Capitaneria di porto di La Maddalena: controlli sulle emissioni di Zolfo dai traghetti

Nell’ambito dell’attività ispettiva e di controllo svolta dalla Capitaneria di Porto di La Maddalena sono stati controllati i tenori di zolfo nei combustibili per uso marittimo utilizzati a bordo dei mototraghetti operanti nel Compartimento Marittimo di La Maddalena.

L’attività svolta durante tutto l’arco dell’anno ha visto coinvolti numerosi militari impegnati a verificare  il rispetto dei limiti del tenore di zolfo secondo quanto stabilito dalla normativa ambientale nazionale ed internazionale.

Circa 100 controlli sono stati portati a termine sia durante le visite ispettive di sicurezza dalla navigazione che nell’ambito delle operazioni di sicurezza portuale dove sono state controllate sistematicamente, da parte del personale impiegato nei porti di giurisdizione, tutte le schede tecniche dei combustibili marini utilizzati.

In alcuni casi il personale specializzato della Guardia Costiera ha anche prelevato dei campioni di carburante direttamente dalle casse del combustibile dei traghetti.

Sono quindi seguite le verifiche scientifiche dei campioni prelevati che, una volta analizzati presso i laboratori, hanno dimostrato concentrazioni di zolfo in linea  con i limiti di legge e pertanto si è appurato  il rispetto della normativa ambientale di riferimento.

I controlli, che continueranno anche nel prossimo anno, vanno a sommarsi alle numerose attività istituzionali di salvaguardia e vigilanza ambientale che la Guardia Costiera svolge nelle acque e nel territorio della Gallura, ed in particolare nel Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena.

 

La Maddalena, 14.12.2016


14/12/2016 La Maddalena

Capitaneria di porto di La Maddalena: controlli sulle emissioni di Zolfo dai traghetti

Nell’ambito dell’attività ispettiva e di controllo svolta dalla Capitaneria di Porto di La Maddalena sono stati controllati i tenori di zolfo nei combustibili per uso marittimo utilizzati a bordo dei mototraghetti operanti nel Compartimento Marittimo di La Maddalena.

L’attività svolta durante tutto l’arco dell’anno ha visto coinvolti numerosi militari impegnati a verificare  il rispetto dei limiti del tenore di zolfo secondo quanto stabilito dalla normativa ambientale nazionale ed internazionale.

Circa 100 controlli sono stati portati a termine sia durante le visite ispettive di sicurezza dalla navigazione che nell’ambito delle operazioni di sicurezza portuale dove sono state controllate sistematicamente, da parte del personale impiegato nei porti di giurisdizione, tutte le schede tecniche dei combustibili marini utilizzati.

In alcuni casi il personale specializzato della Guardia Costiera ha anche prelevato dei campioni di carburante direttamente dalle casse del combustibile dei traghetti.

Sono quindi seguite le verifiche scientifiche dei campioni prelevati che, una volta analizzati presso i laboratori, hanno dimostrato concentrazioni di zolfo in linea  con i limiti di legge e pertanto si è appurato  il rispetto della normativa ambientale di riferimento.

I controlli, che continueranno anche nel prossimo anno, vanno a sommarsi alle numerose attività istituzionali di salvaguardia e vigilanza ambientale che la Guardia Costiera svolge nelle acque e nel territorio della Gallura, ed in particolare nel Parco Nazionale dell’Arcipelago di La Maddalena.

 

La Maddalena, 14.12.2016


La Maddalena

Immagine segnaposto

IL COMANDANTE MARITTIMO NORD IN VISITA ALLA SEDE DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA

Immagine segnaposto

INTERVENTO DELLA GUARDIA COSTIERA PER LIBERARE IL DEMANIO MARITTIMO OCCUPATO SENZA TITOLO

Immagine segnaposto

PARTITA L’OPERAZIONE MARE SICURO 2022 DELLA GUARDIA COSTIERA DI LA MADDALENA

Immagine segnaposto

LIBERATA TARTARUGA MARINA A CALA PORTESE