LA QUERELLE dei dra­gaggi dei fondali del porto fra obblighi di bonifica, ne­cessità per lo sviluppo dei traffici, criticità emerse in corso d'opera, ipotesi di nes­so causale con la moria dei mitili dello scorso febbraio e i problemi lamentati dai pescatori le cui reti da posta da due settimane sono attinte da una strana poltiglia fango saranno al centro dei lavo­ri della «commissione consi­liare temporanea di indagi­ne conoscitiva sullo stato di avanzamento delle bonifi­che nei siti del territorio co­munale», presieduta da Mau­rizio Ferraioli.

Per il 30 giu­gno primo è fissata la con­vocazione. All'ordine del giorno una serie di audizio­ni degli esponenti di Capitaneria di porto, Arpal, Autorità Portuale, Cooperativa mitilicultori, pescatori. Obiettivo: fare il punto dell'operazione dragaggi, de­gli accertamenti sviluppati per capire la genesi della moria dei pesci e della «massa» gelatinosa che fluttua sui fondali. «Vogliamo anche approfondire - spiega Ferraioli – il contenuto delle prescrizioni sul dragaggio e le modalità di verifica del rispetto delle stesse; c'è anche da capire con quali sistemi viene calcolato l'ammontare dei fanghi dragati e quali sono le certificazioni all'esito del conferimento nella vasca di colmata di Piombino.

17/06/2015 La Spezia

LA QUERELLE dei dra­gaggi dei fondali del porto fra obblighi di bonifica, ne­cessità per lo sviluppo dei traffici, criticità emerse in corso d'opera, ipotesi di nes­so causale con la moria dei mitili dello scorso febbraio e i problemi lamentati dai pescatori le cui reti da posta da due settimane sono attinte da una strana poltiglia fango saranno al centro dei lavo­ri della «commissione consi­liare temporanea di indagi­ne conoscitiva sullo stato di avanzamento delle bonifi­che nei siti del territorio co­munale», presieduta da Mau­rizio Ferraioli.

Per il 30 giu­gno primo è fissata la con­vocazione. All'ordine del giorno una serie di audizio­ni degli esponenti di Capitaneria di porto, Arpal, Autorità Portuale, Cooperativa mitilicultori, pescatori. Obiettivo: fare il punto dell'operazione dragaggi, de­gli accertamenti sviluppati per capire la genesi della moria dei pesci e della «massa» gelatinosa che fluttua sui fondali. «Vogliamo anche approfondire - spiega Ferraioli – il contenuto delle prescrizioni sul dragaggio e le modalità di verifica del rispetto delle stesse; c'è anche da capire con quali sistemi viene calcolato l'ammontare dei fanghi dragati e quali sono le certificazioni all'esito del conferimento nella vasca di colmata di Piombino.

La Spezia

Immagine segnaposto

ALTRO DURO COLPO INFLITTO ALLA PESCA ABUSIVA DI MOLLUSCHI BIVALVI

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

MIPAAF-SEGRETERIA-PROT. N. 0248725 DEL 03.06.2022 - DECRETO PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO D.M. N. 149546 DEL 31.03.2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE