​Pervenuta nella mattina del 10 luglio alle ore 09.00 circa, alla Sala Operativa dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Procida, una richiesta di soccorso da parte di un’imbarcazione da diporto a noleggio, unità di circa 10 metri, proveniente da Baia e incagliatasi sulla secca di Punta Serra in Procida. Quattro le persone a bordo, due adulti e due minorenni, in evidente stato di panico e agitazione

Immediata la catena di soccorso, veniva allertata la motovedetta CP 807 di Circomare Ischia, che interveniva comunque dopo pochi minuti sul posto. Tranquillizzati gli occupanti dell’unità da diporto, con non poca difficoltà (ridotti spazi di manovra e presenza di scogli affioranti)  si è proceduto a porli in salvo a bordo della motovedetta SAR del Corpo,  adibita specificatamente, per caratteristiche e tempi di intervento, alla ricerca e soccorso in mare.

Nessun problema per le persone a bordo, mentre l’unità da diporto, danneggiata dall’impatto con gli scogli, è stata rimorchiata presso il porto di Ischia, per i successivi accertamenti.

Stante la particolarità del territorio e dei tratti di mare delle Isole dell'Arcipelago Campano si consiglia sempre a tutti i diportisti di intraprendere la navigazione solo dopo aver preliminarmente consultato dai documenti nautici disponibili, le informazioni nautiche e la presenza di secche e pericoli del tratto di mare che si intende navigare o raggiungere.

Sempre attivo inoltre il Numero BLU per le emergenze in mare 1530, sempre disponibile H24.

10/07/2016 Ischia

​Pervenuta nella mattina del 10 luglio alle ore 09.00 circa, alla Sala Operativa dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Procida, una richiesta di soccorso da parte di un’imbarcazione da diporto a noleggio, unità di circa 10 metri, proveniente da Baia e incagliatasi sulla secca di Punta Serra in Procida. Quattro le persone a bordo, due adulti e due minorenni, in evidente stato di panico e agitazione

Immediata la catena di soccorso, veniva allertata la motovedetta CP 807 di Circomare Ischia, che interveniva comunque dopo pochi minuti sul posto. Tranquillizzati gli occupanti dell’unità da diporto, con non poca difficoltà (ridotti spazi di manovra e presenza di scogli affioranti)  si è proceduto a porli in salvo a bordo della motovedetta SAR del Corpo,  adibita specificatamente, per caratteristiche e tempi di intervento, alla ricerca e soccorso in mare.

Nessun problema per le persone a bordo, mentre l’unità da diporto, danneggiata dall’impatto con gli scogli, è stata rimorchiata presso il porto di Ischia, per i successivi accertamenti.

Stante la particolarità del territorio e dei tratti di mare delle Isole dell'Arcipelago Campano si consiglia sempre a tutti i diportisti di intraprendere la navigazione solo dopo aver preliminarmente consultato dai documenti nautici disponibili, le informazioni nautiche e la presenza di secche e pericoli del tratto di mare che si intende navigare o raggiungere.

Sempre attivo inoltre il Numero BLU per le emergenze in mare 1530, sempre disponibile H24.

Ischia

Immagine segnaposto

INCENDIO SU UN’IMBARCAZIONE DA DIPORTO IN NAVIGAZIONE TRA ISCHIA E VENTOTENE, SALVI GLI OCCUPANTI

Immagine segnaposto

ALLA DERIVA SUL MATERASSINO, TRATTI IN SALVO 3 BAMBINI DALLA GUARDIA COSTIERA

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale interviene nella tappa ischitana di “Mediterraneo da remare”

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale visita i Comandi territoriali della Guardia Costiera di Ischia