​Il Contrammiraglio Enrico PACIONI, Comandante del Comando Supporto Logistico della Marina Militare di Cagliari, si è recato ieri pomeriggio in visita ufficiale alla Capitaneria di Porto di Oristano, accolto dal Capitano di Fregata Erminio di NARDO, Comandante della Capitaneria di Porto di Oristano. Dopo lo scambio di saluti all'interno dell'area comando della Capitaneria, l'Ammiraglio PACIONI ha voluto incontrare il personale militare e civile della Capitaneria di Porto esprimendo il suo compiacimento per il lavoro quotidianamente svolto dagli uomini e dalle donne della Guardia Costiera di Oristano. Il Comandante di NARDO ha in seguito illustrato all'Ammiraglio PACIONI l'ambito del Compartimento Marittimo di Oristano e i delicati compiti che il Corpo delle Capitanerie di Porto quotidianamente svolge al servizio della collettività. L'Ammiraglio ha quindi proseguito la visita recandosi personalmente presso la Sala Operativa della Guardia Costiera e gli uffici della Capitaneria all'interno dei quali è stata illustrata l'attività tecnico-amministrativa e quella operativa e di polizia marittima svolta dal personale. Prima di recarsi presso la darsena "Enti di Stato" del porto per visitare i mezzi nautici in dotazione alla Guardia Costiera di Oristano, è avvenuto il rituale scambio dei crest tra l'Ammiraglio PACIONI ed il Comandante di NARDO, quali emblemi metallici, scolpiti su di uno scudo in legno, raffiguranti l'effigie del Comando. La visita si è conclusa con la firma dell'Ammiraglio PACIONI sul diario storico della Capitaneria di Porto di Oristano, a testimonianza dei valori che uniscono la Marina Militare con il Corpo delle Capitanerie di Porto ed esprimendo vivo compiacimento per l'eccellente lavoro svolto, quale segno evidente dell'importanza che la sicurezza in mare rappresenta per la collettività.

21/06/2018 Oristano

​Il Contrammiraglio Enrico PACIONI, Comandante del Comando Supporto Logistico della Marina Militare di Cagliari, si è recato ieri pomeriggio in visita ufficiale alla Capitaneria di Porto di Oristano, accolto dal Capitano di Fregata Erminio di NARDO, Comandante della Capitaneria di Porto di Oristano. Dopo lo scambio di saluti all'interno dell'area comando della Capitaneria, l'Ammiraglio PACIONI ha voluto incontrare il personale militare e civile della Capitaneria di Porto esprimendo il suo compiacimento per il lavoro quotidianamente svolto dagli uomini e dalle donne della Guardia Costiera di Oristano. Il Comandante di NARDO ha in seguito illustrato all'Ammiraglio PACIONI l'ambito del Compartimento Marittimo di Oristano e i delicati compiti che il Corpo delle Capitanerie di Porto quotidianamente svolge al servizio della collettività. L'Ammiraglio ha quindi proseguito la visita recandosi personalmente presso la Sala Operativa della Guardia Costiera e gli uffici della Capitaneria all'interno dei quali è stata illustrata l'attività tecnico-amministrativa e quella operativa e di polizia marittima svolta dal personale. Prima di recarsi presso la darsena "Enti di Stato" del porto per visitare i mezzi nautici in dotazione alla Guardia Costiera di Oristano, è avvenuto il rituale scambio dei crest tra l'Ammiraglio PACIONI ed il Comandante di NARDO, quali emblemi metallici, scolpiti su di uno scudo in legno, raffiguranti l'effigie del Comando. La visita si è conclusa con la firma dell'Ammiraglio PACIONI sul diario storico della Capitaneria di Porto di Oristano, a testimonianza dei valori che uniscono la Marina Militare con il Corpo delle Capitanerie di Porto ed esprimendo vivo compiacimento per l'eccellente lavoro svolto, quale segno evidente dell'importanza che la sicurezza in mare rappresenta per la collettività.

Oristano

Immagine segnaposto

Ricerca e soccorso motopesca in difficoltà all'isola di Maldiventre

Immagine segnaposto

Il Comandante Marittimo Nord di La Spezia visita gli Uffici dipendenti della Direzione Marittima di Cagliari

Immagine segnaposto

Recupero e Salvataggio di due bagnanti con attrezzatura SUP e il genitore in difficoltà

Immagine segnaposto

Area Marina Protetta – La Guardia Costiera trova 57 nasse nei fondali antistanti le rovine di Tharros