LA QUERELLE dei dra­gaggi dei fondali del porto fra obblighi di bonifica, ne­cessità per lo sviluppo dei traffici, criticità emerse in corso d'opera, ipotesi di nes­so causale con la moria dei mitili dello scorso febbraio e i problemi lamentati dai pescatori le cui reti da posta da due settimane sono attinte da una strana poltiglia fango saranno al centro dei lavo­ri della «commissione consi­liare temporanea di indagi­ne conoscitiva sullo stato di avanzamento delle bonifi­che nei siti del territorio co­munale», presieduta da Mau­rizio Ferraioli.

Per il 30 giu­gno primo è fissata la con­vocazione. All'ordine del giorno una serie di audizio­ni degli esponenti di Capitaneria di porto, Arpal, Autorità Portuale, Cooperativa mitilicultori, pescatori. Obiettivo: fare il punto dell'operazione dragaggi, de­gli accertamenti sviluppati per capire la genesi della moria dei pesci e della «massa» gelatinosa che fluttua sui fondali. «Vogliamo anche approfondire - spiega Ferraioli – il contenuto delle prescrizioni sul dragaggio e le modalità di verifica del rispetto delle stesse; c'è anche da capire con quali sistemi viene calcolato l'ammontare dei fanghi dragati e quali sono le certificazioni all'esito del conferimento nella vasca di colmata di Piombino.

17/06/2015 La Spezia

LA QUERELLE dei dra­gaggi dei fondali del porto fra obblighi di bonifica, ne­cessità per lo sviluppo dei traffici, criticità emerse in corso d'opera, ipotesi di nes­so causale con la moria dei mitili dello scorso febbraio e i problemi lamentati dai pescatori le cui reti da posta da due settimane sono attinte da una strana poltiglia fango saranno al centro dei lavo­ri della «commissione consi­liare temporanea di indagi­ne conoscitiva sullo stato di avanzamento delle bonifi­che nei siti del territorio co­munale», presieduta da Mau­rizio Ferraioli.

Per il 30 giu­gno primo è fissata la con­vocazione. All'ordine del giorno una serie di audizio­ni degli esponenti di Capitaneria di porto, Arpal, Autorità Portuale, Cooperativa mitilicultori, pescatori. Obiettivo: fare il punto dell'operazione dragaggi, de­gli accertamenti sviluppati per capire la genesi della moria dei pesci e della «massa» gelatinosa che fluttua sui fondali. «Vogliamo anche approfondire - spiega Ferraioli – il contenuto delle prescrizioni sul dragaggio e le modalità di verifica del rispetto delle stesse; c'è anche da capire con quali sistemi viene calcolato l'ammontare dei fanghi dragati e quali sono le certificazioni all'esito del conferimento nella vasca di colmata di Piombino.

La Spezia

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

MIPAAF-SEGRETERIA-PROT. N. 0248725 DEL 03.06.2022 - DECRETO PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO D.M. N. 149546 DEL 31.03.2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE

Immagine segnaposto

ATTIVITA’ CONGIUNTA SULLE SPIAGGE LIBERE DEL COMUNE DI LERICI