​Prosegue l'attività di contrasto alle attività illecite in materia di pesca da parte degli uomini della Guardia Costiera di Oristano. In data 09 maggio 2017, sono stati effettuati numerosi controlli a pescatori sia professionali che sportivi e specifici controlli a terra in ristoranti e punti di vendita all'ingrosso e al dettaglio. Nell'ambito di questi controlli un nucleo ispettivo di questo Comando, ha rinvenuto, in un noto "all you can eat" sushi giapponese, 40 Kg di prodotto ittico privo della prevista documentazione sanitaria e di tracciabilità. Pertanto il prodotto è stato sequestrato ed al gestore del ristorante è stata elevata una sanzione amministrativa di 1500 euro per mancata tracciabilità ai sensi dell'articolo 11, comma 4 legge 4/2012 e successive modifiche. Nella stessa mattinata del 09 maggio il predetto nucleo ispettivo ha identificato e sanzionato un individuo intento nella pesca abusiva di molluschi, nello specifico cozze, nella zona dei pontili di Torregrande. Al trasgressore è stata elevata una sanzione amministrativa di 1000 euro e si è proceduto al sequestro amministrativo degli attrezzi da pesca e del pescato per un quantitativo di circa 30 kg che successivamente è stato reimmesso nell'ambiente marino. L'attività di controllo proseguirà anche nei prossimi giorni con particolare attenzione alla pesca abusiva e della raccolta di molluschi bivalvi in zone non consentite e/o destinati alla vendita senza la prevista certificazione sanitaria.

09/05/2017 Oristano

​Prosegue l'attività di contrasto alle attività illecite in materia di pesca da parte degli uomini della Guardia Costiera di Oristano. In data 09 maggio 2017, sono stati effettuati numerosi controlli a pescatori sia professionali che sportivi e specifici controlli a terra in ristoranti e punti di vendita all'ingrosso e al dettaglio. Nell'ambito di questi controlli un nucleo ispettivo di questo Comando, ha rinvenuto, in un noto "all you can eat" sushi giapponese, 40 Kg di prodotto ittico privo della prevista documentazione sanitaria e di tracciabilità. Pertanto il prodotto è stato sequestrato ed al gestore del ristorante è stata elevata una sanzione amministrativa di 1500 euro per mancata tracciabilità ai sensi dell'articolo 11, comma 4 legge 4/2012 e successive modifiche. Nella stessa mattinata del 09 maggio il predetto nucleo ispettivo ha identificato e sanzionato un individuo intento nella pesca abusiva di molluschi, nello specifico cozze, nella zona dei pontili di Torregrande. Al trasgressore è stata elevata una sanzione amministrativa di 1000 euro e si è proceduto al sequestro amministrativo degli attrezzi da pesca e del pescato per un quantitativo di circa 30 kg che successivamente è stato reimmesso nell'ambiente marino. L'attività di controllo proseguirà anche nei prossimi giorni con particolare attenzione alla pesca abusiva e della raccolta di molluschi bivalvi in zone non consentite e/o destinati alla vendita senza la prevista certificazione sanitaria.

Oristano

Immagine segnaposto

Ricerca e soccorso motopesca in difficoltà all'isola di Maldiventre

Immagine segnaposto

Il Comandante Marittimo Nord di La Spezia visita gli Uffici dipendenti della Direzione Marittima di Cagliari

Immagine segnaposto

Recupero e Salvataggio di due bagnanti con attrezzatura SUP e il genitore in difficoltà

Immagine segnaposto

Area Marina Protetta – La Guardia Costiera trova 57 nasse nei fondali antistanti le rovine di Tharros