Nell'ambito del programma di visite presso i Comandi territoriali del Corpo, il 1° marzo ha fatto tappa a Livorno, presso la sede della Direzione Marittima della Toscana, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia costiera, l'Ammiraglio Ispettore Capo Nicola CARLONE.

Il Comandante Generale è stato ricevuto con i rituali onori dal Direttore Marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Livorno, Contrammiraglio Gaetano Angora, e da uno schieramento formato dalle rappresentanze del personale dei vari uffici marittimi del Compartimento.

L'Ammiraglio Carlone ha voluto trascorrere gran parte della sua visita con il personale militare riunito in assemblea.

"Sono davvero contento di poter essere oggi qui con voi. Visito con vero piacere una delle più grandi e laboriose Direzioni Marittime del Paese", le parole d'esordio del Comandante Generale, che ha tenuto poi a sottolineare come "i risultati ottenuti a livello centrale siano il frutto del prezioso lavoro svolto dalla periferia. Abbiamo recentemente registrato il gradimento della cittadinanza attraverso il sondaggio EURISPES; ebbene ciò testimonia quanto sia stato e quanto sia importante valorizzare la quotidiana opera che il Corpo svolge a beneficio della collettività".

Ha poi proseguito il suo incontro richiamando il saluto fatto in mattinata presso l'Accademia Navale ai Tenenti di Vascello in procinto di andare in Comando nei vari Circondari marittimi formulando "l'invito ai più anziani di invogliare i giovani ad amare il nostro mestiere, ed ai giovani di dare il massimo per migliorare ed implementare le nostre linee attività, in particolare nell'impulso al settore dell'informatica e dell'innovazione tecnologica e digitale".  

La conclusione è stata riservata ad un graditissimo pensiero per le famiglie di tutti i militari che, col proprio incondizionato sostegno, sono capaci di condividere quell'impegno e quella passione indispensabili per portare avanti, con altruismo ed efficacia, il lavoro delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.

Al termine del suo discorso, il Comandante Generale ha voluto salutare ad uno ad uno tutte le donne e gli uomini in divisa radunati in assemblea, chiedendo a ciascuno esperienze, mansioni e propositi.

La visita, dopo una breve office call tra il Comandante Generale e il Direttore Marittimo, si è conclusa con il tradizionale scambio di Crest e la dedica sul Libro d'onore, parole attraverso le quali l'Ammiraglio Carlone ha espresso vicinanza e ringraziamento alla Direzione marittima per la professionalità e l'attenzione quotidianamente riservata ad un delicato territorio quale quello toscano.


02/03/2022 Livorno

Nell'ambito del programma di visite presso i Comandi territoriali del Corpo, il 1° marzo ha fatto tappa a Livorno, presso la sede della Direzione Marittima della Toscana, il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia costiera, l'Ammiraglio Ispettore Capo Nicola CARLONE.

Il Comandante Generale è stato ricevuto con i rituali onori dal Direttore Marittimo e Comandante della Capitaneria di porto di Livorno, Contrammiraglio Gaetano Angora, e da uno schieramento formato dalle rappresentanze del personale dei vari uffici marittimi del Compartimento.

L'Ammiraglio Carlone ha voluto trascorrere gran parte della sua visita con il personale militare riunito in assemblea.

"Sono davvero contento di poter essere oggi qui con voi. Visito con vero piacere una delle più grandi e laboriose Direzioni Marittime del Paese", le parole d'esordio del Comandante Generale, che ha tenuto poi a sottolineare come "i risultati ottenuti a livello centrale siano il frutto del prezioso lavoro svolto dalla periferia. Abbiamo recentemente registrato il gradimento della cittadinanza attraverso il sondaggio EURISPES; ebbene ciò testimonia quanto sia stato e quanto sia importante valorizzare la quotidiana opera che il Corpo svolge a beneficio della collettività".

Ha poi proseguito il suo incontro richiamando il saluto fatto in mattinata presso l'Accademia Navale ai Tenenti di Vascello in procinto di andare in Comando nei vari Circondari marittimi formulando "l'invito ai più anziani di invogliare i giovani ad amare il nostro mestiere, ed ai giovani di dare il massimo per migliorare ed implementare le nostre linee attività, in particolare nell'impulso al settore dell'informatica e dell'innovazione tecnologica e digitale".  

La conclusione è stata riservata ad un graditissimo pensiero per le famiglie di tutti i militari che, col proprio incondizionato sostegno, sono capaci di condividere quell'impegno e quella passione indispensabili per portare avanti, con altruismo ed efficacia, il lavoro delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera.

Al termine del suo discorso, il Comandante Generale ha voluto salutare ad uno ad uno tutte le donne e gli uomini in divisa radunati in assemblea, chiedendo a ciascuno esperienze, mansioni e propositi.

La visita, dopo una breve office call tra il Comandante Generale e il Direttore Marittimo, si è conclusa con il tradizionale scambio di Crest e la dedica sul Libro d'onore, parole attraverso le quali l'Ammiraglio Carlone ha espresso vicinanza e ringraziamento alla Direzione marittima per la professionalità e l'attenzione quotidianamente riservata ad un delicato territorio quale quello toscano.


Livorno

Immagine segnaposto

CELEBRATA IN TOSCANA LA GIORNATA DEL MARE

Immagine segnaposto

CONTROLLI SUL TENORE DI ZOLFO DEI COMBUSTIBILI DELLE NAVI

Immagine segnaposto

CHIUSA LA PESCA DELLE TELLINE

Immagine segnaposto

FERMATA LA NAVE REBECCA SCHUTLE