​Gli uomini della Capitaneria di Porto di Gela intorno alle 10:00 di giorno 15 giugno hanno posto in salvo un giovane bagnante a circa 50 metri dalla battigia, in prossimità del molo sud del Porto Rifugio.

La segnalazione, giunta al 1530 della sala operativa, ha immediatamente fatto scattare i soccorsi e posto in stato di massima allerta la motovedetta S.A.R. adibita appositamente per i soccorsi in mare; tuttavia essendo l'emergenza troppo vicina alla riva i fondali non consentivano agevole l'impiego dell'unità S.A.R. e si è preferito l'istantaneo intervento da terra. Grazie alla prontezza operativa ed alla perizia professionale del Maresciallo Vella e del Sottocapo Sottile, il malcapitato bagnante è stato recuperato e posto in salvo. Giunti in spiaggia il giovane è stato visitato dal personale del 118 ed accompagnato al pronto soccorso del locale nosocomio.

La Guardia Costiera raccomanda la massima attenzione ai fruitori del mare e ricorda il numero di emergenza gratuito (anche da cellulare) 1530.