CONTROLLI IN MATERIA DI SICUREZZA DELLA BALNEAZIONE
E TUTELA AMBIENTALE
Prosegue l’attività di controllo posta in essere di militari della Capitaneria di porto di La Maddalena, coordinati dal Direttore Marittimo di Olbia – C.V. (CP) Maurizio TROGU, in materia di sicurezza balneare e tutela ambientale.
Nello specifico è stata svolta una operazione complessa mirata alla tutela della libera fruizione del demanio marittimo oltre che al rispetto delle regole imposte dall’ordinanza di sicurezza balneare in località “Porto Puddu” nel Comune di Palau (OT), dove una locale scuola di vela utilizzava la locale fascia di demanio marittimo immediatamente prospiciente la battigia, come noto destinata al libero transito dei bagnanti ed alle attività di salvamento, per posizionarvi le proprie imbarcazioni a vela.
Al titolare della scuola vela state contestate le violazioni delle norme inerenti la sicurezza della balneazione ai sensi della vigente Ordinanza di sicurezza Balneare, elevando n. 11 verbali amministrativi per un importo complessivo di circa 1900 euro.
Stante l’elevata gravità dei fatti e dei comportamenti illeciti che hanno, in più occasione, messo a rischio la sicurezza della balneazione e la salvaguardia della vita umana in mare, sono stati posti sotto sequestro n. 1 gommone e n. 10 derive a vela.
Le attività di controllo, che proseguiranno per l’intera stagione estiva, mirano a scoraggiare e colpire tutti quei fenomeni di abuso che di fatto impediscono ai cittadini la libera fruizione del litorale e del mare.
A tal fine la Guardia Costiera sensibilizza in primis gli operatori del settore turistico balneare nonché tutti i cittadini a porre la massima attenzione al rispetto delle norme contenute nell’Ordinanza di sicurezza balneare, con particolare attenzione a quelle inerenti la sicurezza della balneazione e la salvaguardia della vita umana in mare.

05/06/2018 Palau

 CONTROLLI IN MATERIA DI SICUREZZA DELLA BALNEAZIONE
E TUTELA AMBIENTALE
Prosegue l’attività di controllo posta in essere di militari della Capitaneria di porto di La Maddalena, coordinati dal Direttore Marittimo di Olbia – C.V. (CP) Maurizio TROGU, in materia di sicurezza balneare e tutela ambientale.
Nello specifico è stata svolta una operazione complessa mirata alla tutela della libera fruizione del demanio marittimo oltre che al rispetto delle regole imposte dall’ordinanza di sicurezza balneare in località “Porto Puddu” nel Comune di Palau (OT), dove una locale scuola di vela utilizzava la locale fascia di demanio marittimo immediatamente prospiciente la battigia, come noto destinata al libero transito dei bagnanti ed alle attività di salvamento, per posizionarvi le proprie imbarcazioni a vela.
Al titolare della scuola vela state contestate le violazioni delle norme inerenti la sicurezza della balneazione ai sensi della vigente Ordinanza di sicurezza Balneare, elevando n. 11 verbali amministrativi per un importo complessivo di circa 1900 euro.
Stante l’elevata gravità dei fatti e dei comportamenti illeciti che hanno, in più occasione, messo a rischio la sicurezza della balneazione e la salvaguardia della vita umana in mare, sono stati posti sotto sequestro n. 1 gommone e n. 10 derive a vela.
Le attività di controllo, che proseguiranno per l’intera stagione estiva, mirano a scoraggiare e colpire tutti quei fenomeni di abuso che di fatto impediscono ai cittadini la libera fruizione del litorale e del mare.
A tal fine la Guardia Costiera sensibilizza in primis gli operatori del settore turistico balneare nonché tutti i cittadini a porre la massima attenzione al rispetto delle norme contenute nell’Ordinanza di sicurezza balneare, con particolare attenzione a quelle inerenti la sicurezza della balneazione e la salvaguardia della vita umana in mare.

Palau

Immagine segnaposto

Sequestrato lido abusivo a Porto Pollo