Alle ore 07:17 di oggi 31 maggio 2017 la Capitaneria di Porto di Monfalcone ha ricevuto, tramite NUMERO BLU 1530 per le emergenze in mare, una segnalazione da parte del proprietario di un peschereccio circa la presenza di un cadavere impigliato nelle reti da posta in zona foce Aussa Corno.

La Sala Operativa della Capitaneria di porto di Monfalcone, che coordina le operazioni di soccorso sul litorale fino alla linea mediana del fiume Tagliamento, ha immediatamente disposto l'invio del battello pneumatico veloce GC B43 rischierato presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Grado. La Capitaneria di porto di Monfalcone, previa autorizzazione del  magistrato di turno e, in presenza del medico legale provvedeva al recupero della salma ed il successivo trasporto presso l'ormeggio disponibile più vicino per il successivo trasporto presso l'obitorio.

Dagli accertamenti del medico legale, si è trattato di morte per annegamento, a detta dei famigliari del Sig. Carlo Parcely (70 anni), questi non sapeva nuotare, le forti correnti presenti in zona hanno fatto il resto.

La Capitaneria di porto di Monfalcone, visto l'approssimarsi della stagione estiva, raccomanda a tutti i diportisti di adottare ogni possibile cautela prima di prendere il mare: non avventurarsi da soli, verificare l'efficienza dell'apparato motore, degli organi di governo e dello scafo, approvvigionamento del combustibile e dei viveri, verifica della consistenza e dell'efficienza delle dotazioni di sicurezza in base alla distanza dalla costa che si vuole raggiungere, verifica della presenza a bordo di tutti i documenti richiesti e della loro validità, verifica delle previsioni meteo marine.

Si ricorda inoltre di prestare la massima attenzione alle zone di basso fondale, presenti lungo la costiera isontina e friulana.

Per ogni richiesta di soccorso, è sempre attivo il numero blu per le emergenze in mare 1530


31/05/2017 Monfalcone

Alle ore 07:17 di oggi 31 maggio 2017 la Capitaneria di Porto di Monfalcone ha ricevuto, tramite NUMERO BLU 1530 per le emergenze in mare, una segnalazione da parte del proprietario di un peschereccio circa la presenza di un cadavere impigliato nelle reti da posta in zona foce Aussa Corno.

La Sala Operativa della Capitaneria di porto di Monfalcone, che coordina le operazioni di soccorso sul litorale fino alla linea mediana del fiume Tagliamento, ha immediatamente disposto l'invio del battello pneumatico veloce GC B43 rischierato presso l'Ufficio Circondariale Marittimo di Grado. La Capitaneria di porto di Monfalcone, previa autorizzazione del  magistrato di turno e, in presenza del medico legale provvedeva al recupero della salma ed il successivo trasporto presso l'ormeggio disponibile più vicino per il successivo trasporto presso l'obitorio.

Dagli accertamenti del medico legale, si è trattato di morte per annegamento, a detta dei famigliari del Sig. Carlo Parcely (70 anni), questi non sapeva nuotare, le forti correnti presenti in zona hanno fatto il resto.

La Capitaneria di porto di Monfalcone, visto l'approssimarsi della stagione estiva, raccomanda a tutti i diportisti di adottare ogni possibile cautela prima di prendere il mare: non avventurarsi da soli, verificare l'efficienza dell'apparato motore, degli organi di governo e dello scafo, approvvigionamento del combustibile e dei viveri, verifica della consistenza e dell'efficienza delle dotazioni di sicurezza in base alla distanza dalla costa che si vuole raggiungere, verifica della presenza a bordo di tutti i documenti richiesti e della loro validità, verifica delle previsioni meteo marine.

Si ricorda inoltre di prestare la massima attenzione alle zone di basso fondale, presenti lungo la costiera isontina e friulana.

Per ogni richiesta di soccorso, è sempre attivo il numero blu per le emergenze in mare 1530


Monfalcone

Immagine segnaposto

Visita Ministro Salvini

Immagine segnaposto

IL DIRETTORE MARITTIMO DEL FRIULI VENEZIA GIULIA VISITA LA CAPITANERIA DI PORTO DI MONFALCONE

Immagine segnaposto

Cambio al vertice della Capitaneria di porto di di Monfalcone

Immagine segnaposto

Incendio in zona Duino - Guardia Costiera di Monfalcone porta in salvo 9 persone bloccate dal fumo e dai roghi