​I militari della Capitaneria di Porto di Oristano hanno festeggiato oggi, 4 dicembre, la ricorrenza della loro Patrona Santa Barbara, protettrice della Marina Militare. Come da tradizione, si è rinnovato oggi 04 Dicembre l'evento con la celebrazione della funzione religiosa, officiata dall'Arcivescovo di Oristano, S.E. Monsignor Ignazio SANNA presso la Basilica di Santa Giusta Vergine Martire in Santa Giusta (OR). Durante la messa è stata onorata la ricorrenza religiosa con il coinvolgimento di tutta la cittadinanza, riconoscendo alla figura di Santa Barbara un momento di coesione e condivisione dello spirito di Servizio che accomuna tutti gli appartenenti alla Marina Militare Italiana. Alla celebrazione hanno partecipato tutte le massime autorità Militari, civili e religiose locali.

04/12/2015 Oristano

​I militari della Capitaneria di Porto di Oristano hanno festeggiato oggi, 4 dicembre, la ricorrenza della loro Patrona Santa Barbara, protettrice della Marina Militare. Come da tradizione, si è rinnovato oggi 04 Dicembre l'evento con la celebrazione della funzione religiosa, officiata dall'Arcivescovo di Oristano, S.E. Monsignor Ignazio SANNA presso la Basilica di Santa Giusta Vergine Martire in Santa Giusta (OR). Durante la messa è stata onorata la ricorrenza religiosa con il coinvolgimento di tutta la cittadinanza, riconoscendo alla figura di Santa Barbara un momento di coesione e condivisione dello spirito di Servizio che accomuna tutti gli appartenenti alla Marina Militare Italiana. Alla celebrazione hanno partecipato tutte le massime autorità Militari, civili e religiose locali.

Oristano

Immagine segnaposto

Ricerca e soccorso motopesca in difficoltà all'isola di Maldiventre

Immagine segnaposto

Il Comandante Marittimo Nord di La Spezia visita gli Uffici dipendenti della Direzione Marittima di Cagliari

Immagine segnaposto

Recupero e Salvataggio di due bagnanti con attrezzatura SUP e il genitore in difficoltà

Immagine segnaposto

Area Marina Protetta – La Guardia Costiera trova 57 nasse nei fondali antistanti le rovine di Tharros