore Marittimo si è congratulato con tutto il personale per l'impegno profuso non solo nell'espletamento dei tradizionali compiti di istituto, ma anche per il ruolo svolto dall'Autorità marittima nella gestione, per gli aspetti di competenza, dell'emergenza sanitaria legata al Covid 19, elogiando i militari della Guardia Costiera Oristanese per lo sforzo sostenuto e per aver garantito, ininterrottamente, un presidio di buona amministrazione e legalità al servizio del territorio e delle sue comunità.

Il Comandante Frigo ed il Capitano di Fregata Matteo Gragnani, nuovo Capo del Compartimento marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Oristano, hanno sottolineato il concetto di continuità nel perseguimento degli obiettivi, quale base necessaria per immaginare un futuro di sostenibili innovazioni.   

Oristano

Immagine segnaposto

Ricerca e soccorso motopesca in difficoltà all'isola di Maldiventre

Immagine segnaposto

Il Comandante Marittimo Nord di La Spezia visita gli Uffici dipendenti della Direzione Marittima di Cagliari

Immagine segnaposto

Recupero e Salvataggio di due bagnanti con attrezzatura SUP e il genitore in difficoltà

Immagine segnaposto

Area Marina Protetta – La Guardia Costiera trova 57 nasse nei fondali antistanti le rovine di Tharros