AL VIA IMPERIA UN CICLO DI CONFERENZE

Scienziati a confronto

per parlare di clima

Rinasce Centro di educazione ambientale del Comune

Superospiti Vacchiano e Mercalli, Spazio alla biologia marina

Lo avevano chiesto con forza gli studenti imperiesi scesi in piazza in centinaia nel Fridays

for Future del 27 settembre:politiche "green" per rendere le città del Ponente più vivibili

e sostenibili. E c'è ora una prima risposta con la rinascita del

Cea, il Centro educazione ambiantale,e l'organizzazione di

un pacchetto di incontri per affrontare in modo scientifico il

tema del cambiamento climatico.Il ciclo di incontri "AmbientAzioni",

che prenderà il via lunedì 3 febbraio, è organizzato da Comune, Capitaneria di

porto, dalle associazioni Battibaleno, comitato M'Importa,

InfoRmare e dall'appassionato di meteorologia Giovanni Nebbia, grazie a fondi di un

bando regionale per lo sviluppo sostenibile.

«Abbiamo deciso di dare continuità e azione al Centro di educazione ambientale del

Comune di Imperia che è capofilaperlaprovincia— ha spiegato

l'assessore all'Ambiente Laura Gandolfo — ci sarà questo ciclo di incontri, azioni nelle

scuole e soprattutto partiremo dalla cultura e dalla conoscenza dell'ambiente per pensare

a un futuro green».

Si parlerà quindi di cambiamenti climatici, dei loro effetti e delle ripercussioni sul territorio

sia su scala globale che locale,di conoscenza dell'ambiente marino. Due i superospiti

chiamati a offrire un supporto scientifico di primissimo piano a un ampio contenitore divulgativo.

Ad aprire il ciclo di conferenze sarà infatti - lunedì 3 febbra-Lo scienziato Giorgio Vacchiano

io - Giorgio Vacchiano, ricercatore in gestione e pianificazione

forestale presso l'Università Statale di Milano (alle 21all'Auditorium della Camera di Commercio).

L'altro grande esperto chiamato a Imperia è Luca Mercalli, presidente della

Società Meteorologica Italiana: i giorni previsti per i suoi interventi

sono quelli del 27 febbraio alle 21, all'Auditorium della Camera di Commercio e

il 28 febbraio alle 9 al polo universitario di via Nizza. «Gli scienziati che verranno a questi

incontri hanno una cosa in comune: sono persone che si emozionano come dei bambini

quando scoprono qualcosa che non conoscono — spiega Alberto Marco Gattoni di Battibaleno

- Questo tipo di stupore e meraviglia è quella che vogliamo trasportare nelle conferenze

». E ancora: «Sono iniziative importanti — ha commentato il comandante Giuseppe Semeraro—

per trasmettere non semplici messaggi ambientali, ma per veicolare cultura ambientale».

Gli altri incontri sono "I misteri del tonno", il 2 aprile alle 21 alla biblioteca Lagorio, con

il biologo marino Antonio Di Natale; "Uomo & Mare: equilibrio possibile o utopia?" con il

ricercatore Marco Faimali, il 9 aprile alle 21 in biblioteca; il 10 aprile alle 9.30 "Tutto quello

che avreste voluto sapere sui delfini (ma non avete mai osato chiedere)" con Guido Gnone

coordinatore scientifico dell'acquario di Genova.

Chiusura il 23 aprile alle 9, sempre alla Lagorio, con la conferenza "Il mare del ponente

ligure: problematiche e prospettive". «Tutto questo percorso — spiega Monica Previati

- che parte dalle foreste e dai cambiamenti climatici e arriva al mare si concluderà con un

evento legato strettamente al territorio di Imperia, quindi di quanto sia bello e importante

tutelarlo, perché conoscendo la bellezza del proprio territorio siamo convinti che cittadini,

turisti e giovani siano molto più disposti a volerlo proteggere »

27/01/2020 Scelta n. 1

AL VIA IMPERIA UN CICLO DI CONFERENZE

Scienziati a confronto

per parlare di clima

Rinasce Centro di educazione ambientale del Comune

Superospiti Vacchiano e Mercalli, Spazio alla biologia marina

Lo avevano chiesto con forza gli studenti imperiesi scesi in piazza in centinaia nel Fridays

for Future del 27 settembre:politiche "green" per rendere le città del Ponente più vivibili

e sostenibili. E c'è ora una prima risposta con la rinascita del

Cea, il Centro educazione ambiantale,e l'organizzazione di

un pacchetto di incontri per affrontare in modo scientifico il

tema del cambiamento climatico.Il ciclo di incontri "AmbientAzioni",

che prenderà il via lunedì 3 febbraio, è organizzato da Comune, Capitaneria di

porto, dalle associazioni Battibaleno, comitato M'Importa,

InfoRmare e dall'appassionato di meteorologia Giovanni Nebbia, grazie a fondi di un

bando regionale per lo sviluppo sostenibile.

«Abbiamo deciso di dare continuità e azione al Centro di educazione ambientale del

Comune di Imperia che è capofilaperlaprovincia— ha spiegato

l'assessore all'Ambiente Laura Gandolfo — ci sarà questo ciclo di incontri, azioni nelle

scuole e soprattutto partiremo dalla cultura e dalla conoscenza dell'ambiente per pensare

a un futuro green».

Si parlerà quindi di cambiamenti climatici, dei loro effetti e delle ripercussioni sul territorio

sia su scala globale che locale,di conoscenza dell'ambiente marino. Due i superospiti

chiamati a offrire un supporto scientifico di primissimo piano a un ampio contenitore divulgativo.

Ad aprire il ciclo di conferenze sarà infatti - lunedì 3 febbra-Lo scienziato Giorgio Vacchiano

io - Giorgio Vacchiano, ricercatore in gestione e pianificazione

forestale presso l'Università Statale di Milano (alle 21all'Auditorium della Camera di Commercio).

L'altro grande esperto chiamato a Imperia è Luca Mercalli, presidente della

Società Meteorologica Italiana: i giorni previsti per i suoi interventi

sono quelli del 27 febbraio alle 21, all'Auditorium della Camera di Commercio e

il 28 febbraio alle 9 al polo universitario di via Nizza. «Gli scienziati che verranno a questi

incontri hanno una cosa in comune: sono persone che si emozionano come dei bambini

quando scoprono qualcosa che non conoscono — spiega Alberto Marco Gattoni di Battibaleno

- Questo tipo di stupore e meraviglia è quella che vogliamo trasportare nelle conferenze

». E ancora: «Sono iniziative importanti — ha commentato il comandante Giuseppe Semeraro—

per trasmettere non semplici messaggi ambientali, ma per veicolare cultura ambientale».

Gli altri incontri sono "I misteri del tonno", il 2 aprile alle 21 alla biblioteca Lagorio, con

il biologo marino Antonio Di Natale; "Uomo & Mare: equilibrio possibile o utopia?" con il

ricercatore Marco Faimali, il 9 aprile alle 21 in biblioteca; il 10 aprile alle 9.30 "Tutto quello

che avreste voluto sapere sui delfini (ma non avete mai osato chiedere)" con Guido Gnone

coordinatore scientifico dell'acquario di Genova.

Chiusura il 23 aprile alle 9, sempre alla Lagorio, con la conferenza "Il mare del ponente

ligure: problematiche e prospettive". «Tutto questo percorso — spiega Monica Previati

- che parte dalle foreste e dai cambiamenti climatici e arriva al mare si concluderà con un

evento legato strettamente al territorio di Imperia, quindi di quanto sia bello e importante

tutelarlo, perché conoscendo la bellezza del proprio territorio siamo convinti che cittadini,

turisti e giovani siano molto più disposti a volerlo proteggere »

Scelta n. 1

Immagine segnaposto

Titoli-Professionali-Marittimi-sessione-di-Ottobre 2022

Immagine segnaposto

Manifestazione di interesse per servizio di Medico Competente ai sensi del D.Lgs 81 2008, per Capitaneria di Porto Imperia

Immagine segnaposto

ESAMI-PER-IL-CONSEGUIMENTO-DEI-CERTIFICATI-DI-ADDESTRAMENTO MAGGIO 2022

Immagine segnaposto

Titoli Professionale Marittimi