SOCCORSA BARCA A VELA INCAGLIATA

 

Pomeriggio impegnativo per gli uomini della Guardia Costiera di La Maddalena. Intorno alle ore 17.30 la Sala Operativa della Capitaneria di Porto captava sul VHF una richiesta di soccorso mediante chiamata di emergenza MAY DAY.

Nelle successive concitate comunicazioni i militari riuscivano a risalire, con non poche difficoltà,  alla situazione emergenziale in atto. Una barca a vela 15 metri si era incagliata nelle secche di “villa marina” poste nel versante sud dell’Isola di Santo Stefano.

Veniva immediatamente disposta l’uscita della motovedetta SAR CP 306 al fine di intercettare l’imbarcazione incagliata e, contestualmente, veniva inviata sul posto ditta specializzata nelle operazioni di recupero, al fine di mettere in sicurezza il natante e prevenire eventuali incidenti di natura ambientale.

Constatata la buona salute degli occupanti, 4 persone di nazionalità tedesca ed accertata l’assenza di inquinamento e danni strutturali allo scafo, l’unità veniva rimorchiata, con la costante assistenza della motovedetta CP 306, fino all’approdo di Cala Mangiavolpe del Porto di La Maddalena ove, tramite ispezione subacquea, venivano riscontrati seri danni agli organi di governo dell’imbarcazione.

 

La Maddalena, 15.05.2017

15/05/2017 La Maddalena

SOCCORSA BARCA A VELA INCAGLIATA

 

Pomeriggio impegnativo per gli uomini della Guardia Costiera di La Maddalena. Intorno alle ore 17.30 la Sala Operativa della Capitaneria di Porto captava sul VHF una richiesta di soccorso mediante chiamata di emergenza MAY DAY.

Nelle successive concitate comunicazioni i militari riuscivano a risalire, con non poche difficoltà,  alla situazione emergenziale in atto. Una barca a vela 15 metri si era incagliata nelle secche di “villa marina” poste nel versante sud dell’Isola di Santo Stefano.

Veniva immediatamente disposta l’uscita della motovedetta SAR CP 306 al fine di intercettare l’imbarcazione incagliata e, contestualmente, veniva inviata sul posto ditta specializzata nelle operazioni di recupero, al fine di mettere in sicurezza il natante e prevenire eventuali incidenti di natura ambientale.

Constatata la buona salute degli occupanti, 4 persone di nazionalità tedesca ed accertata l’assenza di inquinamento e danni strutturali allo scafo, l’unità veniva rimorchiata, con la costante assistenza della motovedetta CP 306, fino all’approdo di Cala Mangiavolpe del Porto di La Maddalena ove, tramite ispezione subacquea, venivano riscontrati seri danni agli organi di governo dell’imbarcazione.

 

La Maddalena, 15.05.2017

La Maddalena

Immagine segnaposto

IL COMANDANTE MARITTIMO NORD IN VISITA ALLA SEDE DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA

Immagine segnaposto

INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA PER LIBERARE IL DEMANIO MARITTIMO OCCUPATO SENZA TITOLO

Immagine segnaposto

PARTITA L’OPERAZIONE MARE SICURO 2022 DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA

Immagine segnaposto

LIBERATA TARTARUGA MARINA A CALA PORTESE