Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno

 

TITOLO: Interventi della Guardia Costiera in porto per il maltempo. Nave urta la banchina creando danni all'infrastruttura.

 

È di bandiera norvegese la nave che nella notte, intorno alle ore 3.00, ha rotto gli ormeggi alla calata Alto fondale del porto di Livorno, andando ad urtare alla radice del molo in prossimità dell'accosto 43, creando danni all'infrastruttura. Una voragine di alcuni metri si è aperta, dopo che la nave, un cargo di circa 40.000 tonnellate di stazza, per circa 200 metri di lunghezza, in balia dal forte vento, è entrata in collisione con la banchina. Sul posto, nell'immediato, sono intervenuti gli uomini del nucleo nostromi della Guardia costiera. Guardia costiera che ha coordinato le operazioni recupero e riormeggio dell'unità, avvenute grazie alla spinta di due rimorchiatori portuali. Con un pilota del porto a bordo e con il contributo degli ormeggiatori la nave è stata riposizionata all'accosto 44, a circa una quarantina di metri dal luogo del sinistro. In mattinata gli ispettori del Port State Control della Capitaneria di porto sono saliti a bordo della nave al fine di chiarire le cause dell'incidente e verificare, anche con l'intervento dell'ente di classifica, le condizioni di sicurezza e navigabilità del cargo. Dai primi controlli, da confermare tramite ispezioni subacquee, non appena le condizioni meteo lo permetteranno, sembrerebbe che l'unità navale abbia riportato danni alla timoneria e all'elica.

 

Livorno 17 gennaio 2018

17/01/2018 Livorno

Direzione Marittima/Capitaneria di porto Livorno

 

TITOLO: Interventi della Guardia Costiera in porto per il maltempo. Nave urta la banchina creando danni all'infrastruttura.

 

È di bandiera norvegese la nave che nella notte, intorno alle ore 3.00, ha rotto gli ormeggi alla calata Alto fondale del porto di Livorno, andando ad urtare alla radice del molo in prossimità dell'accosto 43, creando danni all'infrastruttura. Una voragine di alcuni metri si è aperta, dopo che la nave, un cargo di circa 40.000 tonnellate di stazza, per circa 200 metri di lunghezza, in balia dal forte vento, è entrata in collisione con la banchina. Sul posto, nell'immediato, sono intervenuti gli uomini del nucleo nostromi della Guardia costiera. Guardia costiera che ha coordinato le operazioni recupero e riormeggio dell'unità, avvenute grazie alla spinta di due rimorchiatori portuali. Con un pilota del porto a bordo e con il contributo degli ormeggiatori la nave è stata riposizionata all'accosto 44, a circa una quarantina di metri dal luogo del sinistro. In mattinata gli ispettori del Port State Control della Capitaneria di porto sono saliti a bordo della nave al fine di chiarire le cause dell'incidente e verificare, anche con l'intervento dell'ente di classifica, le condizioni di sicurezza e navigabilità del cargo. Dai primi controlli, da confermare tramite ispezioni subacquee, non appena le condizioni meteo lo permetteranno, sembrerebbe che l'unità navale abbia riportato danni alla timoneria e all'elica.

 

Livorno 17 gennaio 2018

Livorno

Immagine segnaposto

Cambio al Comando della Direzione Marittima di Livorno

Immagine segnaposto

Natante in difficoltà – tratte in salvo le cinque persone a bordo

Immagine segnaposto

Operazione FRONTIERE TRACCIABILI - Sequestrate 3 tonnellate di prodotti ittici

Immagine segnaposto

SEASUBSAREX 2020. Esercitazione complessa aeronavale di ricerca e soccorso in mare al largo di Livorno