"La Spezia: intervento lampo sventa affondamento di uno yacht di 22 mt ed il conseguente inquinamento in mare. Nessun ferito."

Erano da poco passate le 18.30 di oggi, 12 giugno, quando una richiesta di soccorso veniva raccolta dalla sala operativa della Guardia Costiera della Spezia. Al telefono una donna che segnalava in modo concitato il semiaffondamento della propria unità da diporto ormeggiata presso il porto Mirabello vicino al locale distributore. Immediato l'invio in zona della Motovedetta SAR CP 2094 ed una pattuglia via terra del Nucleo Operativo di Pronto Intervento Portuale della Guardia Costiera e la richiesta di intervento ai Vigili del Fuoco, che inviavano in zona una Motobarca ed una unità via terra. Giunto sul posto il personale si accertava subito delle buone condizioni di salute degli occupanti che intanto erano riusciti a sbarcare in sicurezza.

L'unità, un 22 metri, risultava già essere ormai con la poppa quasi sommersa. Al fine di effettuare una ispezione subacquea dello scafo venivano quindi prontamente attivati i sub dei Vigili del Fuoco da Genova. Intanto il personale dei Vigili del Fuoco si attivava con delle motopompe per cercare di esaurire l'acqua imbarcata repentinamente nello scafo. Sotto la supervisione del personale della Guardia Costiera venivano posizionate delle panne galleggianti intorno all'unità al fine di contenere l'eventuale fuoriuscita di idrocarburi ed evitare pertanto criticità di carattere ambientale.

Al fine di verificare nell'immediatezza la possibilità di tamponare la falla interveniva nel frattempo una locale ditta di operatori subacquei, già impegnata in zona per altre attività, la quale operava fino a tarda sera per ridurre la portata della stessa, posizionando altresì degli appositi palloni di sollevamento. Intanto proseguivano le operazioni di svuotamento dello scafo che iniziavano a dare i primi effetti positivi tanto che, intorno alle ore 21.20, l'unità risultava aver ripreso il suo assetto. Sotto il coordinamento della Capitaneria di porto della Spezia, l'unità veniva quindi trasferita via mare, in sicurezza, con l'ausilio degli ormeggiatori e dei mezzi della Capitaneria di porto e dei Vigili del Fuoco, presso il vicino cantiere dell'omonimo porticciolo ove giungeva intorno alla mezzanotte.

La Capitaneria di porto della Spezia ha avviato, come da prassi in questi casi, una inchiesta amministrativa per stabilire le cause e le eventuali responsabilità dell'accaduto. L'intervento odierno, durato circa sei ore, svolto con efficacia, tempestività ed in stretta sinergia con il personale dei Vigili del Fuoco e gli operatori intervenuti, ha permesso di scongiurare ben più gravi conseguenze per l'ambiente marino.

La Spezia, 12 giugno 2022.

 

Segui la Guardia Costiera anche su Twitter, Facebook, Instagram e Youtube

12/06/2022 La Spezia Eventi

 "La Spezia: intervento lampo sventa affondamento di uno yacht di 22 mt ed il conseguente inquinamento in mare. Nessun ferito."

Erano da poco passate le 18.30 di oggi, 12 giugno, quando una richiesta di soccorso veniva raccolta dalla sala operativa della Guardia Costiera della Spezia. Al telefono una donna che segnalava in modo concitato il semiaffondamento della propria unità da diporto ormeggiata presso il porto Mirabello vicino al locale distributore. Immediato l'invio in zona della Motovedetta SAR CP 2094 ed una pattuglia via terra del Nucleo Operativo di Pronto Intervento Portuale della Guardia Costiera e la richiesta di intervento ai Vigili del Fuoco, che inviavano in zona una Motobarca ed una unità via terra. Giunto sul posto il personale si accertava subito delle buone condizioni di salute degli occupanti che intanto erano riusciti a sbarcare in sicurezza.

L'unità, un 22 metri, risultava già essere ormai con la poppa quasi sommersa. Al fine di effettuare una ispezione subacquea dello scafo venivano quindi prontamente attivati i sub dei Vigili del Fuoco da Genova. Intanto il personale dei Vigili del Fuoco si attivava con delle motopompe per cercare di esaurire l'acqua imbarcata repentinamente nello scafo. Sotto la supervisione del personale della Guardia Costiera venivano posizionate delle panne galleggianti intorno all'unità al fine di contenere l'eventuale fuoriuscita di idrocarburi ed evitare pertanto criticità di carattere ambientale.

Al fine di verificare nell'immediatezza la possibilità di tamponare la falla interveniva nel frattempo una locale ditta di operatori subacquei, già impegnata in zona per altre attività, la quale operava fino a tarda sera per ridurre la portata della stessa, posizionando altresì degli appositi palloni di sollevamento. Intanto proseguivano le operazioni di svuotamento dello scafo che iniziavano a dare i primi effetti positivi tanto che, intorno alle ore 21.20, l'unità risultava aver ripreso il suo assetto. Sotto il coordinamento della Capitaneria di porto della Spezia, l'unità veniva quindi trasferita via mare, in sicurezza, con l'ausilio degli ormeggiatori e dei mezzi della Capitaneria di porto e dei Vigili del Fuoco, presso il vicino cantiere dell'omonimo porticciolo ove giungeva intorno alla mezzanotte.

La Capitaneria di porto della Spezia ha avviato, come da prassi in questi casi, una inchiesta amministrativa per stabilire le cause e le eventuali responsabilità dell'accaduto. L'intervento odierno, durato circa sei ore, svolto con efficacia, tempestività ed in stretta sinergia con il personale dei Vigili del Fuoco e gli operatori intervenuti, ha permesso di scongiurare ben più gravi conseguenze per l'ambiente marino.

La Spezia, 12 giugno 2022.

 

Segui la Guardia Costiera anche su Twitter, Facebook, Instagram e Youtube

Eventi

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE

Immagine segnaposto

CONSEGNA DI MEDAGLIE COMMEMORATIVE IN DATA 09 GIUGNO 2022 IN CAPITANERIA DI PORTO DELLA SPEZIA

La Spezia

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

MIPAAF-SEGRETERIA-PROT. N. 0248725 DEL 03.06.2022 - DECRETO PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO D.M. N. 149546 DEL 31.03.2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE

Immagine segnaposto

ATTIVITA’ CONGIUNTA SULLE SPIAGGE LIBERE DEL COMUNE DI LERICI