Guardia Costiera di La Maddalena.

sequestri sul pubblico demanio marittimo

 

Ore di intenso lavoro per gli uomini e le donne della Guardia Costiera di La Maddalena, impegnati in più operazioni finalizzate alla salvaguardia della vita umana in mare ed alla tutela della libera fruizione del pubblico demanio marittimo.

Nelle prime ore dell'alba di oggi un team di militari ha effettuato un'attività di monitoraggio lungo i litorali del Comune di Arzachena, rinvenendo nella spiaggia sita in località Tanca Manna oltre 75 arredi balneari tra sdraio, ombrelloni e lettini, lasciati incustoditi dopo il tramonto da privati cittadini per potersi così garantire una zona di spiaggia privilegiata  per il giorno successivo, impedendo di fatto la pubblica fruizione del tratto di arenile.

Le attrezzature sono state poste sotto sequestro per occupazione abusiva del pubblico demanio marittimo, al momento a carico di ignoti, e dei fatti è stata informata la competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania che ha disposto una più approfondita attività d'indagine per risalire ai trasgressori.

Le attività di polizia demaniale e vigilanza ambientale poste in essere hanno consentito di ripristinare la legalità e di restituire, nel pieno della stagione balneare, un'importante area demaniale al suo pubblico utilizzo.

 

La Maddalena, 02 agosto 2017.

02/08/2017 La Maddalena

Guardia Costiera di La Maddalena.

sequestri sul pubblico demanio marittimo

 

Ore di intenso lavoro per gli uomini e le donne della Guardia Costiera di La Maddalena, impegnati in più operazioni finalizzate alla salvaguardia della vita umana in mare ed alla tutela della libera fruizione del pubblico demanio marittimo.

Nelle prime ore dell'alba di oggi un team di militari ha effettuato un'attività di monitoraggio lungo i litorali del Comune di Arzachena, rinvenendo nella spiaggia sita in località Tanca Manna oltre 75 arredi balneari tra sdraio, ombrelloni e lettini, lasciati incustoditi dopo il tramonto da privati cittadini per potersi così garantire una zona di spiaggia privilegiata  per il giorno successivo, impedendo di fatto la pubblica fruizione del tratto di arenile.

Le attrezzature sono state poste sotto sequestro per occupazione abusiva del pubblico demanio marittimo, al momento a carico di ignoti, e dei fatti è stata informata la competente Procura della Repubblica presso il Tribunale di Tempio Pausania che ha disposto una più approfondita attività d'indagine per risalire ai trasgressori.

Le attività di polizia demaniale e vigilanza ambientale poste in essere hanno consentito di ripristinare la legalità e di restituire, nel pieno della stagione balneare, un'importante area demaniale al suo pubblico utilizzo.

 

La Maddalena, 02 agosto 2017.

La Maddalena

Immagine segnaposto

IL COMANDANTE MARITTIMO NORD IN VISITA ALLA SEDE DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA

Immagine segnaposto

INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA PER LIBERARE IL DEMANIO MARITTIMO OCCUPATO SENZA TITOLO

Immagine segnaposto

PARTITA L’OPERAZIONE MARE SICURO 2022 DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA

Immagine segnaposto

LIBERATA TARTARUGA MARINA A CALA PORTESE