«DIMINUISCONO i giorni di vacanza ma non il lavoro per prevenire incidenti e organizzare i soccorsi in mare. Se il turista una volta passava quindici o venti giorni al mare adesso gli arrivi sono concentrati nel fine settimana. E in due giorni si fa tutto: dai tuffi alle passeggiate fino al giro in gommone. Ma anche il tour per i sentieri o il surf. La conseguenza è una sola: cresce il rischio incidenti o di comportamenti a rischio anche indotti dalla stanchezza o dalla voglia di strafare». Tradotto la crisi economica taglia le ferie ma fa crescere le cattive abitudini». Lo ha detto Enrico Castioni, comandante della Guardia Costiera della Spezia che ieri mattina ha presentato Mare Sicuro 2015, l'operazione della Capitaneria di Porto per rendere più tranquilla l'estate sul mare. E' stato sottoscritto un protocollo di collaborazione con i sette comuni della riviera spezzina e il Parco Nazionale delle Cinque Terre. Fanno parte del progetto Bonassola, Deiva Marina, Framura, Levanto, Monterosso, Portovenere e Vernazza. Il primo effetto è quello di far nascere un nuovo punto operativo della Guardia Costiera a Monterosso. «E' un distaccamento di quello di Levanto - ha precisato Castioni - e aggiungiamo che da quest'anno nasce lo sportello estivo amico nella sede centrale della Spezia. Rimane aperto ogni giorno fino alle 20. Ciascuno può richiedere informazioni sulla sicurezza in mare e su tutto quello che riguarda il nostro settore». Mare Sicuro 2015 parte dai dati dello scorso anno. Numeri forti di 400 missioni, 450 ore di navigazione e 5.300 miglia percorse. Trenta i soccorsi sanitari con il 118, 140 le persone aiutate oltre a 40 imbarcazioni assistite. «La nostra motovedetta per ricerca e soccorso, la "Cp 865", è operativa 24 ore al giorno - ha detto Riccardo Cavarra, comandante del Servizio Operativo - e come sempre è pronta a imbarcare anche personale dell'Emergenza Medica. A lei, dal 22 giugno al 13 settembre, si uniscono altre due unità, la 2094 e la 523 operative nell'Area Marina Protetta del Parco delle Cinque Terre con compiti di assistenza e polizia. Completano la task force quattro gommoni pronti a partire dalle sedi di Lerici, Portovenere, Levanto e Ameglia. Operano dalle 10 alle 18 ma con possibilità di impiego anche oltre questo orario».

Non manca la campagna contro la velocità in barca. Il tele laser sarà operativo ogni fine settimana nelle zona sensibili tra cui il Canale di Portovenere. «Il dispositivo viene guidato da una pattuglia a terra assistita da un battello che permette l'immediata contestazione della sanzione», ha aggiunto Cavarra. E ieri mattina, in prefettura, è stata sottoscritta anche la convezione tra il Parco e Vigili del Fuoco per un servizio stagionale dal 12 al 31 agosto. In quel periodo i pompieri garantiscono la presenza di una squadra con cinque unità per il primo intervento in zona Parco.

19/06/2015 La Spezia

«DIMINUISCONO i giorni di vacanza ma non il lavoro per prevenire incidenti e organizzare i soccorsi in mare. Se il turista una volta passava quindici o venti giorni al mare adesso gli arrivi sono concentrati nel fine settimana. E in due giorni si fa tutto: dai tuffi alle passeggiate fino al giro in gommone. Ma anche il tour per i sentieri o il surf. La conseguenza è una sola: cresce il rischio incidenti o di comportamenti a rischio anche indotti dalla stanchezza o dalla voglia di strafare». Tradotto la crisi economica taglia le ferie ma fa crescere le cattive abitudini». Lo ha detto Enrico Castioni, comandante della Guardia Costiera della Spezia che ieri mattina ha presentato Mare Sicuro 2015, l'operazione della Capitaneria di Porto per rendere più tranquilla l'estate sul mare. E' stato sottoscritto un protocollo di collaborazione con i sette comuni della riviera spezzina e il Parco Nazionale delle Cinque Terre. Fanno parte del progetto Bonassola, Deiva Marina, Framura, Levanto, Monterosso, Portovenere e Vernazza. Il primo effetto è quello di far nascere un nuovo punto operativo della Guardia Costiera a Monterosso. «E' un distaccamento di quello di Levanto - ha precisato Castioni - e aggiungiamo che da quest'anno nasce lo sportello estivo amico nella sede centrale della Spezia. Rimane aperto ogni giorno fino alle 20. Ciascuno può richiedere informazioni sulla sicurezza in mare e su tutto quello che riguarda il nostro settore». Mare Sicuro 2015 parte dai dati dello scorso anno. Numeri forti di 400 missioni, 450 ore di navigazione e 5.300 miglia percorse. Trenta i soccorsi sanitari con il 118, 140 le persone aiutate oltre a 40 imbarcazioni assistite. «La nostra motovedetta per ricerca e soccorso, la "Cp 865", è operativa 24 ore al giorno - ha detto Riccardo Cavarra, comandante del Servizio Operativo - e come sempre è pronta a imbarcare anche personale dell'Emergenza Medica. A lei, dal 22 giugno al 13 settembre, si uniscono altre due unità, la 2094 e la 523 operative nell'Area Marina Protetta del Parco delle Cinque Terre con compiti di assistenza e polizia. Completano la task force quattro gommoni pronti a partire dalle sedi di Lerici, Portovenere, Levanto e Ameglia. Operano dalle 10 alle 18 ma con possibilità di impiego anche oltre questo orario».

Non manca la campagna contro la velocità in barca. Il tele laser sarà operativo ogni fine settimana nelle zona sensibili tra cui il Canale di Portovenere. «Il dispositivo viene guidato da una pattuglia a terra assistita da un battello che permette l'immediata contestazione della sanzione», ha aggiunto Cavarra. E ieri mattina, in prefettura, è stata sottoscritta anche la convezione tra il Parco e Vigili del Fuoco per un servizio stagionale dal 12 al 31 agosto. In quel periodo i pompieri garantiscono la presenza di una squadra con cinque unità per il primo intervento in zona Parco.

La Spezia

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

MIPAAF-SEGRETERIA-PROT. N. 0248725 DEL 03.06.2022 - DECRETO PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO D.M. N. 149546 DEL 31.03.2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE

Immagine segnaposto

ATTIVITA’ CONGIUNTA SULLE SPIAGGE LIBERE DEL COMUNE DI LERICI