ALLARME ecologico ieri mattina per un cospicuo sversamento di gasolio in mare nella zona occidentale del golfo. Per primo ad accorgersene è stato il personale di bordo delle imbarcazioni ormeggiate a Porto Lotti, visto che la chiazza nera si è subito allargata nell’area marittima del porticciolo turistico, oltre che verso il golfo. A pelo d’acqua erano ben visibili due dita d’olio, che hanno poi raggiunto gli scafi di alcune imbarcazioni attraccate, lasciando un inequivocabile alone scuro. Immediatamente è scattato l’allarme e sul posto è intervenuta la Capitaneria di Porto con la motovedetta e il gommone. E’ stato chiesto l’intervento delle imbarcazioni della Sepor per cercare di limitare i danni. IERI mattina, infatti, spirava vento da nord est e quindi il gasolio veniva spinto verso il largo. l personale della Sepor ha delimitato la zona con delle barriere in acqua, mentre da terra veniva spruzzata una sostanza chimica per cercare di sciogliere gli idrocarburi. Purtroppo il problema è stato risolto solo in parte perché le barche avevano il ‘rullo’, mentre invece il gasolio avrebbe dovuto essere aspirato affinché l’intervento risultasse più efficace. Davanti alla zona dove è avvenuto lo sversamento di gasolio ci sono le grosse boe gialle dove attraccano le petroliere che riforniscono la Spi di Arcola. Ieri mattina, però ,non era presente alcuna nave. La Capitaneria di Porto ha subito avviato le indagini per capire da dove sia fuoriuscito il gasolio, l’ipotesi più probabile è che ci sia stata una perdita da qualche tubatura a terra, visto che la quantità era tale che difficilmente poteva essere stata persa da un’imbarcazione. E’ intervenuto il personale dell’Arpal per effettuare il campionamento ai fini delle analisi per stabilire il tipo di inquinamento (per ora si sa soltanto che risulta nel campo degli idrocarburi), e anche per individuarne possibilmente la fonte.

28/10/2015 La Spezia

ALLARME ecologico ieri mattina per un cospicuo sversamento di gasolio in mare nella zona occidentale del golfo. Per primo ad accorgersene è stato il personale di bordo delle imbarcazioni ormeggiate a Porto Lotti, visto che la chiazza nera si è subito allargata nell’area marittima del porticciolo turistico, oltre che verso il golfo. A pelo d’acqua erano ben visibili due dita d’olio, che hanno poi raggiunto gli scafi di alcune imbarcazioni attraccate, lasciando un inequivocabile alone scuro. Immediatamente è scattato l’allarme e sul posto è intervenuta la Capitaneria di Porto con la motovedetta e il gommone. E’ stato chiesto l’intervento delle imbarcazioni della Sepor per cercare di limitare i danni. IERI mattina, infatti, spirava vento da nord est e quindi il gasolio veniva spinto verso il largo. l personale della Sepor ha delimitato la zona con delle barriere in acqua, mentre da terra veniva spruzzata una sostanza chimica per cercare di sciogliere gli idrocarburi. Purtroppo il problema è stato risolto solo in parte perché le barche avevano il ‘rullo’, mentre invece il gasolio avrebbe dovuto essere aspirato affinché l’intervento risultasse più efficace. Davanti alla zona dove è avvenuto lo sversamento di gasolio ci sono le grosse boe gialle dove attraccano le petroliere che riforniscono la Spi di Arcola. Ieri mattina, però ,non era presente alcuna nave. La Capitaneria di Porto ha subito avviato le indagini per capire da dove sia fuoriuscito il gasolio, l’ipotesi più probabile è che ci sia stata una perdita da qualche tubatura a terra, visto che la quantità era tale che difficilmente poteva essere stata persa da un’imbarcazione. E’ intervenuto il personale dell’Arpal per effettuare il campionamento ai fini delle analisi per stabilire il tipo di inquinamento (per ora si sa soltanto che risulta nel campo degli idrocarburi), e anche per individuarne possibilmente la fonte.

La Spezia

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

MIPAAF-SEGRETERIA-PROT. N. 0248725 DEL 03.06.2022 - DECRETO PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO D.M. N. 149546 DEL 31.03.2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE

Immagine segnaposto

ATTIVITA’ CONGIUNTA SULLE SPIAGGE LIBERE DEL COMUNE DI LERICI