LOCALITA' LISCIA DI VACCA – RIPRISTINATO LO STATO DEI LUOGHI A TUTELA DELLA LEGALITA' IN MATERIA AMBIENTALE

 

Come è noto, a seguito dei recenti controlli in materia di polizia demaniale a tutela dell'ecosistema ambientale, svolti nello scorso mese di novembre nell'ambito di un'area di rilevante interesse paesaggistico e naturalistico del Comune di Arzachena, più precisamente in località Liscia di Vacca, furono messi i sigilli a diversi pontili abusivi realizzati senza alcun titolo concessorio od autorizzativo, creando altresì potenziali fonti di pericolo per la pubblica incolumità e per l'ecosistema marino, dovuti alla presenza di diversi elementi ferrosi arrugginiti e strutture precarie e fatiscenti.

A seguito delle attività di indagine poste in essere e l'individuazione di alcuni dei contravventori, negli ultimi giorni sono stati rimossi, a cura degli indagati, le strutture realizzate abusivamente, procedendo ad un ripristino del precedente stato dei luoghi nel tratto di costa interessato.

Le attività di polizia demaniale e vigilanza ambientale posta in essere dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di La Maddalena ha quindi consentito di ripristinare la legalità, anche ai fini della tutela dell'ambiente marino e costiero restituendo il demanio al suo pubblico uso ed eliminando le potenziali fonti di pericolo per la pubblica incolumità e per l'ecosistema ambientale.

La Maddalena, 01.12.2016

01/12/2016 La Maddalena

LOCALITA' LISCIA DI VACCA – RIPRISTINATO LO STATO DEI LUOGHI A TUTELA DELLA LEGALITA' IN MATERIA AMBIENTALE

 

Come è noto, a seguito dei recenti controlli in materia di polizia demaniale a tutela dell'ecosistema ambientale, svolti nello scorso mese di novembre nell'ambito di un'area di rilevante interesse paesaggistico e naturalistico del Comune di Arzachena, più precisamente in località Liscia di Vacca, furono messi i sigilli a diversi pontili abusivi realizzati senza alcun titolo concessorio od autorizzativo, creando altresì potenziali fonti di pericolo per la pubblica incolumità e per l'ecosistema marino, dovuti alla presenza di diversi elementi ferrosi arrugginiti e strutture precarie e fatiscenti.

A seguito delle attività di indagine poste in essere e l'individuazione di alcuni dei contravventori, negli ultimi giorni sono stati rimossi, a cura degli indagati, le strutture realizzate abusivamente, procedendo ad un ripristino del precedente stato dei luoghi nel tratto di costa interessato.

Le attività di polizia demaniale e vigilanza ambientale posta in essere dalla Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di La Maddalena ha quindi consentito di ripristinare la legalità, anche ai fini della tutela dell'ambiente marino e costiero restituendo il demanio al suo pubblico uso ed eliminando le potenziali fonti di pericolo per la pubblica incolumità e per l'ecosistema ambientale.

La Maddalena, 01.12.2016

La Maddalena

Immagine segnaposto

TERMINATA L’OPERAZIONE MARE SICURO DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA 45 PERSONE SOCCORSE IN MARE E 474 VERBALI AMMINISTRATIVI ELEVATI PER OLTRE 500 MILA EURO

Immagine segnaposto

LA MADDALENA. ATTESTATI FALSI: 46 MARITTIMI IN TRIBUNALE

Immagine segnaposto

LA TARTARUGA TWISTER RITORNA A NUOTARE IN MARE - Liberata la caretta caretta soccorsa a marzo

Immagine segnaposto

VELISTA FERITO IN UNA MANOVRA - Reimpiantato il piede tranciato da una cima