Blitz della Guardia Costiera e degli agenti della polizia municipale di Sarzana ieri mattina al Bagno Rondine di Marinella. I militari hanno sequestrato sdraio e ombrelloni e il Campetto di Beach Volley dove oggi si doveva disputare la finale del torneo delle 80 bambine che hanno partecipato al Campus organizzato da Maurizia Cacciatori, ex capitana dell'Italia mundial di volley. Sull'arenile si sono vissuti momenti di tensione quando il proprietario, Gianfranco Venturini di 77 anni si è rifiutato di rimuovere gli ombrelloni come gli aveva chiesto l'ufficiale della Capitaneria di porto. A quel punto è prevalso il buonsenso e due militari della Guardia Costiera hanno rimosso sdraio e ombrelloni che erano stati posti nell'area di spiaggia libera adiacente, all'indomani dell'autorizzazione del comune di Sarzana. La delibera però giovedì sera è stata revocata e ieri mattina la Guardia Costiera è intervenuta per il ripristino dello stato dei luoghi.

In tutto sono state poste sotto sequestro cautelativo una trentina di sdraio e 15 ombrelloni che si trovavano nel fazzoletto di spiaggia pubblica. Sia il titolare sia i responsabili del Campus della Cacciatori hanno chiesto che 'almeno' il campo di beach volley oggi potesse essere fruibile per la finale. «La rete e i pali non sono i miei, ma degli organizzatori del torneo: almeno quelli non li sequestrate» ha chiesto Venturini ai militari che però sono andati dritti per la loro strada. Non solo quando dopo le 13, Maurizia Cacciatori è tornata in albergo ed è stata informata dell'accaduto ha subito chiamato il sindaco di Sarzana Alessio Cavarra. Mancavano pochi minuti a mezzogiorno quando l'auto di servizio della Guardia Costiera è giunta al Rondine. Che qualcosa stava accadendo i proprietari e gli addetti della struttura ricettiva sul mare, l'avevano già capito in quanto da quasi un'ora due vigili urbani di Sarzana erano dinanzi l'accesso dello stabilimento All'arrivo degli uomini della Guardia Costiera, metro alla mano, sono iniziati i rilievi sulla battigia sotto gli occhi incuriositi dei bagnanti sdraiati a prendere il sole.

In riva al mare, è stato posto il paletto che delimitava la fine della concessione demaniale al Rondine verso Fiumaretta. La porzione di spiaggia libera misurata fino al confine con l'altro stabilimento balneare è stata misurata dai militari ed è risultata essere di otto metri in larghezza.

Sulla vicenda è intervenuta anche l'organizzazione in difesa dei consumatori. «Paolo Mione, oltre a essere il legale della titolare è anche un autorevole politico locale e presidente del consiglio comunale di Sarzana. Che ruolo ha avuto nella vicenda l'avvocato-presidente? - domanda l'organizzazione di tutela dei diritti. Noi non accusiamo  l'organizzazione di tutela dei diritti. Noi non accusiamo aspettiamo che Mione chiarisca per bene e che soprattutto sia fugato ogni dubbio su un possibile conflitto di interessi».

29/06/2015 La Spezia

Blitz della Guardia Costiera e degli agenti della polizia municipale di Sarzana ieri mattina al Bagno Rondine di Marinella. I militari hanno sequestrato sdraio e ombrelloni e il Campetto di Beach Volley dove oggi si doveva disputare la finale del torneo delle 80 bambine che hanno partecipato al Campus organizzato da Maurizia Cacciatori, ex capitana dell'Italia mundial di volley. Sull'arenile si sono vissuti momenti di tensione quando il proprietario, Gianfranco Venturini di 77 anni si è rifiutato di rimuovere gli ombrelloni come gli aveva chiesto l'ufficiale della Capitaneria di porto. A quel punto è prevalso il buonsenso e due militari della Guardia Costiera hanno rimosso sdraio e ombrelloni che erano stati posti nell'area di spiaggia libera adiacente, all'indomani dell'autorizzazione del comune di Sarzana. La delibera però giovedì sera è stata revocata e ieri mattina la Guardia Costiera è intervenuta per il ripristino dello stato dei luoghi.

In tutto sono state poste sotto sequestro cautelativo una trentina di sdraio e 15 ombrelloni che si trovavano nel fazzoletto di spiaggia pubblica. Sia il titolare sia i responsabili del Campus della Cacciatori hanno chiesto che 'almeno' il campo di beach volley oggi potesse essere fruibile per la finale. «La rete e i pali non sono i miei, ma degli organizzatori del torneo: almeno quelli non li sequestrate» ha chiesto Venturini ai militari che però sono andati dritti per la loro strada. Non solo quando dopo le 13, Maurizia Cacciatori è tornata in albergo ed è stata informata dell'accaduto ha subito chiamato il sindaco di Sarzana Alessio Cavarra. Mancavano pochi minuti a mezzogiorno quando l'auto di servizio della Guardia Costiera è giunta al Rondine. Che qualcosa stava accadendo i proprietari e gli addetti della struttura ricettiva sul mare, l'avevano già capito in quanto da quasi un'ora due vigili urbani di Sarzana erano dinanzi l'accesso dello stabilimento All'arrivo degli uomini della Guardia Costiera, metro alla mano, sono iniziati i rilievi sulla battigia sotto gli occhi incuriositi dei bagnanti sdraiati a prendere il sole.

In riva al mare, è stato posto il paletto che delimitava la fine della concessione demaniale al Rondine verso Fiumaretta. La porzione di spiaggia libera misurata fino al confine con l'altro stabilimento balneare è stata misurata dai militari ed è risultata essere di otto metri in larghezza.

Sulla vicenda è intervenuta anche l'organizzazione in difesa dei consumatori. «Paolo Mione, oltre a essere il legale della titolare è anche un autorevole politico locale e presidente del consiglio comunale di Sarzana. Che ruolo ha avuto nella vicenda l'avvocato-presidente? - domanda l'organizzazione di tutela dei diritti. Noi non accusiamo  l'organizzazione di tutela dei diritti. Noi non accusiamo aspettiamo che Mione chiarisca per bene e che soprattutto sia fugato ogni dubbio su un possibile conflitto di interessi».

La Spezia

Immagine segnaposto

PISCINA NATURALE DI PORTOVENERE 30 LUGLIO 2022

Immagine segnaposto

MIPAAF-SEGRETERIA-PROT. N. 0248725 DEL 03.06.2022 - DECRETO PER IL SOSTEGNO FINANZIARIO D.M. N. 149546 DEL 31.03.2022

Immagine segnaposto

LA GUARDIA COSTIERA CELEBRA IL 157° ANNIVERSARIO DELLA SUA FONDAZIONE

Immagine segnaposto

ATTIVITA’ CONGIUNTA SULLE SPIAGGE LIBERE DEL COMUNE DI LERICI